fbpx
Grey's Anatomy

Grey’s Anatomy: Recensione dell’episodio 10.05 – I bet it Stung

Dopo una festa sconvolgente e poco professionale, in cui metà del team medico ha tracannato quantità indecenti di alcol (solo per operare, qualche minuto dopo), torniamo ad affrontare problemi quotidiani, nel Grey Sloan Memorial (sperando che non cambino il nome domani!). L’episodio di questa settimana potrebbe benissimo essere definito ‘episodio dei confronti’: ognuno, all’interno dell’ospedale, si confronta con qualcun altro, sempre che non debba già confrontarsi con se stesso, come spesso può e deve succedere.

greys_3Il confronto che ho trovato, personalmente, più interessante è stato quello di Meredith e Cristina. La giovane dottoressa Grey, che ha di recente iniziato una doppia vita (più stile Claire di Modern Family che Batman o Superman), dividendosi tra ospedale e la famiglia, spera di tornare a lavorare in grande stile, assistendo Cristina in un intervento cuore-fegato che, mi è parso di capire, essere molto raro. Sfortuna vuole che, pochi minuti prima di arrivare in sala operatoria, Zola si faccia male, costringendola a scegliere tra due cose a cui tiene enormemente e a quale delle due dare la precedenza: vince la figlia, su questo non c’è da discutere. Questo tuttavia mette Cristina nella posizione difficile di scegliere tra la lealtà verso la migliore amica e la lealtà verso la paziente che, alla fine, ha naturalmente la meglio. Il confronto tra Cristina e Meredith è stato molto difficile e intenso: è raro vedere le due litigare, dato che sembrano sorelle divise alla nascita e si vogliono un bene ultraterreno. Ma, come fa notare Cristina all’amica, si trovano ora su due piani differenti, in cui ciascuna ha dato una preferenza ad un aspetto particolare delle proprie vite; non dà a Mer la colpa di essere diventata mamma ma cerca anche di farle capire che questo, inevitabilmente, ha condizionato il suo essere dottore. La difficoltà, ovviamente, è dettata anche dal passato della Grey, che tutto vuole fuorché ripetere gli errori della madre e dunque provarsi inadeguata in quel ruolo. Personalmente penso sia stato un momento intenso, forse uno dei più intensi tra le due donne.

Un altro confronto, molto più leggero e ironico, è invece quello che ha messo a confronto le due donne della vita di Jackson: sua madre e Stephanie. Devo dire che niente è peggio che farsi beccare dalla madre del tuo fidanzato mentre lo stai baciando, mezza nuda, sull’ormai famoso ‘lettino’. E questo senza ancora conoscerla. I tentativi di Stephanie di riconquistare la madre di Jackson culminano greys_2con un pene gonfio (no, non è uno scherzo) che, come se non bastasse, aggiunge la ciliegina sulla torta per la situazione più imbarazzante che esista. Il ricongiungimento e chiarimento finale tra le due donne è stato leggermente forzato ma, naturalmente, più che necessario, dato che sembra che la relazione tra Avery e Stephanie debba andare in porto.

Altrettanto divertente, anche se probabilmente meno esplicito, è l’equivoco tra Arizona e la povera Leah. Qualche bicchierino di troppo e un risveglio alla Hangover mettono in testa alla dolce dottoressa bionda pensieri ambigui circa la natura del suo incontro con Leah, dopo la festa dell’ospedale. Tale incertezza viene alimentata da riferimenti poco casuali e piuttosto mirati di Leah, che appare dovunque, neanche fosse un piccolo gnomo da giardino. Per fortuna – anche se sarebbe stato molto più divertente se fosse greys_1effettivamente successo qualcosa, tra le due – si scopre che nulla di grave ha macchiato la già sporca fedina nuziale di Arizona. Callie, d’altro canto, se la balla allegramente, riscoprendo un po’ se stessa. Era quasi ora, ragazza!

Merita, infine, un accenno Karev. Mi aspettavo riuscisse finalmente a parlare con il padre, dopo tutto quello che è successo tra lui e Jo e i tentativi della ragazza di riportare i due ad avvicinarsi. E’ un peccato ma, alla fine, Alex resta ciò che è sempre stato e fare un passo indietro, per non restare ferito (per l’ennesima volta) mi sembra un atteggiamento protettivo completamente logico!

Una puntata senza nessun morto, nessuna esplosione e nessun ferito terminale: mi sento tanto ottimista da voler quasi fare un calendario stile Beth in Te Walking Dead. Una settimana senza incidenti. Speriamo bene per le prossime!

Comments
To Top