fbpx
Homeland

Homeland: Howard Gordon e Alex Gansa anticipano dettagli sulla seconda stagione

Gli executives di Homeland, Howard Gordon e Alex Gansa, hanno anticipato qualche dettaglio sulla trama della seconda stagione, in particolare sulla salute mentale di Carrie (Claire Danes)

Attenzione: l’articolo contiene anticipazioni sulla seconda stagione

Nel finale della prima stagione, ricorderete che Carrie era stata sottoposta ad un elettroshock volontario, proprio mentre stava per ricordare il legame tra Brody (Damian Lewis) e Isaa, il figlio del terrorista Abu Nazir (Navid Negahban).

I due showrunner hanno promesso che Carrie riacquisterà la memoria, ma ‘ non succederà nel modo in cui si pensa’ ha detto Gordon a Vulture. ‘ Ma accadrà’

Gansa ha accennato che vedremo Carrie, all’inizio della seconda stagione, in un ‘centro di salute mentale’.

“Carrie è stata curata attraverso un percorso di psicoterapia e elettroshock, lei ha chiesto l’aiuto professionale che non ha mai avuto in questi anni’, ha spiegato il co-showrunner. ‘ E’ in uno stato mentale in cui non l’abbiamo mai vista prima’

La coppia ha anche suggerito che la figlia di Brody, Dana (Morgan Saylor,  inizierà a sospettare del padre in seguito agli eventi avvenuti nell’ultimo episodio.

‘Lei ha ragionato molto’, ha detto Gordon. ‘ Non sappiamo bene cosa pensare di questa chiamata che lei ha fatto al padre,  ma lo scopriremo nel corso della stagione’

Homeland tornerà il 30 Settembre negli Stati Uniti sul canale Showtime.

To Top