fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Hart of Dixie: Recensione dell’episodio 3.16 – Carrying Your Love With Me

La puntata di questa settimana di Hart of Dixie è un tripudio di avvenimenti, alcuni più interessanti e convincenti, altri davvero poco credibili. Gli autori per questo episodio hanno messo il turbo e con svariati salti temporali ci fanno vivere un paio di mesi in 40 minuti. Molto carina l’idea dei salti temporali legati al calendario di incontri programmati tra Joel e Zoe ed è interessante vedere per la prima volta le storylines dell’episodio non trattate in modo lineare e troppo dettagliato, ma rese in continua evoluzione proprio dall’incalzante incedere delle settimane.

Zoe e Joel: questa storyline funziona molto bene, coinvolge e intenerisce. Joel accetta di partire per la California mentre Zoe resta a Carrying Your Love With MeBlueBell piena di dubbi e insicurezze sulla durata di una relazione a distanza. Joel è sempre stato caratterizzato come un personaggio gentile ed educato, ma questa settimana si mostra davvero nella sua forma migliore. È dolce e romantico e penso che almeno la metà di noi fans donne abbia pensato che è un uomo da sposare! In questo episodio viene fuori tutto il loro amore, che spesso veniva un po’ messo in disparte dai vari avvenimenti della cittadina e dalle continue interazioni della coppia con altri personaggi, ed è anche un po’ struggente vedere come saltino i vari incontri e come alla fine decidano di prendersi una pausa. Ormai ci eravamo abituati a Josh Cooke, che con il suoi modi pacati e la sua serenità era entrato a pieno diritto a far parte degli abitanti di BlueBell, ed è un peccato che gli autori abbiano optato per far (momentaneamente, si spera) separare la coppia, perché era una dei punti cardini del telefilm. Se Joel non dovesse tornare nei prossimi episodi penso che il telefilm perderà molto in qualità, perché la storia tra Zoe e Joel era l’unico punto fisso di questa serie, una delle poche storie plausibili e realistiche di questa stagione che, ad esclusione della loro relazione e di pochi altri elementi, spesso sconfina davvero nel grottesco.

La parola “grottesco” non può che evocare in questa puntata un terzetto inguardabile: Lemon, George, Lily Anne.
Se dovessi giudicare questo episodio basandomi solo su questa storyline, davvero si potrebbe pensare di essere davanti ad un incrocio tra il teatro dell’assurdo e un cartone animato per bambini, perché una trama così banale e irrisoria l’ho vista poche volte. Riassumiamo velocemente i punti salienti: Shelby vende il Fancies a Lily Anne; Lemon, George e Wade per farla andare via le fanno credere che il locale sia infestato dai fantasmi mettendo su una mensola un Mp3 con registrati degli ululati (a questo punto ti chiedi se non stai guardando Hannah Montana). Lily Anne scappa, Lemon e George acquistano il locale ma non sopportano di lavorare insieme per cui assoldano vari cittadini che si offrano per fare da mediatori nelle varie interazioni tra i due, in modo che non si mandino continuamente a quel paese. Si arriva alla tanto attesa riapertura del locale, quando si presenta l’avvocato di Lily Anne che ha trovato, ancora dopo settimane, il famoso Mp3 con le registrazioni dei fantasmi sulla mensola, cita in causa Lemon e George per intimidazioni illegali, vince la causa e il locale torna a Lily Anne. Ultima chicca di questo teatrino imbarazzante è che Lemon e George si ubriacano e finiscono a letto insieme.

Carrying Your Love With MeVa bene, nessuno si aspetta da Hart of Dixie chissà quale profondità di trama e chissà quali intrighi, però così è davvero troppo! A parte la bruttezza di questa storia, sembra davvero inserita solo per occupare minutaggio in attesa di sapere come andrà la storia di Zoe e Joel.
Inoltre sembra che i personaggi di Lemon e George non abbiano assolutamente una direzione prefissata, un obiettivo di crescita e sviluppo all’interno di questa terza stagione. Entrambi escono da svariate storie più o meno plausibili e ora si trovano completamente in stallo e per questo li vediamo girare in tondo… comprano un locale, lo perdono, si odiano, tornano a letto insieme… l’impressione che si ha è che siano mine vaganti relegati in un ruolo minore. È estremamente diversa la loro posizione attuale rispetto al ruolo che avevano nelle precedenti stagioni, soprattutto nella prima; e se io George non lo posso proprio vedere (trovo che Scott Porter reciti male), spero vivamente che riscattino Lemon da questo ruolo di sciacquetta in cui è stata inserita dal suo ritorno nella serie e che la riescano a ri-valorizzare al meglio!

