fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Grey’s Anatomy: Recensione dell’episodio 10.11 – Man On the Moon

C’è aria di nozze al Seattle Grey (ops Grey-Sloan Memorial me ne scordo sempre) e nonostante i matrimoni già celebrati innumerevoli volte non abbiano avuto grande successo, gli sceneggiatori continuano a credere nel ‘” fin che morte non vi separi”, anche se questa volta chi andrà all’altare non è uno dei personaggi più amati della serie. Diciamoci la verità signori, a chi piace la Kepner? Perché, per quanto l’attrice, che io ho adorato in Everwood, sia molto brava ad interpretare il ruolo di donna fragilina e insicura ma di grande forza interiore, Alice Kepner è entrata nel cast come medico esterno all’ospedale a causa della fusione ed è scampata a tutti i disastri che hanno travolto il resto dei protagonisti, è sopravvissuta al fallimento del test di medicina con pochi danni, è riuscita a far innamorare di se lo stupendo Jackson ed ha pure ottenuto una proposta di matrimonio in stile Glee; un po’ troppo fortunata non vi pare? Sarà per questo che i fan hanno sempre la sensazione che sia leggermente lontana dall’universo Meredith e che quindi la Shonda abbia deciso bene di concentrare l’attenzione su di lei per questa decima stagione. Ma, sinceramente, non mi trovo d’accordo con la Rhimes e se i risultati sono episodi come questo forse faccio bene.

In “man on the moon” l’attenzione si focalizza su due nuclei centrali: il divario sempre più grande tra Mer e Christina e le tanto attese nozze, per continuare con il discorso di poche righe sopra. Esaminiamo prima quest’ultimo:

Nozze… Rosse?:

Alice viene assaltata dalle sorelle che sono venute a svolgere il loro compito di damigelle ma che, a quanto pare, non riescono a vedere quanto il loro “anatroccolo” sia maturato e cresciuto in questi anni; tutto ciò fa infuriare la sposa che per tutta risposta, durante l’addio al nubilato, le caccia via in malo modo. Ma non sono solo le tre sorelle rosse che creano problemi a Alice, GA 10X11pare che anche tra il suo futuro marito e l’uomo che le ha preso la verginità ci siano delle frizioni che non si risolvono completamente neanche alla fine e fanno presagire una fuga all’altare il prossimo episodio.

Ed è qui che, per quanto ami questo show, il mio spirito critico fa le capriole: ma come è possibile che ancora Jackson non riesca ad accettare Matthew come futuro sposo delle Kepner? Pochi episodi fa si mostrava sicuro di se stesso, dei suoi sentimenti, e ora continua a non volersi presentare al matrimonio; ma stiamo parlando dello stesso personaggio, oppure la sua caratterizzazione cambia a seconda delle esigenze di copione? Comunque, resta il fatto che questo matrimonio rientra sempre nel già visto, a prescindere da quale sbocco possa avere, a meno che non inizi a suonare “the Rains of Castamere”…

Pecore competitive:

Oltre ai preparativi per il matrimonio, all’ospedale si fa la storia della medicina; tutti i nostri dottori se ne stanno nelle loro salette; Derek impegnato con mani meccaniche insieme a Callie, che riscopre cosa voglia dire essere una coppia; la Bailey impegnata a cercare di convivere con l’OCD e il suo smanioso desiderio di operare; Meredith che fallisce miseramente il primo tentativo di impianto su una povera pecora lanosa; Cristina che finalmente riesce a far fruttare tutti i suoi sforzi per ottenere la stampante 3D, salvando la vita ad un piccolo bimbo, senza scordarsi di andare a letto con Ross. Ora, di tutto questo turbinio di informazioni, sorprende come nessuna sia davvero utile a portare avanti un minimo di trama orizzontale, se non quella riguardante il litigio tra Mer e Cri,GA 10X11 (2) ed anche questo rimane comunque ancora appeso ad un filo; le due riescono solo ad aggiungere astio su astio, senza però voler porre fine a tutto ciò. Ed anche qui il mio essere “recensore” non può fare a meno di commentare: perché impantanare Derek e la Bailey in due storyline senza senso e far prendere al personaggio della Oh questa direzione? Vi prego, salviamo la Yang! Salviamola dalla penna degli sceneggiatori, aiutando il suo personaggio ad uscire di scena degnamente, dopo dieci anni straordinari glielo dobbiamo.

Alex, grazie!:

Karev, alla fine risulta essere l’unico personaggio la cui storyline è intrigante ed in qualche modo avvincente, perché porta un po’ di novità, perché possiamo finalmente vedere la psicologia del nostro pediatra, approfondita, perché dopo dieci anni è lui protagonista e non la sua fidanzata di turno e speriamo che continui su questa scia.

Puntata che continua ad essere un mero “diario di viaggio” delle avventure di Meredith Grey&Co.

E chi ha voglia di continuare a leggerlo?

Io sempre meno.

Good Luck!

10.11 - Man On the Moon

Karev-dipendente

Valutazione Globale

User Rating: Be the first one !

La_Seria_

Studentessa universitaria, persa nella sua Firenze,sfoga lo stress da esame nello streaming selvaggio, adora le serie crime e fantasy lasciandosi trasportare a tratti dai teen drama. Cerca ancora di capire perchè le piace la pioggia incessante

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio