fbpx
10 cose che...

Gillian Anderson: dieci curiosità sull’attrice di The Crown e Sex Education

Adorata dai fan fin da quando interpretò la fantastica Agente Scully, tosta e intelligente, Gillian Anderson è diventata con gli anni un’assoluta sicurezza. Bravissima nel scegliere ruoli mai scontati in produzioni di grande qualità ci ha appassionato nei panni della detective Stella a caccia di un serial killer in The Fall, sorpreso nei panni di una sessuologa in Sex Education ed è pronta a stupirci ancora una volta come Margaret Thatcher nella quarta stagione di The Crown.

Se come noi semplicemente la ritenete un’attrice divina, sarete contenti di scoprire qualcosa di più su di lei.

Ecco 10 curiosità su Gillian Anderson

Gillian Anderson è sempre stata spericolata

È stata votata “Clown della calsse”, “Ragazza super bizzarra” e “quella che ha più probabilità di essere arrestata” dai suoi compagni di scuola al liceo. Ed infatti è finita agli arresti quella sera del diploma in cui ha cercato di incollare le serrature al suo liceo.

Iconica in X-Files

Lo scrittore di X-Files (1993), Chris Carter, è il padrino di sua figlia, Piper Maru. E il nome della bambina, Piper Maru, è stato l’ispirazione per il titolo di un episodio di X-Files (1993) che introduceva il famoso olio nero nella serie.

Troppo bassa e troppo sexy

Essendo alta un metro e sessanta, ben 24 cm in meno di David Duchovny, doveva salire su scatole e pedane per girare molte scene in X-Files (1993).
Durante le riprese, il suo neo vicino al labbro veniva coperto dal trucco perché ritenuto troppo sexy per il personaggio di Scully.

Eppure ha rifiutato una copertina di Playboy

Una volta ha ricevuto un’offerta per apparire sulla copertina e posare nuda per Playboy. Secondo un’intervista alla rivista FHM, le è stata offerta una quantità impressionante di denaro per togliersi i vestiti, ma Gillian ha rifiutato. “Ho rifiutato. Ma è stato molto lusinghiero ricevere l’offerta.” Ha dichiarato.
In molte classifiche è stata definita come la donna più sexy del mondo.

American Gods
Gillian Anderson in American Gods

Ma è la sua bravura a portarla lontano

Gillian Anderson è la prima attrice a ricevere un Emmy Award, un Golden Globe e uno Screen Actors Guild (SAG) tutti nello stesso anno.

Gillian Anderson contro la Neurofibromatosi

Dopo che il fratello di Gillian è morto in tenera età a causa di un tumore al cervello che era molto probabilmente collegato alla sua neurofibromatosi, è diventata un portavoce nella lotta contro la malattia. La malattia è genetica e colpisce il sistema nervoso provocando la crescita di tumori sui nervi.
Gillian Anderson si è battuta per far ottenere finanziamenti per la ricerca e si è persino rivolta al Congresso degli Stati Uniti nel 1996. Il suo obiettivo era educare e portare più consapevolezza alla causa.

LEGGI ANCHE: The Crown 4: Gillian Anderson interpreterà Margaret Thatcher nella quarta stagione

Ma è anche una paladina dei diritti delle donne

Gillian Anderson si è autoproclamata femminista e si è spesso battuta per i diritti delle donne. Come attrice, Gillian Anderson è sempre stata attratta da ruoli femminili forti. L’agente Dana Scully è stata sicuramente un ottimo modello per ragazze e donne ovunque. Il personaggio era forte, intelligente e spesso senza paura. Ha anche interpretato Stella in The Fall, un personaggio che non si fa problemi per la sua sessualità e che non si fa mettere i piedi in testa dagli uomini. Nella vita reale partecipa a campagne contro la violenza domestica nel Regno Unito e per una miriade di altre cause in tutto il mondo.

Sex Education - prima stagione

LEGGI ANCHE: Sex Education: Netflix ha rinnovato la serie per la terza stagione

Bisogna seguirla su Twitter

Se siete un fan dell’attrice, seguirla su Twitter è un ottimo modo per rimanere aggiornati su quello che sta facendo. È super attiva sulla piattaforma. Tweet, retweet. Spesso sulle cause in cui è coinvolta e non ha paura di dire la sua. E’ anche super divertente.

E’ anche una scrittrice

Recentemente ha pubblicato il libro, We: A Manifesto For Women Everywhere. Un manuale edificante, positivo e pratico per realizzare un cambiamento nella vita delle donne, con nove principi universali che aiutano ad affrontare le inevitabili sfide emotive e spirituali della vita.

Gillian Anderson ha fondato Sa-Yes

L’organizzazione benefica, Sa-YES, è stata lanciata nel 2008 e sta per “South African Youth Education for Sustainability”. L’organizzazione benefica cerca di fornire sostegno ai giovani emarginati in Sud Africa. Sa-YES si propone di formare mentori e volontari in modo che possano continuare ad aiutare i giovani emarginati. Gillian Anderson continua a essere attivamente coinvolta con l’organizzazione di beneficenza e nel 2013 ha persino venduto molti dei suoi fantastici abiti firmati per raccogliere fondi per Sa-YES.

Comments
To Top