fbpx
Glee

Glee – 1×05 The Rhodes Not Taken

Pochi giri di parole: miglior episodio di Glee fino ad ora. Perché? Semplice: soap inesistente, poco teen drama e, soprattutto, tanto tanto musical. I pezzi musicali sono stati semplicemente stupendi, con quel “Somebody to love” (Queen, ovviamente) finale da brivido. Finalmente si sono concentrati più sul Glee club e meno sulle relazioni al di fuori di questo (cosa accaduta negli episodi precedenti).

 

 

 

Ma c’è un’altra ragione per cui questo episodio mi ha particolarmente conquistato. Due Parole: Kristin Chenoweth. Eh già, perchè guest star dell’episodio è proprio lei, la indimenticata Olive di Pusing Daisies, nonchè affermata cantante/attrice di Brodway. E l’episodio, come il personaggio, le è stato cucito addosso alla perfezione.

E’ April Rhodes, una che ai tempi del liceo era la regina incontrastata del Glee Club, per cui Will (al primo anno, lei all’ultimo) si era preso una bella cotta. Motivo che lo spinse ad entrare nel club. Era una stella nascente che incantava tutti con la sua voce, il destino sembrava già scritto per lei, futura stella di Brodway. E invece no. A causa di una serie di scelte infelici, si ritrova ad essere alcolizzata (beve vino nel cartone) e nullafacente.

Perchè Will ha bisogno di lei? Perchè Rachel ha lasciato il Glee club per la parte da protagonista in Cabaret e, quindi, manca un componente al gruppo. Manca, soprattutto, una Voce. Grazie ad uno stratagemma “burocratico” (ad April mancano tre crediti per il diploma) e ad un discorsetto commovente di Will (del tipo, questo può essere un momento di gloria, con il quale andare avanti ed essere finalmente una stella), April accetta di ritornare a scuola e di unirsi al gruppo di ragazzi, inizialmente titubante, ma che si farà convincere molto molto facilmente.

E’ palese il mezzuccio narrativo utilizzato per introdurre il personaggio. Ma si chiude volentieri un occhio, perchè, grazie ad April, abbiamo momenti comici (quando insegna come rubare alle ragazze, per dirne uno) e, soprattutto, momenti musicali supefacenti. Sentire “Maybe this time“, tratta da Cabaret, in duetto con Rachel è straordinario. C’è chi addirittura si commuove (Kurt).

I ragazzi possono prepararsi così per la loro prima esibizione musicale, che si comporrà di due brani: “Last Name” di Carrie Underwood e “Somebody to Love” dei Queen. La prima cantata da Kristin, la seconda da Rachel. Eh già. A fine puntata April lascia ai ragazzi il loro momento di gloria e si fa forza per ottenere il suo, così Rachel, subdolamente plagiata da Finn, riprende il suo ruolo.

l Glee si è formato definitivamente. L’esibizione finale è da urlo. Vediamo ora come si comporteranno i ragazzi con le provinciali.

Stay tuned!

Comments
To Top