fbpx
Heroes Reborn

Heroes Reborn: Recensione 1.12 – Company Woman

Heroes Reborn

Siamo ad un passo dalla fine del mondo e dal finale di stagione, immaginavo quindi un episodio adrenalinico, finalmente farcito di colpi di scena, e che mi ripagasse di ben undici episodi non più che mediocri. Mai attese furono più deluse di così.

Heroes RebornCompany Woman è infatti un episodio in cui fondamentalmente non succede davvero nulla di rilevante.
A gravare sull’atmosfera è l’incessante conto alla rovescia, ormai quasi agli sgoccioli, ma quello su cui incombe è davvero una trama di poco conto. Per quaranta minuti assistiamo alle corse sfrenate dei personaggi. Ancora, dopo dodici episodi. Arrivati alla fine avrei preferito, sarebbe stato preferibile, un epilogo che avesse iniziato a muovere le fila un po’ prima. Forse un po’ classico, certo, ma ciò che è classico non vuol dire che necessariamente abbia stancato. Paradossalmente sarebbe stato più d’impatto di un episodio in cui ancora è tutto troppo incerto, perfino la trama stessa. Quello che questo episodio avrebbe dovuto farci chiedere è ‘riusciranno i nostri eroi…’ e invece arrivo a chiedermi addirittura se esisterà mai un momento in cui le loro linee s’incroceranno. Perché quello che forse rende più discontinuo, frammentato e inconcludente l’episodio è vedere ancora le linee di ogni singolo personaggio procedere in modo autonomo, senza però riuscire a costituire un grande disegno che nell’insieme riesca a dare l’impressione che in qualche modo ognuno di loro stia operando per un unico grande scopo.

Ed è così che tutta la parte dedicata al ricongiungimento provvisorio di mamma e figlia risulta inconcludente, se non per dare un leggero spessore al personaggio di Erica. Forse unica perla nella mediocrità dell’episodio, il flashback ci rivela le origini della donna, giustamente, più odiata della stagione, non allo scopo di giustificarla in toto ma per riuscire a dare un corpo al movente di ogni suo gesto. Heroes RebornDi colpo non è più la pazza dal cuore di ghiaccio che ambisce a guardare la fine del mondo al sicuro nel suo futuro desertico; ora è la scheggia impazzita solo perché vittima di una circostanza che le ha in un certo senso alterato la visione del mondo e delle persone che lo abitano. Ripeto, non si riesce di certo a giustificarla, ma senz’altro ora è diventato un personaggio decifrabile, comprensibile nella sua malvagità.

Allo stesso tempo, la parte di episodio dedicata a Tommy, di certo non indifferente, quasi non aggiunge né toglie niente allo sviluppo della trama. Il suo continuo andirivieni da un posto all’altro è altrettanto inconsistente fino al momento finale, in cui però viene intrappolato da Otomo nel mondo virtuale. È forse qui che finalmente entrerà in gioco Ren, la cui effettiva utilità mi era sfuggita fino ad ora; con la recente dipartita di Miko, solo lui più metter mano al gioco in cui Tommy è intrappolato e tentare di salvare il mondo.

Quel poco che resta dell’episodio ci mostra la fine, più che meritata, che il destino sembra aver riservato a Matt Parkman, il grottesco incontro di Ren e Emily (di dubbia utilità per la trama) e la corsa disperata di Luke e Malina per arrivare ad Odessa e tentare di contattare Tommy. Ed ecco qui che l’episodio forse ci regala un altro bel momento: Luke è costretto ad incenerire la moglie, ormai del tutto fuori controllo. Non per qualche momento di spettacolarità fine a sé stessa o per un particolare scambio di battute, semplicemente non vedevo l’ora che succedesse (e forse molti altri come me). Un personaggio così piatto e mal caratterizzato poteva meritare solo una fine di questo tipo e per mano del suo stesso marito. Un bel momento insomma, l’unico in un certo senso.

Heroes RebornQuello che, insomma, si desume dalla noiosa visione è un episodio pensato per allungare il brodo, nonostante non se ne capisca il motivo. Poteva, forse, essere comprensibile qualche episodio fa, ma, di nuovo, stiamo parlando del penultimo episodio di stagione.
A condire ed incorniciare questa lentezza e annacquamento subentra poi un reparto tecnico del tutto ordinario (dalla regia alla fotografia finanche agli effetti speciali) e prestazioni degli attori appena sufficienti.
Ero consapevole di non potermi aspettare grandi cose da questo episodio, opinione rafforzata dalla notizia del mancato rinnovo della serie, ma è stato davvero difficile rapportarsi con un tale disastro. Non resta che attendere, con poca ansia, il season finale.

Per restare sempre aggiornati su Heroes Reborn con news, curiosità e canzoni, vi consigliamo di passare per Heroes Reborn Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

1.12 Company Woman – Il nostro giudizio
  • un disastro totale
Sending
User Review
1.5 (4 votes)
Comments
To Top