fbpx
Go On

Go On: Recensione dell’episodio 1.11 – The World Ain’t Over ‘Til It’s Over

Anche l’eccentrico gruppo di sostegno del vedovo Ryan King festeggia il natale!! E non poteva farlo, se non nel modo più assurdo possibile.

Mister K. suggerisce ai presenti di vivere quel giorno come se fosse l’ultimo della loro vita , poiché crede nella profezia dei Maya: idea pazzesca quanto fonte di profonde meditazioni per tutti! Così Ryan, propinando le solite riflessioni sul giusto modo di vivere la vita, trascina Anne ad una degustazione di vini per distrarla dal dover portare il lutto e consiglia Lauren di non accettare la proposta di matrimonio se è indecisa (If you don’t know, you know). Neanche Wyatt, il boyfriend di Lauren, ha vita facile, perché Sonia e Yolanda gli danno dei pessimi suggerimenti su come fare la proposta perché preoccupate di perdere la loro leader; poi, pentitesi, inscenano un bizzarro siparietto per indicargli mosse e frasi giuste!!

Anne ringrazia Ryan per averle fatto apprezzare quel giorno vissuto serenamente (ed aver assistito agli effetti del vino sulle guance di Steven..), senza tralasciare di riprenderlo per gli inappropriati consigli fatti in materia sentimentale, visto che lui stesso (come ricorda) fu costretto da Janie a farle la proposta. Per fortuna l’indecisione di Ryan non ha influito sulla scelta di Lauren che ha risposto di “si” al suo ragazzo.

Tra canti inventati e neve finta, il gruppo di amici si scambia gli auguri!

Arriva il fall season finale di questa graziosa comedy, che reinterpreta un argomento certamente triste (il lutto) in maniera agrodolce, lo racconta in modo semplice ma non superficiale. Dopo un pilot geniale, la serie in questi primi undici episodi è cresciuta, assieme ai suoi protagonisti, indicandogli la strada per guarire ma – allo steso tempo – rendendoli una squadra indissolubile (da cui nessuno vorrebbe mai andar via: come è capitato a Yolanda).

Il legame tra i vari personaggi si salda sempre più, episodio dopo episodio: Anne si rivolge a Ryan per accompagnarla ad un party, Owen instaura con il conduttore radiofonico un rapporto di fratellanza che ricalca quello che aveva col fratello, Sonia arruola Don nella ricerca del gatto e trova – forse – anche l’amore, e poi Ryan inizia a affacciarsi (di nuovo) nel mondo degli appuntamenti con le donne .. e lo fa con un atteggiamento sensibile ma ironico (bella la scena quando entra nel panico perché teme di aver perso la fede nuziale!).

Nelle vicende concitate di questi singolari individui, c’è pure il tempo per assistere meravigliati alla improbabile (ma non impossibile) lista di cose da fare del cieco George, e alla visita nell’episodio “Dinner takes all” della comica Lauren Graham. Note positive: oltre la trama ed il cast ben assortito, ed escludendo i divertenti quanto bravi Matthew Perry e Laura Benanti, trovo sempre formidabile l’irascibile Anne, interpretata da una eccezionale Julie White!!

Riflettere sulla vita con spensieratezza e coscienziosità, senza dimenticare di “Live while you can. (The life) Goes by just like that”.

Comments
To Top