fbpx
News Serie TVSerie Tv

Glee, Lea Michele: “Girare l’episodio tributo per Finn è stato terapeutico”

“Ho perso due persone: Cory e Finn.” Ha detto Michele a TV Week Australia. “Girare l’episodio è stato molto terapeutico”, ha spiegato Lea, 27 anni. “Noi attori del cast abbiamo cantato e parlato di lui nall’auditorium, ci è sembrata la cosa giusta da fare anche per Finn”. Tutti continuano a chiederle se è stato difficile tornare sul set senza Monteith, “ma la verità è che non è più dura al lavoro di quanto lo sia nella vita di tutti i giorni, anzi è meglio affrontarlo tutti insieme aiutandoci a vicenda”. L’attrice non ha ancora guardato l’intero episodio, ma dice “è stato perfetto, era qualcosa che dovevamo fare tutti insieme”.

Il dolore è ancora molto recente, ma “mi sveglio ogni giorno e mi sembra di essere in un incantesimo. E’ vero, ho avuto Cory nella mia vita per poco tempo, ma sono stata abbastanza fortunata da poterlo conoscere”.

Questa bellissima e talentuosa giovane attrice ancora una volta dimostra la sua umanità e la sua sensibilità, estremamente forte in questo momento, così difficile per lei.

Simone Bottaro

Laureato in Lingue, letterature e culture straniere presso l'Università degli studi Roma Tre, ama leggere e scrivere. Appassionato di musica, cinema e serie tv, adora il mondo anglosassone e in particolar modo quello statunitense, ma ritiene assolutamente insuperabile la bellezza dell'Italia. Amante delle comedies musicali (Glee), segue tra gli altri generi Grey's Anatomy e How to Get Away with Murder.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio