fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Hart of Dixie: recensione dell’episodio 2.22 – On the Road Again (season finale)

Siamo ormai giunti alla fine di questa seconda stagione e confesso di essere un po’ dispiaciuta. “Hart of Dixie” è una serie piacevole che, salvo qualche eccezione, assicura ogni settimana la giusta dose di svago e divertimento. Non credo di esagerare nel dire che “On the Roan Again” è un prodotto eccellente, dove gli autori hanno dimostrato tutto il loro talento, “confezionando” l’episodio migliore dell’intera serie.

Per cominciare Zoe non è stata mai rappresentata così bene. Parte del merito va senza dubbio a Rachel Bilson, che a mio avviso è capace di interpretare il personaggio alla HoD 222-08perfezione: le espressioni, la mimica, la spontaneità con la quale affronta la scena è sorprendente. Ho sempre sostenuto che questa attrice avesse del talento, fin dai tempi di O.C., ma credo che con gli anni sia cresciuta ed oggi ci regali delle performances grandiose! Ma se Zoe è rappresentata così bene, lo dobbiamo soprattutto alla trama. In questo episodio la dottoressa è messa a dura prova. Centrale nella storia, riesce a dimenarsi alla perfezione fra questioni di cuore ed  imprese lavorative. Dopo aver deluso George e respinto Wade, Zoe si trova nel mezzo di un triangolo pericoloso…(altro che le Bermuda)…, ma a quanto pare gli autori, non ancora soddisfatti, hanno aggiunto un terzo contendente alla folla, Joanh, il che, a mio avviso, non fa che rendere tutto ancora più piccante! Confusa ed indecisa, Zoe non riesce a fare chiarezza sui suoi sentimenti e così, nonostante la dolcissima dichiarazione di Wade,  decide di partire per New York, dove trascorrerà l’intero periodo estivo, lontana da BlueBalls e da tutte le vicende che la riguardano. Trovo che la scelta della protagonista sia logica e naturale. Credo che gli autori abbiano preso la giusta decisione, nel far tornare Zoe nella Grande Mela… Personalmente, in passato, mi sono stupita più volte, che la dottoressa non facesse mai ritorno nella città natia. Ad ogni modo, le cose si fanno sempre più interessanti e la conclusione della stagione, mi pare la più sensata, in previsione del prosieguo della serie. Inoltre in questo 22° episodio, Zoe torna anche a fare il dottore, salvando un povero uomo sull’aereo! Cosa potevamo chiedere di più?HoD 222-05

Nel frattempo anche gli altri personaggi ci allietano con vicende davvero divertenti. Parlando di Lemon e Wade, non posso negare di nutrire una certa simpatia per la coppia. Il loro viaggio in macchina è stato esilarante, tra ripetute soste per fare la pipì e continui battibecchi, le scene che li rappresentano sono state una meglio dell’altra, merito soprattutto di Jaime King, altra grande rivelazione. Lasciatemelo dire: quando Lemon scopre che anche Joanh è invaghito di Zoe, l’attrice regala al personaggio una reazione favolosa! Come favoloso è il modo in cui Lemon riesce ad avere il gruppo musicale al locale, regalando un gran successo!

Ma degna di nota è senz’altro, la “combriccola” di Levon, per salvare l’alligatore. In perfetto stile Ocean’s Eleven, il HoD222-02gruppo architetta un piano quasi impeccabile, ma è solo l’intervento di Annabeth a portarli al successo. Non ho mai negato il mio debole per quest’ultima. Se dovessi indicare il mio personaggio preferito, penso proprio che farei il suo nome. Sia con Lemon che con Levon, la donna completa il duo, portandolo ad un successo assicurato. Anche se personalmente trovo le missioni di Lemon ed Annabeth uno dei migliori aspetti della serie. Annabeth è un gran bel personaggio e sono contenta che Levon abbia superato la questione di Ruby (personaggio odioso)!

Concluderei facendo un riferimento rapido a George e alla sua composizione. Per carità, in questo episodio non ho disprezzato neppure lui, ma come al solito è l’eterno stoccafisso della serie, e mi sorprendo di come gli autori siano riusciti a costruire un triangolo perfetto, servendosi di un personaggio tanto “tontoletto”!HoD 222-07

Nel complesso ritengo questo episodio grandioso! Sono davvero soddisfatta di come si sia conclusa la serie, e sono speranzosa per la prossima. Ottimo prodotto, buona trama, ma soprattutto grande originalità! Ogni personaggio è diverso, ben strutturato e ricco di lati divertenti, le questioni si intrecciano e ci regalano spesso episodi corali piacevoli. Spero proprio che gli autori proseguiranno su questa linea anche nel futuro!

Madame Tussauds

Convertita alle serie tv in giovane età, ha trascorso l’infanzia sognando di essere una sorella Halliwell, circondata da un gruppo di amici scatenati come quelli di Friends, ma validi ed eterni come quelli di Dawson’s Creek. E’ passata all’adolescenza ammirando le feste in piscina di OC e le avventure mozzafiato di Sydney Bristow di Alias, ritagliando un po’ di tempo per i medici impareggiabili di ER, ma senza scordare gli eroici bagnini di Baywatch. Oggi nel fiore dell’età, si augura un ambiente di lavoro come quello di Ally BcBeal, con il successo e la bravura di Dottor House, un marito come Neal Caffrey ed un amante come Damon Salvatore, per una vecchiaia scoppiettante come quella di Nora Walcker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio