Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: tutto ciò che già sappiamo (o crediamo di sapere) della sesta stagione

game of thrones

Maggiore è il successo di una serie, maggiore sarà la caccia a spoiler e anticipazioni. Fughe di notizie dal set, avvistamenti degni di un film di spionaggio, fortuiti incontri di membri del cast con i fan tra un volo e l’altro, interviste continue in cui qualcosa devi pur dire finiscono per essere una misura dell’attenzione quasi morbosa di un pubblico che attende con incommensurabile impazienza la premiere della nuova stagione. Se poi la serie in questione è Game of Thrones, ogni sussurro diventa una notizia da pubblicizzare in prima pagina con titoli a nove colonne. Fedeli a questa linea (e malati anche noi dello stesso inguaribile morbo), anche noi di Telefilm Central abbiamo pensato di far cosa buona e giusta riproponendo la summa del già noto pubblicata di recente su Digital Spy. Buona lettura e attenti a possibili spoiler se spoiler possono chiamarsi gli indizi su cose ancora da venire e, soprattutto, ancora da confermare.

Volti nuovi …

GameOfThronesVIMelanieLiburdIl cast di Game of Thrones non è certo tra i meno numerosi del panorama seriale, anzi. Ma quello dei romanzi è tanto ricco che pare ci sia ancora posto per new entry. Alcuni di essi andranno a interpretare personaggi presenti nei libri, ma non ancora apparsi in tv perchè le loro storie sono state momentaneamente accantonate. In questa lista troviamo Pilou Asbaek nel ruolo di Euron Greyjoy (fratello del Balon re delle Isole di Ferro e zio di Theon e Yara) e Max von Sydow che ritornerà a vestire i panni vegetali dello stregone albero in cui si incarna il corvo a tre occhi. Ancora più interessante è poi l’elenco degli attori scritturati per interpretare nuovi personaggi. Dopo Ian McShane e Freddie Stroma probabili candidati ai ruoli di Randyll e Dickon Tarly (rispettivamente padre e fratello maggiore di Samwell), l’ultima arrivata in ordine di tempo è Melanie Liburd che dovrebbe essere una seconda Sacerdotessa del Dio Rosso dopo la già nota Melisandre di Carice van Houten.

Se così fosse, verrebbe confermata una scena rubata in cui si vede questo volto nuovo incontrare Tyrion e Varys a Mereen per annunciare loro che Danaerys è la salvatrice promessa dal Signore della Luce suscitando il commento ironico del Ragno Tessitore sul destino tutt’altro che benevolo a cui è andato incontro il precedente candidato. Frecciata che si ricollega alle parole di David Nutter, regista del passato season finale, secondo cui Stannis Baratheon è davvero morto.

… e vecchie conoscenze

Chi è morto rimane morto. Questo è lapalissiano nel mondo reale, ma mai dire mai in tv. Specie se foto rubate sul set o rumours insistenti suggeriscono graditi e inattesi ritorni. Tre almeno sono i personaggi candidati a ricomparire nella serie anche se in due casi su tre si tratta di ardite supposizioni.

GameOfThronesVISibellKekilliDue immagini scattate sul set di Peniscola (città spagnola usata per le scene ambientate a Mereen) mostrano Sibel Kekilli in compagnia di Varys sebbene in abiti borghesi e non in costume come invece Conleth Hill e altri figuranti. L’attrice tedesca interpretava Shae, grande amore di Tyrion e da lui strangolata dopo aver scoperto il suo tradimento. Difficile onestamente che il suo personaggio ritorni e probabile quindi che le foto incriminate siano solo figlie di una fortuita coincidenza (una visita a vecchi amici o una vacanza nella stessa città). A meno che non siano vere le voci che parlano del ricorso a flashback nella sesta stagione. Il che ci porta direttamente all’altro possibile ritornante: Sandor Clegane. Il Mastino interpretato da Rory McCann è  stato infatti avvistato in un hotel a Belfast nello stesso periodo in cui si stavano filmando i nuovi episodi di Game of Thrones. Lasciato a morire da Arya Stark come primo tassello della sua vendetta, il minore dei Clegane (razza dura a morire come testimonia il season finale con Gregor Clegane in una inedita versione Frankenstein) potrebbe quindi ricomparire grazie ai flashback lasciando quindi la porta aperta anche per Shae.

GameOfThronesVIBranChi invece non ha bisogno di questo artificio scenico per guadagnarsi un ritorno in pompa magna è Bran Stark assente dal season finale della quarta stagione. Il personaggio interpretato da Isaac Hempstead – Wright è stato volutamente lasciato fuori dalla quinta stagione avendo gli autori ritenuto poco interessante tutto il suo periodo di apprendistato presso il corvo a tre occhi. Stando alle parole dello showrunner David Benioff, è stata fatta per Bran la stessa scelta che fu fatta per il Luke Skywalker di Guerre Stellari quando impara a gestire i suoi poteri negli anni passati e non mostrati tra L’Impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi. A far compagnia a Bran saranno immancabilmente anche Hodor e Meera Reed garantendo così il ritorno on screen di Kristian Nairn e Ellie Kendrick.

