Gotham

Gotham: Recensione dei primi due episodi della terza stagione

gotham

Gotham è stata una specie di diesel. Prima si è impennato, poi ha avuto un calo qualitativo e poi ha trovato finalmente il suo ritmo. La serie che segue le gesta di James Gordon in una Gotham City precedente all’arrivo di Batman si presenta così alla sua stagione con una solidità narrativa ed una acquisita maturità.

I mostri a Gotham

gotham_12La seconda stagione di Gotham si era conclusa con l’arresto di Hugo Strange, mentre le sue creature erano riuscite a  fuggire dai sotterranei di Arkham dove erano rinchiuse, capitanate da una Fish Mooney (Jade Pinkett Smith) desiderosa di vendetta e di potere.

Intanto James Gordon (Benjamin McKenzie) era andato via dalla città per raggiungere la sua amata Lee Thompkins (Morena Baccarin), per poi scoprire che la donna era andata avanti e aveva trovato un nuovo amore.

Così il futuro Commissario del GCPD torna nella “ridente” cittadina, che vedrà Batman tra i suoi esponenti di spicco, ed inizia un’attività di cacciatore di taglie, mettendo nel mirino i mostri usciti dall’ex manicomio criminale.

Chi altri è andato avanti è sicuramente Barbara Keane che, lungi dall’essere rinsavita, ha pensato bene di ricongiungersi con la Galavan e gestire un night club alla moda. La miscela delle due personalità e cattiverie è letale come bìvengono a sapere gli esponenti della mala locale.

Nello sviluppo corale della trama di Gotham c’è ovviamente posto per il personaggio più interessante, il Penguino e chi se no?!

Oswald Cobblepott, alleatosi con Butch, ricerca in modo ossessivo Fish Mooney, tanto da evitare di ammazzare La Galavan che, come lui le ricorda, ha ucciso sua madre.

gotham_2A Gotham si è però scatenata la caccia all’uomo, il bersaglio è Hugo Strange, tra le cacciatrici c’è anche Valerie Vale (Jamie Chung), giornalista a caccia di scoop e nuovo personaggio della serie…..e Bruce Wayne?

Il futuro uomo pipistrello deve riprendersi dalle rivelazioni della scorsa stagione, peccato che, per le strade di Gotham si aggiri un suo clone privo di memoria, ma la metamorfosi più straordinaria attende Poison Ivy.

Batman senza Batman

Sin dalle prime immagini di Gotham, ma anche e soprattutto dal momento in cui l’idea è baluginata nelle loro menti, gli autori si sono chiesti un interrogativo fondamentale: è possibile realizzare una serie di Batman senza Batman? Si parla di uno dei personaggi più iconici del fumetto mondiale, che ha varcato i confini per divenire un simbolo pop.

La prima stagione ha avuto dei cali che avevano portato la serie sul baratro narrativo, mentre alcune idee azzeccate e la potenza dell’ambientazione hanno permesso a Gotham di guadagnarsi uno zoccolo duro di fan che ne stanno decretando un discreto successo. La terza stagione, almeno nelle premesse, garantisce allo spettatore un gusto saporito e stuzzicante, una trama abbastanza interessante e, naturalmente, un’ambientanzione che da sola vale il prezzo del biglietto.

Gli autori poi, usando una tecnica molto apprezzata, sapientemente mischiano elementi temporali dal passato, dagli anni 30 e 50 con quelli presenti, ricreando un’atmosfera senza tempo, in cui il pubblico comunque si trova a suo agio, garantendogli punti di riferimento fissi.

gotham_3La terza stagione di Gotham conferma anche l’ottimo livello attoriale, con il Pinguino (Robin Lord Taylor) a fare da capofila ad uno stuolo di performer preparati ed a proprio agio con i personaggi. Purtroppo a fanalino di coda troviamo proprio il protagonista, quel Banjamin McKenzie che, sebbene non dotato di quale espressività, riesce a dar al mondo un James Gordono credibile e tutto di un pezzo.

Alal luce dei primi episodi, la terza stagione di Gotham non può che ricevere un buon giudizio, naturalmente a chi da sempre è invisa resterà tale, ma i fan al contrario non solo si troveranno a proprio agio, ma saranno invogliati ad approfondire la visione, grazie a quello che rimane uno degli universi narrativi meglio descritti di sempre.

In attesa delle prossime recensioni, non dimenticate di mettere un like alla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornati su tv e cinema.

01 - Mad City: Better to Reign in Hell e 02 - Mad City: Burn the Witch
  • Buone premesse
Sending
User Review
0 (0 votes)
Comments
To Top