fbpx
Gotham

Gotham: Recensione dell’episodio 1.01- Pilot

Disclaimer necessari:
1) Amo moltissimo il personaggio di Batman ma non ne ho mai letti i fumetti.
2) Aspettavo questo pilot come un bambino aspetta la notte di Natale.

Detto questo lo devo ammettere: un filetto di delusione che mi rode c’è l’ho. In una stagione telefilmistica che non si presenta ai miei occhi esaltantissima, puntavo tutte le mie fiche su questo pilot, pur consapevole che si trattasse di un azzardo rischioso.

Quando si ha a che fare con una storia ben conosciuta, dei personaggi praticamente mitici e una schiera di fan che hanno un’immagine già ben radicata nella mente, è dura spuntarla. Si tratta di regalare nuova luce ad una storia famosa, senza però spingersi tanto in là da snaturarla. E’ una formula alchemica delicata che rischia molto spesso di produrre dei minestroni ingestibili o dei lavori poco ispirati.
Gotham in verità non osa né in un senso né nell’altro, presentandosi come un prodotto di buona qualità ma incapace di veri slanci.

Gotham101-04Il telefilm sceglie di seguire i primi passi a Gotham del detective, fresco di nomina, Jim Gordon, colui che in un futuro lontano diventerà uno dei maggiori alleati di Batman e l’unico baluardo di inflessibile rettitudine in una città marcia e corrotta. Lo scenario offerto e lo spazio di manovra sono vastissimi, poiché questa fetta di storia è stata trattata solo brevemente nei fumetti e il compito, nell’affrontarla, è svolto benino. I punti irremovibili della trama, come l’omicidio dei Wayne, origine di tutto, vengono affrontati con semplice reverenza al materiale originario. E poi c’è l’introduzione precisa dei personaggi principali: con Jim che è il bravo ragazzo deciso a fare la cosa giusta ad ogni costo e il suo partner Harvey, più scafato e un po’ irritante, ma che in fondo non è del tutto cattivo e ha semplicemente imparato a sopravvivere. Ma anche qui il ritratto è un po’ didascalico ed è più uno spiegare con precisione che un mostrare con intelligenza.

Un altro problema considerevole di questo pilot è la sua incapacità di farci intuire che piega prenderà la serie, cosa che, se a volte può rivelarsi una premessa interessante, in altri casi crea una certa confusione. In quaranta minuti ci viene offerta una schiera di mostri sacri della saga di Batman senza che ci sia data la possibilità di capirne il senso. Poison Ivy, il Pinguino, Catwoman, Joker (?), l’Enigmista (???) e lo stesso Bruce hanno un evidente problema di età che rende difficile inserirli in questo tipo di narrazione, a meno che non si abbia in testa di realizzare una versione teen dell’universo di Batman (idea che potrebbe anche avere dello stuzzicante). Omaggio sfrenato in formato abbuffata per i fan o vero tentativo di portare avanti questi personaggi all’interno di una narrazione complessa? E se la prima mi sembra un’idea abbastanza sciocca, la seconda mi pare un’idea davvero implausibile.
Quanto a Bruce credo e mi auguro che la sua presenza verrà articolata sul lungo termine. Lo sbocciare di una complicata amicizia tra Gordon e il futuro Batman, lo confesso, era anch’esso un aspetto che mi affascinava, soprattutto avendo parecchia fiducia nella capacità di David Mazouz. Ma che farmene della classica condivisione istantanea di genitori morti? E delle multiple promesse con annessi discorsi improbabili rivolti ad un ragazzino davvero giovane, traumatizzato e appena incontrato? Purtroppo quelle tra Bruce e Gordon sono state alcune delle scene più forzate dell’episodio. E per altro… che problemi aveva Alfred?Gotham101-03

E la domanda su cosa aspettarci dai prossimi episodi resta valida. Con il chiaro intento criminale dietro alla morte dei Wayne, la trama orizzontale è stata tracciata, ma il fantasma di un procedurale ambientato a Gotham aleggia su tutti noi. Saranno invece in grado di offrirci un noir ben costruito e d’atmosfera? L’introduzione di Falcone a dire il vero è uno dei pochi elementi che mi fa ben sperare per il futuro.

Quello che sicuramente funziona e si merita un ottimo voto in questo primo episodio sono le ambientazioni e la ricostruzione di una Gotham che, seppur moderna, conserva un carattere un po’ retro e una qualità di vaga irrealtà tipica del materiale originario. Bella la stazione di polizia, bellissimo il locale di Fish Mooney. E’ vero, tutto molto classico. Si sarebbe dovuto osare di più e cambiare radicalmente? Difficile e rischioso. Il mood è perfetto e la palette di colori freddi ottima. L’apparato tecnico è più che buono con una regia solida e delle scene di azione ben gestite, mentre purtroppo ho trovato davvero stucchevole la colonna sonora. Troppo pomposa e ingombrante in alcuni punti, troppo intenta a sottolineare con entusiasmo i momenti salienti in un tentativo esagerato di imitare l’Elfman dei film di Burton. Mi auguro che in futuro la ridimensioneranno un po’.

Gotham101-02Gli attori mi sono sembrati azzeccati e ben scelti (ottimo l’inquietante Robin Lord Taylor nei panni di Penguin), mentre mi lascia un filo più perplessa proprio il protagonista su cui avevo riposto le maggiori aspettativee. Ben McKenzie, pur con un viso non troppo mobile, è un bravo attore e lo sa chi ha seguito Southland. Recita il ruolo del poliziotto a menadito avendone appena dissmesso i panni ma si trova per le mani un personaggio difficile e cioè quello del buono a tutti i costi, di quello che fa sempre la cosa giusta. Si sforza quindi un po’ troppo di mostrare un lato più tagliente di Gordon, in una sceneggiatura che non offre molto spazio di manovra, e ottenendo quindi risultati alterni.

In conclusione è difficile dare un giudizio definitivo a questo prodotto. Non è brutto tanto da volerlo buttare né abbastanza intrigante da dirsi davvero promettente. Troppo difficile intuirne il tono, il ritmo e la direzione in un pilot che aveva tanto da presentare e che lo ha fatto con molta cautela e poca personalità. Purtroppo la possibilità di miglioramento è solo pari alla possibilità di perdersi nella banalità. Ci toccherà sospendere il giudizio fino a nuove prove. Io continuo a sperare in bene.

Per restare sempre aggiornati su Gotham, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Gotham Italia

Comments
To Top