fbpx
How to get away with Murder

How To Get Away With Murder: Recensione dell’episodio 3.04 – Don’t Tell Annalise

How To Get Away With Murder

Giambattista Vico, filosofo napoletano vissuto tra il XVII e il XVIII, propose al mondo una teoria singolare nota come “teoria dei corsi e ricorsi storici”. Quello che Vico affermava era semplice (per così dire): la storia ha una tendenza a ripetersi, esattamente con le stesse modalità, anche a distanza di molto tempo. Se volessimo analizzare a fondo la storia di Annalise Keating – e forse quella di How To Get Away With Murder in generale – scopriremmo che la teoria di Vico calza a pennello. Anche se, diciamocelo, in questo caso l’avvocato e professoressa Keating se le va letteralmente a cercare.

Episodio  Bonnie-centrico, tra ex-amanti, alcolisti e feste a sorpresa

htgawmSeguendo questo particolare episodio sembra di trovarsi in un girone dell’inferno dantesco (che Ron Howard non ce ne voglia!).  Mentre ad Annalise viene sospesa la licenza da avvocato, a fare le veci dei difensori della giustizia sono Asher e Bonnie. I due sono di nuovo insieme su un caso che definire crudele – visto in particolare il passato di Bonnie – è dire poco. Volendo entrare nel dettaglio di un episodio che ha dato tantissimo spazio a quasi tutti i suoi personaggi, si può facilmente dire che Bonnie ne è stata direttamente (ma anche indirettamente) la principale protagonista.

Da un lato è Bonnie a dover prendere le redini dei praticanti di Annalise, è lei a dover vincere il caso (nonostante il suo passato di abusi paterni) ed è sempre lei a dover fare la scelta più dura. Nessuno giudica il desiderio di un ragazzo che ne ha passate tante di risparmiare a suo figlio la stessa sorte, ma è proprio l’esperienza di Bonnie e il suo passato a porre sotto una luce diversa la sua relazione con una professoressa. Può centrare amore e affetto in equal misura, ma quello che prevale è la visione di una figura di potere che approfitta di un ragazzino minorenne, beccato a prelevare soldi da carte di credito rubate proprio a causa sua.

Paradossalmente la trama della professoressa e dello studente non è nemmeno quella più interessante. E’ il padre di Bonnie, quello ancora in vita in un reparto medico di un ospedale dimenticato da Dio, a fare da filo conduttore alla trama più intensa.  Non sappiamo ancora cosa abbia spinto Frank a rintracciare il padre di Bonnie e poi ad ucciderlo, ma sappiamo di certo che è stata una mossa da bad-ass. Una mossa che ha sicuramente riportato in buona luce l’altrimenti tenebrosa figura di Frank Delfino, che la scorsa stagione ci ha fatto dubitare per un secondo della sua predisposizione al bene.

htgawmCerto, Frank non è mai stato il personaggio che avremmo potuto definire “angelico” e, in una sfida tra lui e il diavolo è ancora incerto chi si troverebbe a restare in piedi, ma ci piaceva pensare a Frank come a qualcuno che è disposto a fare tutto pur di proteggere quelli che ama. Uccidere, mentire, andare contro la legge, tutto poteva essere giustificato. Anche in questa particolare circostanza è ammirevole che abbia fatto questo per Bonnie. Che sia stata forse lei stessa a chiederglielo? Spiegherebbe quel “Non dire nulla ad Annalise” che ha sussurrato ad una piangente Laurel.

In effetti, se vogliamo davvero essere malvagi, ad Annalise non frega assolutamente nulla né di Bonnie né di Laurel né di chiunque altro. In questo episodio ha abbastanza problemi a cui pensare senza tutte le altre variabili della sua vita. Respinge Nate, viene respinta da Eve, che finalmente pare pronta a trasferirsi e lasciarsi la sua vecchia fiamma alle spalle. Mentre tutto quello che fa è mirato ad avere qualcuno da amare o che la ami, è ironico come Annalise riesca comunque a ritrovarsi totalmente e irrimediabilmente sola. Ed è colpa sua, assolutamente e in tutto e per tutto.

Battute piccanti, cuori spezzati e gravidanze dai grossi punti interrogativi

htgawmMentre la storia tra Annalise e Nate sembra arrivata al capolinea, non si può dire altrettanto di Wes e della sua nuova ragazza (grazie a Michaela ubriaca ora ricordiamo tutti che si chiama Meggy). Inutile continuare a mostrare Laurel in preda ad un disperato desiderio di trovare Frank perché di dubbi non ce ne sono: il bambino a cui si accenna nel futuro è di Wes. Certo, potrebbe anche essere di Frank, ma immaginare che Laurel e Wes finalmente riescano ad accettare i sentimenti che chiaramente provano l’uno per l’altra è una prospettiva molto più allettante! Meggy è scioccata quando scopre che Laurel è la seconda vittima dell’incendio, naturale. Ma se fosse anche qualcos’altro? Se fosse scioccata nello scoprire che la ragazza che ha da sempre sospettato fosse il sogno segreto del suo ragazzo sia incinta? I conti tornano.

Continua spedita anche la coppia Asher e Michaela, paradossalmente quelli più “normali” nell’attuale situazione sentimentale di HTGAWM che sembra una guerra di trincea. Oliver e Connor arrivano finalmente ad un compromesso accettabile – per loro, non per noi – e si parlano a cuore aperto, come avrebbero dovuto fare fin dall’inizio. Mentre noi sappiamo che probabilmente Connor non fa altro che guardare altri che fanno sesso (l’ho pensato solo io?), al contrario Oliver ha una visione molto più pittoresca della vita sessuale del suo ex. Possiamo dargli torto?

htgawmIn verità noi abbiamo ancora le dita incrociate dietro la schiena, pregando in aramaico che quei due tornino insieme. Dai, davvero, quanto pensano di poter ancora resistere? Il vero amore non si può mettere in un cassetto, Oliver! Devi farci i conti, maledizione! Soprattutto se ti stuzzica con battutine tutt’altro che innocenti su cose che potrebbero finire sul tuo bel faccino!

Un episodio corale che senz’altro non manca di evidenziale alcuni personaggi più di altri, mentre la trama continua la sua corsa inarrestabile verso l’imminente incendio che distruggerà una delle vite dei protagonisti. A questo punto io scommetto su Nate o su Eve – altrimenti che senso avrebbe averla riportata in ballo? Il ritmo di HTGAWM è buono in questa nuova stagione, con dinamiche che non smettono di cambiare e di evolversi. Ci sono ancora tante cose a cui non sappiamo dare una giusta definizione o spiegazione ma, se la teoria di Vico è corretta, dovremmo esserne in grado molto, molto presto.

Alla prossima!

Per restare sempre aggiornati su How to Get Away With Murder con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di visitare How to Get Away With Murder Italia, Le Regole del Delitto perfetto , Mi nutro di serie tv e non dimenticate di mettere like alla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornati su tv e cinema.

3.04 - Don't tell Annalise
  • Buono
Sending
User Review
4 (1 vote)
Comments
To Top