Attori, Registi, ecc.

Giffoni Film Festival 2015: Mark Ruffalo incontra i giurati e si racconta

Il via alla nuova edizione del Giffoni Film Festival che ha come tema Carpe Diem. Uno dei più attesi ospiti di questa edizione – la cui partecipazione avevamo annunciato qui – è senz’altro Mark Ruffalo, che oggi ha sfilato sul blue carpet ed ha incontrato i 3600 giurati del festival nella sala Truffault, alla Cittadella del Cinema. L’attore 47enne era accompagnato dalla moglie, con la quale aveva trascorso i giorni precedenti a Sorrento, rilassandosi sulla Costiera Amalfitana.

L’attore ha parlato con i giurati di svariati argomenti, da quelli professionali a quelli più privati. Ha raccontato che da piccolo ha sempre voluto essere Hulk, ispirandosi anche a Marlon Brando e Jerry Lewis. ‘Mia nonna mi metteva a letto presto ma poi tornava sempre per dirmi che potevo venire e guardare un film con lei. – ha raccontato l’attore di The Avengers – E’ proprio in una di quelle sere che ho visto Un tram che si chiama Desiderio e ho deciso che volevo fare proprio quello, volevo essere un attore.’ Ha ammesso di trovare grande ispirazione anche in Marcello Mastroianni e, per quanto riguarda il cinema italiano, di apprezzare molto il lavoro di Fellini e Sorrentino – citando, naturalmente, La Grande Bellezza.

Molti sono stati curiosi di sapere come la parte di Hulk gli avesse cambiato la vita e lui li ha accontentati. ‘Mi hanno detto che se avessi ottenuto la parte, al mattino dopo avrei trovato una limousine nera ad aspettarmi. Sono andato a dormire alle quattro e poi, al mattino, ecco lì una limousine proprio davanti a casa mia.’ Ha poi aggiunto di essere stato molto fiero di aver recentemente collaborato al film The Normal Heart e si è detto entusiasta della decisione della corte suprema, in America, circa i matrimoni tra persone dello stesso sesso – malgrado sia arrivata in ritardo. Il suo prossimo film – Spotlight, accanto a Rachel McAdams e Michael Keaton – tratterà dei casi di pedofilia nella chiesa Cattolica.

Uno dei giurati gli ha chiesto circa i problemi di salute che ha dovuto affrontare, qualche tempo fa, dal momento che lui stesso è ora in una situazione del genere. L’attore ha scherzato con un ‘andate subito al punto, eh?’ ma non per questo ha desistito dal rispondere. Ha raccontato della terribile esperienza del tumore al cervello, che gli aveva procurato una paralisi facciale, pregiudicando il suo sogno di recitare. Ha superato la sua malattia, soprattutto grazie all’aiuto della sua famiglia e della preghiera. Poi, rivolto al giurato che gli ha posto la domanda, ha detto: ‘Non conosco la tua condizione, ragazzo, ma vedo che sei molto giovane e posso solo dirti che sei il io eroe.’

Inizia così il lungo viaggio che porterà cinema, cultura, arte e celebrità nella cittadina campana. A risentirci nei prossimi giorni!

Comments
To Top