fbpx
Hart of Dixie

Hart of Dixie: Recensione episodio 3.06 – Family Tradition

Possiamo fare una raccolta firme per cambiare il nome di questa serie in “the Joel of Dixie”? So che il titolo non ha senso logico, ma vorrei rendere l’idea del mio stato d’animo, dopo la la visione di questo sesto episodio. Sono stufa di Zoe Hart! Ecco, l’ho detto, adesso potete tranquillamente commentare con offese e sproloqui, ma non potevo non dire quello che ormai penso da settimane riguardo questa serie, perché non sarebbe giusto nei confronti di chi chi la segue e di chi legge questa recensione, che deve essere il più schietta possibile. Hart of dixie 3x06Dunque, tornando all’affermazione di prima, sono davvero dispiaciuta per la fine che sta facendo il personaggio della Bilson perché, oltre ad essere lei una brava attrice e quindi del potenziale sprecato, stiamo parlando della protagonista della serie, del soggetto che da il nome allo stesso telefilm, e può essere trattato in questo modo? La risposta è sicuramente negativa, ormai la dottoressa di New York è divenuta insopportabile, acida, immatura, egoista ed egocentrica e questo non perché il suo personaggio si sia evoluto (è palesemente tornata a fare il “medico della mutua”, è ancora innamorata di Wade e continua ad infilarsi in triangoli senza via d’uscita), ma solamente perché la scrittura dei dialoghi mette in risalto tutti gli aspetti negativi che nelle stagioni precedenti erano stati centellinati nei vari episodi. Tutti siamo stati abituati a conoscere Zoe come ragazza spaesata che non sa cosa vuole e un po’ altezzosa, ma tutto ciò, almeno prima, era controbilanciato dalla sua storia, dai suoi sforzi visibili per integrarsi, dalla sua mentalità newyorkese, e dalla sua sfortuna in amore; adesso tutto il positivo è stato accantonato. Frase chiave di questo panegirico è la battuta della cugina della stessa Zoe su come funzioni la famiglia; “si prende e si da”. Mai ci fu verità più giusta, quindi ecco che finalmente alla signorina Hart si aprono gli occhi su tutti gli errori che ha fatto e che sta facendo con chi tiene a lei veramente, primo su tutti il povero Joel. Quest’ultimo è diventato il mio personaggio favorito, surclassando anche Wade, è passato dal ruolo di nerd zerbino a quello di uomo adulto con le “controballs” in meno di tre episodi ed anche in in questi quaranta minuti si dimostra non solo innamoratissimo e leale ma anche maturo e gentile, quindi che dire: promosso.

Hart-of-Dixie-3x06

La figura di Zoe, non viene solo superata da quella del neo introdotto fidanzato, ma anche da tutti i restanti personaggi femminili, in questo episodio su tutte AB. La poverina, già rimasta senza brillocco ad Halloween, deve sopportare anche i genitori che piombano nella sua vita e cercano di aggiustare le cose, perché la famiglia esiste per dare supporto morale, per aiutare nei periodi di stallo, solo che quel testone di Lavon il messaggio pare non l’abbia afferrato. La scena finale tra i due è molto triste, perché molto vera, vicina a quello che spesso accade in una coppia quando gli obiettivi non coincidono più ed anche se sento odore di breakup, continuo a tifare per loro, unica coppia degna di shippinhg. Altra donna, altro livello superiore, parliamo di Lemon, che è sempre più radiosa, sarà perché l’attrice è incinta, o perché il suo personaggio sta vivendo un periodo di riscatto, dopo l’antipatia ingiustificata della seconda stagione, la vediamo crescere, avere nuovi uomini, gestire un bar e trovare il migliore amico. La sua storyline è stata breve in questo episodio ma credo che non si esaurirà qui, anzi, probabilmente, è l’inizio di un percorso individuale che gli autori stanno tracciando per lei che si merita davvero una storia tutta sua.

hart-of-dixie-3-06Insomma, doveva essere la famiglia l’argomento della puntata, in realtà quello che appare è uno scontro al femminile di maturità e consapevolezza, in cui la protagonista della serie perde su tutti i fronti, cosa che la fa allontanare sempre più dal cuore dei fan.

Certo questa serie ha creato un’atmosfera per cui, tutti i personaggi sono importanti e quindi tutti ci sentiamo parte di BlueBell e non vogliamo seguire le vicende di Zoe ma quelle del posto dove vive; siamo curiosi di vedere gli abiti, le tavole apparecchiate, le battute di Tom, gli addobbi floreali e le tre vecchiette sulla panchina. Cerco, quindi, di accontentarmi di questo per ora perché la protagonista è solo ” intrattenimento”.

Good Luck!

Note:

– Non ho parlato di George, perché questa storia non la cugina di Lavon non ha motivo di esistere ed è di un noioso allucinate.

– Voglio sentire il Jingle del Rammer Jammer alla radio.

– Voglio in guardaroba di AB.

Comments
To Top