Hart of Dixie

Hart of Dixie – 2.06 I Walk the Line

Perdonate l’enorme ritardo, ma questa settimana “Hart of Dixie” si è fatto attendere a lungo!
Per fortuna che in serbo per noi c’era un bell’episodio!

Centrale nella trama sono le elezioni che vedono fronteggiarsi Levon e Ruby. I due candidati, sebbene desiderosi di divenire primi cittadini di BlueBalls, scoprono la “fiamma sacra” che li unisce, a discapito della povera Lemon, ormai rassegnata all’idea di accettare i reali sentimenti per Levon.

Il giorno delle elezioni coinvolge tutti i personaggi, mobilitando l’intero team pro-Levon, convinto più che mai a farlo vincere, ancora una volta. Mentre Lemon accaparra voti, in cambio di promesse e servizi, George è alle prese con la sua nuova fidanzata, del tutto convinta a non votare. Ma a richiedere tutte le energie del “tonto” avvocato è l’ex moglie di Wade, una nostra vecchia conoscenza, stanziata con un camper a due metri dai confini di Blueballs. I vecchio personaggio ha rispolverato antichi ricordi, come l’accidentale infortunio di George, sparatosi ad un piede, ma soprattutto il sogno nel cassetto di Wade di aprire un locale tutto suo. Mi chiedo come mai, gli autori non abbiano deciso di approfondire l’argomento. Dopo un intero episodio della prima stagione incentratosi su questo obiettivo, di punto in bianco non vi è stato più alcun riferimento al desiderio di Wade di realizzarsi. Ora che il personaggio si avvia ad una crescita, un evoluzione, grazie anche alla nuova relazione con Zoe, credo proprio che il suo sogno dovrebbe tornare ad interessarlo ed interessarci!

Mentre la relazione tra Wade e Zoe, sembra andare a gonfie vele (divertente la scena in cui Lemon nota la camicia di Wade indossata da Zoe), lo stesso non si può dire del dottor Breeland, che vive un amore a distanza con Emily. Un amore tormentato. Sarà proprio Zoe ad aiutarlo, dimostrando ancora una volta come il rapporto tra i due colleghi stia migliorando. Rispetto e stima reciproca, li accompagnerà lungo l’episodio!

Nel complesso devo confessare che questo “I Walk the Line”, mi è piaciuto particolarmente.

Nonostante reputi questo telefilm un buon prodotto, credo che questa settimana ci è stato presentato un episodio lodevole. Intorno alla questione principale si sono sviluppate più vicende, concatenate, ma indipendenti, ciascuna, capace di coinvolgere i vari personaggi, senza lasciarne nessuno nell’ombra.

Gli autori hanno saputo, a mio avviso, sfruttare in modo completo, il ricco materiale a loro disposizione, senza dimenticare l’ironia e la leggerezza che caratterizzano questa serie.

Speriamo che continuino così!

Comments
To Top