fbpx
Attori, Registi, ecc.

Homeland: indiscrezioni e primo teaser della quarta stagione

Homeland si trova di fronte una sfida molto difficile, con la quarta stagione sempre più vicina; una quarta stagione che sarà orfana di uno dei principali protagonisti della serie, Nicholas Brody, interpretato da Damian Lewis. L’ufficiale dei marines che aveva dominato la scena per tre anni insieme a Carrie (claire Danes) è stato impiccato al termine della terza stagione, lasciando così un grande vuoto nelle dinamiche dello show, che dovrà praticamente ricominciare da capo, o meglio, ripartire sicuramente dai personaggi ancora in vita, ma affiancarli anche con una storia e dei nuovi volti che potranno non far sentire molto la mancanza di chi invece non ci sarà più.

Lo stesso Alex Gansa, in un’intervista rilasciata ad Entertainment Weekly, ha avuto la sensazione di scrivere un nuovo pilot e a quanto pare più che una quarta stagione assisteremo ad un’Homeland 2.0: “Ci sono così tanti personaggi nuovi, è come fare un pilot, il che è eccitante e terrificante allo stesso alex-gansatempo”.

Il centro della nuova stagione sarà sicuramente Carrie, interpretata dalla straordinaria Claire Danes, che sarà finalmente vista all’opera sul campo in Afghanistan e il tema della serie sarà, proprio, vedere da vicino il lavoro di un agente della CIA in un paese con un passato ed un presente così complessi: “Si tratta di vedere Carrie fare il lavoro per cui è stata addestrata, essere un’agente in servizio in una capitale straniera. Vedremo esattamente cosa fa un agente dell’intelligence sul campo. Come recluta risorse, come si comporta con i governi stranieri ed il suo team, le persone con cui lavora all’ambasciata e l’intelligence del paese ospitante. E’ un mondo complicato e ricco di intrighi, drammi e avventure”.

La scelta dell’Afghanistan, inoltre, non è stata casuale: “La ragione per cui abbiamo scelto questa parte del mondo è perché le forze americane stanno affondando in Afghanistan. Ti chiedi: Cosa stanno facendo da 14 anni? Nel momento in cui ce ne andremo i Talebani prenderanno nuovamente il sopravvento? Tutto il sangue che è stato versato è stato inutile?”.

Claire+Danes+Vanity+Fair+Campaign+Hollywood+G2W3cQfBwoylCarrie, la protagonista assoluta della quarta stagione, da quello che si può dedurre, dovrà fare i conti non solo con un nuovo lavoro, ma anche con la maternità e il lutto per la morte di Brody (padre di sua figlia), ma Alex Gansa non esclude che ci possa essere un nuovo amore per lei e che questo non possa essere un volto noto: “Ha partorito la bambina. Non voglio dire troppo sul dove sarà la bambina, ma una delle ragioni per cui si ritroverà in Afghanistan e Pakistan è perché sono dei posti dove non ti è concesso portare con te qualcuno che dipende da te. Mentalmente è stabile. Se riuscirà a gestire la perdita di Brody, questo è un altro discorso. (…) Tutti spingono per una relazione tra lei e Quinn ed è sicuramente qualcosa con cui stiamo giocando. La domanda è se Carrie è nella condizione di iniziare una nuova relazione e Quinn se ne rende conto, ma possiamo dire che in questa stagione lui cercherà di prendersi cura di Carrie perché ci tiene molto a lei”.

L’altro grande protagonista, soprattutto della terza stagione, è stato Saul. Lo avevamo lasciato fuori dalla CIA a lavorare per un’agenzia privata e per tutti coloro che temevano che questo potesse significare che il personaggio avrebbe avuto un ruolo marginale nella quarta stagione, Alex Gansa tranquillizza tutti, affermando che l’ex capo di Carrie sarà fondamentale, anche se in maniera diversa: “Saul avrà un ruolo centrale quest’anno, anche se sarà un ruolo diverso, capovolto. Saul era il capo di Carrie, ma adesso che lavora nel settore privato si ritrova a lavorare sotto di lei e al suo comando.Mandy+Patinkin-getty (…) Si ritroverà oltreoceano. Lavora per una compagnia militare privata di New York che avrà un’opportunità di mercato in quella parte del mondo”.

Per quanto riguarda, invece, altri due personaggi controversi che erano stati introdotti nella scorsa stagione, ossia Lockhart e Javadi, gli autori hanno riservato loro futuri diversi: “Lockhart è il direttore della CIA, è il capo di Carrie, quindi lo vedremo quest’anno. (…) Javadi sarebbe stato significativo se fossimo stati più vicini all’Iran, ma siamo in un’altra parte del mondo”.

Per ogni personaggio che se ne va, ce n’è uno che si aggiunge e forse anche di più. Una delle chiavi di questa quarta stagione sarà introdurre nuovi personaggi di spessore. Sembra proprio che di nuovi personaggi ce ne siano, se solo si considera che Suraj Sharma, Laila Robins, Corey Stoll e Michael O’Keefe si sono aggiunti al cast: “Suraj Sharma sarà uno studente di medicina a Islamabad che incontrerà Carrie e diventerà importante per lei. (…)  Corey Stoll sarà il capo di una stazione a Islamabad e Laila Robins sarà l’ambasciatrice in Pakistan. (…) Michael O’Keefe sarà il Vice-direttore esecutivo della missione ad Islamabad. Uno di duelli che sono nel giro da anni, ma si vedono passare avanti sempre da qualcun’altro per la posizione di Direttore, ma è molto capace”.

Le informazioni rilasciate, generosamente, da Alex Gansa, sono state accompagnate anche dall’uscita del primo teaser della quarta stagione che mostra Carrie in Afghanistan, presumibilmente, e Quinn e Saul sono con lei.

Comments
To Top