fbpx
Recensioni Serie Tv

Homeland: Recensione dell’episodio 4.10 – 13 Hours in Islamabad

Homeland torna dalla piccola pausa per il Thanksgiving  (alzi la mano chi non ha maledetto lo stop dopo quel cliffhanger) con un episodio, che ve lo dico a fare, molto intenso e avvincente confermando l’idea ormai condivisa dalla maggior parte dei fan di Homeland: la quarta è la stagione più bella della serie.
Homeland_410_1529.R_article_story_largeGli sceneggiatori sono riusciti a fare tesoro dei difetti che si erano presentati nelle stagioni precedenti, fatta eccezione della prima che per qualità e originalità può essere tranquillamente eguagliata a questa attualmente in corso.
Tolte tutte le sbavature e le deviazioni di trama, non c’è Dana o la famiglia di nessuno a distrarre lo spettatore, abbiamo solo la storia principale ben scritta, ben recitata che corre via come un treno veloce, spezzata, ma questa è caratteristica nota di Homeland, da colpi di scena infilati proprio nel momento esatto, né un minuto prima né un minuto dopo.
In 13 Hours in Islamabad riprendiamo in modo violento le fila degli eventi, i primi 20 minuti dell’episodio sono al cardiopalma senza possibilità di prendere fiato. Il Pakistan ha esplicitato la sua ambiguità politica appoggiando il duro colpo inferto al governo Americano dai terroristi. Da un lato Carrie e Saul vivi per miracolo e vittime di un agguato che decima i marines, dall’altro l’attacco all’ambasciata da parte di Haqqani.
homeland-410In tutto ciò è Peter Quinn la vera macchina da guerra, freddo e chirurgico riesce con un solo marines ad allontanare i terroristi dall’ambasciata confermandosi essenziale. Il personaggio di Peter è una gran bella sorpresa di questa stagione; già si era fatto voler bene nelle scorse ma ora ha preso robustezza, grazie ad un arco narrativo ben più solido e consistente. Lo possiamo considerare di diritto un co-protagonista, allo stato attuale delle cose forse quasi più utile all’economia della storia di quanto non lo siano Carrie e Saul. Ques’ultimo, infatti, esce dal rapimento e dall’attentato subito come un uomo stanco, provato, in definitiva un uomo anziano, come si definisce anche lui, che non ha più voglia di combattere contro quest’odio dilagante.

Se l’episodio 13 Hours in Islamabad si rivela notevole in termini di ritmo e colpi di scena; la morte di Fara è inaspettata alla luce della fine dello scorso episodio quando era Saul a sembrare quello spacciato: sono proprio i momenti più statici che rendono l’episodio elegante e profondo.
homeland_410Il dialogo tra l’ambasciatrice e il marito traditore della patria che ha ora sulla coscienza le morti dei dipendenti e militari ne è un esempio evidente. Da brivi lo scambio di battute tra i due che culmina con Martha che acconsente ad aiutare il marito nel suicidio solo per avere una possibilità, forse remota, di salvarsi la carriera. Commovente è invece quello tra Mark e Carrie, quando quest’ultima viene messa di fronte alla propria anaffettività per l’ennesima volta.
homeland---stagione-4_SerialTV_793L’episodio termina lì, dove culmina la storia. Quinn solo alla caccia dei terroristi che hanno decimato i suoi colleghi con una Carrie inizialmente riluttante, decisa a non partecipare ad una missione impossibile, quella cioè di salvare le fonti e i segreti del governo ora in mano ai terroristi. Lista consegnata da Lockhart a Haqqani nel disperato tentativo di salvare Fara, scelta narrativa che potrebbe sembrare azzardata. Come può un direttore della CIA piegarsi così velocemente alla richiesta di un terrorista? In realtà Homeland ci mostra proprio come chi si trovi a combattere in prima linea debba seguire oltre che il protocollo anche la propria morale. Lockhart agisce impulsivamente e contro ogni regolamento ma probabilmente se così non avesse fatto non avrebbe più potuto convivere con se stesso. Episodio molto bello che ci lascia ancora una volta con il fiato sospeso nell’attesa del prossimo capitolo.

4.10 - 13 Hours in Islamabad

Intenso

Valutazione Globale

User Rating: 4.75 ( 4 votes)

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.