In ultimo chiudiamo con una nota positiva: Lavon è sempre simpatico e divertente e le sue scene scorrono che è un piacere! Prima tenta di imparare il francese per fare colpo sul sexy sindaco della città gemellata con BlueBell, e poi si trova ad essere geloso del francese che flirta con A.B.
Lui è il personaggio che porta più allegria e spensieratezza e in questa puntata possiamo ben dire: per fortuna che c’è Lavon!!!

3.16 Carrying Your Love With Me

alti e bassi

valutazione globale

User Rating: Be the first one !

Valentina Lendspines

"Satia te sanguine, quem sitisti cuiusque insatiabilis semper fuisti"

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Ciao sono Ele, un’accanita telespettatrice di HoD (seguo le dirette streming e faccio parte di un gruppo di amiche/fanatiche di Hod)…..ho letto la recensione e mi permetto di fare qualche piccola osservazione.
    Premetto che sostengo fin dalla prima serie la coppia Zade (Zoe+Wade). Credo infatti che il successo di Hart of Dixie sia per buona parte dovuto alla chimica che da sempre esiste fra i due.
    Per questo nel leggere la recensione ho storto un po’ il naso.
    Definire la puntata come tripudio di avvenimenti di avvenimenti mi sembra un pochino esagerato…..in realà infatti diciamo che gli avvenimenti da sottolineare sono due: la pausa/fine della storia Zoe+Joel e il “riavvicinamento” della coppia Lemon+George. Poi da Zader ovviamente non vedevo l’ora di assistere alla partenza di Joel. Ritengo che Joel sia stato un personaggio piatto e noiso che non è servito a portare un qualcosa in più. E stessa cosa penso della relazione Zoe+Joel…….direi priva di ogni segno di Amora….chimica zero…..come amici/fratello e sorella. Il vero problema di questa terza serie sta nel fatto che gli autori si siano ostinati a tenere lontani due personaggi come Zoe e Wade che hanno infiammato e alimentato Hart of Dixie……e credo che questo sia lo stesso motivo legato al calo di ascolti che sta avendo la terza serie che, fino ad ora, è la più noiosa delle tre. In sostanza Bluebell non aveva bisogno di personaggi come Joel e anche Vivian. Sono invece d’accordo su Lavon……un personaggio fantastico……fondamentale e quindi insostituibile! Ciao.

  2. Episodio caruccio! Personalmente sono d’accordissimo con Valentina! Joel e’ stato il grande acquisto della stagione…non so proprio che fine avrebbe fatto Zoe senza di lui! Lo trovo divertente, originale e perfettamente in linea con gli altri personaggi (George escluso ovviamente)! La coppia mi è’ piaciuta fin da subito…e se ha dei cali penso siano dovuti più al personaggio di lei! Personalmente oltre a Levon…guai a chi mi tocca Lemon e Annabeth!

  3. ciao io concordo in pieno con Ele!!! chi ha scritto la recensione dà molto l’impressione di non aver mai visto Hart of Dixie sino ad ora.
    Io sono una fans accanita (visto le due serie precedenti almeno cinque volte)e non posso che dire che Joel è un inutile in questa serie televisiva e questa terza serie è lenta e deludente spero in un finale Zade.
    E anch’io come Ele faccio parte di un gruppo di amiche su face team Zade (e siamo tante ma tante un motivo ci sarà……)
    Ciao Ciao

  4. Devo proprio dissentire dalle opinioni che mi hanno preceduta e sottoscrivo in pieno la tua recensione dell’episodio. Purtroppo leggendo i commenti sul web temo che non rivedremo più il nostro Joel, uno dei pochi personaggi verosimili in questa serie tv, dotato di sensibilità, intelligenza, dolcezza e decisamente innamorato della sua ragazza, ma a quanto pare questo non è abbastanza… la gente ” tifa” per Wade, cioè quello che dovrebbe essere il bel tenebroso, totalmente inaffidabile e anche uomo dalla scappatella facile! A tal proposito non può che venirmi in mente la canzone ” cara ti amo” degli Elio e le storie tese…
    Probabilmente il target dello show è comunque un pubblico molto giovane, non so spiegare altrimenti le scelte degli autori. Mi mancherà molto il caro Joel, e se continueranno con i siparietti grotteschi potrei anche stancarmi di questa serie, non lo nego…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio