Recensioni Serie Tv

Grey’s Anatomy: recensione degli episodi 12.18 – There’s A Fine, Fine Line e 12.19 – It’s Alright, Ma (I’m Only Bleeding)

Grey's Anatomy

Un filo unico lega queste due puntate di Grey’s Anatomy, univoco e irrevocabile. Il primo dei due episodi, There’s A Fine, Fine Line, si concentra su due personaggi: Ben Warren e Miranda Bailey. Ben è colpevole di aver commesso un enorme errore di valutazione nel caso di Gretchen McKay, paziente 35enne incinta di trentaquattro settimane. La donna, arrivata in ospedale con gravi lesioni a causa di un incidente automobilistico, dopo un primo controllo in cui sembrava stabile va in ipotensione e Ben decide di procedere con un intervento di cesareo in un corridoio, un intervento “da macellaio” come sarà definito in seguito. Perché? Perché Ben (accompagnato da DeLuca) prende questa decisione? La questione è molto complessa.

Grey's Anatomy ben e mirandaTutta la puntata è un grande processo alle intenzioni. Il concatenarsi di vari eventi porta alla tragica situazione che, dolorosamente, coinvolge tutto l’ospedale, soprattutto Bailey e Warren. Alex, nei primi minuti, denuncia la scomparsa di un bambino nell’ospedale che potrebbe essere fuggito. Il bambino è molto malato e subito tutti si allarmano pensando a qualcuno che ruba i bambini all’interno del Grey Sloan Memorial Hospital. Per questo motivo la Bailey, insieme a Karev, dichiara un codice rosa, una situazione in cui l’ospedale è in isolamento completo, porte e ascensori chiusi, bloccati completamente. Il caso vuole che, proprio in quei minuti, Warren e DeLuca con la paziente gravida e ipotesa, rimangano bloccati in un corridoio tra porte e ascensore a causa del codice rosa. La donna è in arresto, il tempo scorre, non si sa per quanto durerà l’isolamento e quindi Ben decide di tagliare, pur essendo solo uno specializzando, pur non avendo assolutamente le competenze per farlo. L’esito è tragico. Portata urgentemente in sala operatoria la donna muore, lasciando i suoi tre figli orfani di madre, e muore anche il piccolo nel suo grembo.

Per tutto l’episodio ci interroghiamo su cosa sia giusto pensare. Se Ben ha agito con cognizione di causa o no, se è da capire o no. Ma c’è un ma. Il bambino perduto di Alex viene ritrovato quasi subito dopo l’inizio del codice rosa e quindi dopo pochi minuti l’isolamento viene tolto e l’ospedale riprende a funzionare regolarmente. Ben si giustifica dicendo che comunque non aveva scelta essendo rimasto bloccato ma, purtroppo, alla fine dell’episodio scopriamo che non è così. Le porte dell’ascensore, infatti, si erano riaperte pochi secondi prima che lui cominciasse a incidere, avrebbe quindi potuto benissimo chiamare un suo superiore o chiamare l’ascensore per salire ai piani successivi e trovare una sala operatoria. Inoltre, ricordiamo che Ben Warren non è nuovo a questo tipo di cose. Due puntate fa aveva già tentato un’operazione illegale ed era stato fortunato, essendo il paziente sopravvissuto e cavandosela lui con soli tre giorni di sospensione. Ma il vero dramma riguarda Miranda Bailey. Lei, infatti, oltre ad essere il capo dell’ospedale è la moglie di Ben e sa di non poter essere oggettiva anche se ci prova, sa di non poter essere pienamente né l’una né l’altra cosa. Webber dà il suo giudizio, crede Ben sia stato arrogante, ma le chiede di non affidare ad altri la decisione che solo lei può prendere.

Grey's Anatomy arizonaNella puntata successiva invece, It’s Alright, Ma (I’m Only Bleeding), Bailey fa proprio quello che le era stato chiesto di non fare, almeno in parte. Istituisce un consiglio provvisorio formato da Meredith Grey, Owen Hunt e Maggie Pierce e rilancia a loro la cosa, chiedendo al consiglio di esprimere una decisione in merito alla questione per poi provvedere lei, in quanto capo di chirurgia, a dare un giudizio finale. Dei tre strutturati, Maggie Pierce sembra essere l’unica davvero oggettiva mentre gli altri due sono troppo coinvolti dall’intervento di Nathan Riggs sul caso della McKay. La decisione finale è 6 mesi di sospensione per Ben, a mio parere molto fortunato a non essere stato licenziato. Nonostante tutti abbiano creduto al fatto che lui veramente, preso dal fare del proprio meglio per salvare la vita alla paziente, non abbia visto la porta aperta, io credo che un provvedimento del genere sia poco verosimile per una cosa del genere, soprattutto vista la morte dei due pazienti. Interessante il binomio, la dicotomia che Shonda ci mette davanti agli occhi. Miranda definisce “Chiesa e Stato” il rapporto tra lei e Ben, a casa e in ospedale, un paragone tanto calzante quanto drammatico. Perché se da un lato l’amore è la cosa che più unisce, dall’altra sappiamo che lavoro e affetti molto spesso non funzionano, soprattutto quando uno dei due partner è il capo dell’altro. Toccanti le scene in cui Miranda Bailey parla con la più grande dei tre figli di Gretchen, Jasmine, così matura da comprendere nello stesso giorno la morte della madre e lo stato vegetativo del padre Omar, il cui risveglio a fine puntata (nonostante il divieto di rianimazione) avrà del miracoloso. Chandra Wilson, storica interprete di Miranda Bailey all’interno di Grey’s Anatomy, torna ad occupare un ruolo centrale e da protagonista in questa puntata, cosa che forse non accadeva dai gloriosi tempi della prima e seconda stagione (almeno in questa misura!). Quello che mi sento di dire è che un’attrice straordinaria come lei ha forse perso smalto ad impersonare un personaggio per troppo tempo lasciato andare come quello di Miranda Bailey, così temibile nelle prime stagioni e decisamente messo in secondo piano negli anni. Rimane il carisma e la resistenza di essere uno degli unici quattro personaggi (insieme a Meredith, Karev e Webber) ad essere presenti fin dal primo episodio della prima stagione e questo è un pezzo di cuore che non si può ignorare.

Grey's Anatomy april e jacksonNegli angoli smangiucchiati di questo megacaso che occupa la maggior parte degli 82 minuti di questa settimana, Shonda coltiva (e complica) a poco a poco le altre storie all’interno dell’ospedale. April e Jackson sono alle prese con due avvocati per la questione dell’ordinanza, ma tra tribunali e atti processuali spunta fuori il sorriso e il sollievo nello scoprire di aspettare un bambino sano. Toccante la scena in cui April, dopo l’ecografia, fa sentire a Jackson il battito del loro bambino, una scena d’amore tra due persone che si sono amate. So di essere un romantico e che ormai quasi tutto è andato, ma ancora spero in un colpo di scena tra questi due, che scavalchi tutte le Catherine Avery, le ordinanze restrittive e le lotte in tribunale per le custodie esclusive. A questo proposito Shonda si lascia decisamente sfuggire la mano. Vedere Arizona Robbins rivolgersi allo stesso avvocato di April per chiedere la custodia esclusiva di Sofia l’ho trovato eccessivo e gratuito. In effetti ho trovato Callie un po’ frettolosa nel dire a Penny che la seguirà a New York un anno intero per la borsa Preminger da lei vinta con Sofia, ma voglio credere esista un mondo in cui si può prima parlare senza mettere di mezzo gli avvocati, discutere tra genitori, compagni, fidanzati prima di farsi guerra senza pietà. Prevedo guai anche tra Callie e Arizona quindi, guai che andranno a intaccare l’amore tra Callie e Penny. Chi più ne ha più ne metta. Maggie affronta Riggs con intelligenza e onestà (forse l’unica che lo fa insieme ad Amelia) e sembra che la strada della redenzione per lui cominci ad aprirsi. Vedremo come andrà.

Due puntate lunghe, una recensione lunga e tutto sommato pochi punti di svolta, pochi passi in avanti, pochi sviluppi. Stabile, niente più. Consiglierei a Shonda e alla sua squadra di sfruttare meglio il tempo a loro disposizione perché il finale di stagione si avvicina e le emozioni forti stentano ad arrivare.

Per restare sempre aggiornati su Grey’s Antomy, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Grey’s Anatomy Italia, Thank God is Tursday – SHONDALANDPrendi me, scegli me, ama me. E non dimenticate di di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

12.18/12.19 - There's A Fine, Fine Line/It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)
  • Stabile
Sending
User Review
3.25 (4 votes)
Comments
To Top