Il sorpasso

GameOfThronesVIDanaTratto da The Chronicles of Wind and Fire di George R.R. Martin recitano i titoli di testa della serie. Ma i tempi televisivi si sono rivelati molto più rapidi di quelli del fin troppo pacato scrittore americano. Era quindi inevitabile che la serie tv finisse per sorpassare i libri privando i lettori del sadico piacere di dire “io lo sapevo già” dopo ogni inatteso massacro o scioccante morte. Già la quinta stagione aveva iniziato a introdurre sviluppi nella trama che fanno avanzare la storia ben oltre quella dei libri. A meno che Martin non dia alle stampe il sesto volume The Winds of Winter prima della premiere (ma nessuno sano di mente ci scommetterebbe un penny bucato), la sesta stagione sarà quella del sorpasso definitivo. Piena libertà agli autori, quindi, sebbene abbiano sempre detto di aver concordato con il romanziere il destino finale dei personaggi principali. Anche perchè Martin, per la prima volta, non parteciperà alla sceneggiatura di nessun episodio perchè troppo impegnato (bontà sua) a terminare il sesto capitolo della serie su carta.

GameOfThronesVISibellCatherineVa anche detto che, in realtà, una fetta di questa libertà gli autori la hanno già assaggiata cancellando personaggi e affidando a volti già noti i loro compiti (vedi il caso di Arianne Martell). Ma, come Benioff ci tiene a ricordare nelle sue interviste, non bisogna mai dare per scontato che qualche personaggio non apparso quando era atteso non compaia invece in un momento diverso. A chi si lamenta o domanda perchè manchi questo o quello, Benioff ha sempre risposto che stanno raccontando la storia in un modo diverso o in un ordine differente, ma avendo sempre presente la coerenza finale di tutte le stagioni. Che sia una porta aperta per Lady Stoneheart ? Nessuna promessa, ma anche nessun rifiuto a priori.

E Jon Snow ?

GameOfThronesVIJonSnowInutile fingere che non sia così. Se un genio della lampada proponesse di rispondere ad una sola domanda su Game of Thrones, la domanda sarebbe sicuramente “Jon Snow è davvero morto ?”. E, d’altra parte, è la stessa domanda che persino il presidente Obama ha rivolto al regista David Nutter ottenendone una risposta volutamente evasiva ed equivoca. Stretto riserbo anche da parte del resto del cast che si dice convinto che Jon Snow sia davvero stato ucciso dai suoi ex compagni d’armi ignorando però il seguito di questa storia. E d’altra parte la sua morte è anche confermata da Michael Lombardo (direttore della HBO) rispondendo ad una esplicita domanda in merito.

Ma … che ci faceva allora Kit Harington all’aeroporto di Belfast ? E perchè non si è tagliato i capelli ? E perchè indossa i costumi di scena in una foto scattata da un fotografo distante quanto basta per non farsi notare mentre rubava immagini durante le riprese ? Ed è davvero un caso che Melisandre arrivi nell’accampamento dei Guardiani della Notte proprio il giorno della morte di Jon e che i sacerdoti del Dio Rosso siano in grado di resuscitare i morti ? E, sopratutto, come la mettiamo con la teoria R + L = J ? Ed è solo un caso che le uniche ad avere dubbi sulla morte di Jon sono Emilia Clarke e Carice van Houten che interpretano due personaggi che potrebbero ricollegarsi ad una delle tante teorie su Jon Snow ? Troppe domande dalla risposta aperta per poter dire fin da ora che ne sarà di Jon Snow !

Chi e quando ?

GameOfThronesVIHardhomeL’attesa per il ritorno di Game of Thrones è sempre troppo lunga, ma almeno sappiamo quando far finire il conto alla rovescia: 3 Aprile 2016 ! Una data da cerchiare in rosso sul calendario anche se la sua lontananza non la mette al sicuro da cambiamenti futuri (per quanto poco probabili). Sicuri, invece, sono i nomi degli showrunner David Benioff e D.B. Weiss e dei registi dei diversi episodi. Jeremy Podeswa arriva da True Detective per dirigere i primi due episodi e lasciare poi spazio a Daniel Sackheim (che annovera episodi di The Walking Dead nel suo curriculum) per gli episodi tre e quattro e a Jack Bender (già regista di Lost) per i numeri cinque e sei. Mark Mylod lancerà la volata al finale della serie dirigendo gli episodi cinque e sei, mentre sarà il Miguel Sapochnik già visto all’opera con Hardhome (ottavo episodio della passata stagione) a dirigere gli ultimi due capitoli della sesta stagione.

E se dovesse prendervi la malinconia pensando che, essendo i libri previsti sette, questa dovrebbe essere la penultima stagione, tranquillizzatevi sapendo che la HBO e gli showrunner hanno già stabilito che Game of Thrones durerà otto stagioni. Se non vi bastassero ancora, potreste sperare nel progetto di fare un prequel per il grande schermo, ma al momento questo è solo un sogno di una notte di mezza estate in un paese dove gli inverni durano secoli.

Comments
To Top