fbpx
Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: Recensione dell’episodio 4.09 – The Watchers of the Wall

You know nothing Jon Snow

Un ultimo saluto a Ygritte, veloce come la scena della sua morte, condita da una delle tanti oasi di pace in mezzo alla battaglia che ogni tanto si stagliavano per permettere un dialogo che voleva essere intenso o il passaggio di un Sam da una parte all’altra del campo di battaglia senza che venisse ucciso da alcuno. E forse quella di Ygritte è una delle scene che si possono definire quantomeno toccanti, almeno in parte e tra le poche.

Game of thrones 4x09bNon voglio addentrarmi su quanto sia affascinante la Barriera per i lettori dei libri, come anche so, perché molti dei recensori di questo sito, che leggono la saga di Martin, mi dicono, che Jon Snow è un personaggio assolutamente attrattivo. Mi soffermo e commento solo Game of Thrones, quello che tutti noi vediamo sullo schermo e sul difetto originale della gestione di questa storyline alla quale è stato dedicato l’intero nono episodio: la Barriera non è interessante per un non lettore, per chi si limita a guardare la serie tv. Pochi spezzoni buttati qui e li in questa stagione e nelle precedenti un minimo di approfondimento solo sulle spedizioni “oltre confine” al castello di Craster e per descrivere il rapporto tra Jon e Ygritte non sono sufficienti a creare un rapporto con lo spettatore, un livello di attesa e di coinvolgimento che vadano oltre il “ok, succede qualcosa anche a Nord”. Sicuramente incide in questo discorso anche il raffronto con le più variegate storyline che hanno come centro King’s Landing e le prestazioni attoriali di gente come Dinkladge (ma non solo) raffrontate al seppur buon tentativo di Kit Harington. Non c’è paragone e se poi gli autori decidono di piazzare un intero episodio su questa storyline semi-dimenticata, giusto dopo averci lasciato con il finale mozzafiato di The Mountain and The Viper, il quadretto è completo.

Game of thrones 4x09dPer tutti questi motivi The Watchers of The Wall è un bello senz’anima, un episodio costruito con gran dispendio di energie, effetti speciali e scene di sicuro impatto visivo, ma di cui, sempre riferendomi al solo show e non alla saga, non ce ne importa tantissimo. Sfido i non lettori a ricordarsi i nomi dei guardiani della notte che combattono e cadono nella battaglia. Ci hanno fatto conoscere Jon e Sam, il resto erano figure sullo sfondo e in uno show nel quale muoiono personaggi amati e odiati da metà degli Stark a King Joffrey fino ad Oberyn, cosa ci può interessare della dipartita di personaggi di quello che gli antichi drammaturghi greci definirono il coro? Anche lo stesso comandante Alliser, cos’è? Una figura antipatica, della cui fine non ci è dato sapere, ma che non ci tocca più di tanto.

Game of thrones 4x09eVenendo alla cifra tecnica dell’episodio, bisogna ammettere che è senz’altro spettacolare, pur essendo una battaglia notturna (ma senza il pathos di Blackwater, d’altronde qui mica c’era The Imp a incitare la folla), con un notevole dispendio in effetti speciali, dai giganti ai mammut, fino ad arrivare alla spettacolare falce ed anche i lunghi combattimenti rendono l’idea di una difesa eroica e senza speranza. E non si poteva nemmeno condensare, questo era lo spazio minimo che richiedeva la narrazione di questa battaglia, che forse anche è decisamente compatta. Infatti l’episodio scorre via molto velocemente e ci si sofferma solo su alcune scene più “sentite” come la già citata morte di Ygritte e il bacio di Sam a Gilly, per tutta la tenerezza che possono suscitare questi due personaggi molto simpatici. Molto bella anche la scena della difesa del cancello interno con i Night Watchers che vanno incontro a morte certa con le parole del giuramento sulle labbra.

Game of thrones 4x09cL’errore non è stato sicuramente questo episodio, gradevole e ben definito, ma, come detto prima, lo è stato tutto il lavoro (o mancato lavoro) sulla Barriera, tanto da servire solo a rinvio alla prossima settimana per vedere come andranno a finire le molto più coinvolgenti vicende a Sud. Di questa storyline ora ci rimane solo un manipolo di disperati difensori e Jon di nuovo in solitaria e di nuovo oltre confine.

Ora torniamo a Sud, torniamo a Sansa, a Tyrion, a Daenerys, ad Arya, a Cersei e alla Montagna che cavalca.. con molto piacere.

Per restare sempre aggiornati su Game of Thrones, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Game of thrones – Italian fans (fanpage e blog) e per Game of thrones Italia

Comments
To Top