fbpx
Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: Chi è il “Principe che fu promesso”? Profezia e candidati

game of thrones principe promesso
endgameofthrones

Nell’episodio “Stormborn” di Game of Thrones, Melisandre cita nuovamente la profezia del principe che fu promesso. Stavolta lo fa per entrare nelle grazie di Daenerys, ma cosa sappiamo di questa famosa leggenda dei sette regni?

Il principe che fu promesso resta uno degli interrogativi più grandi dei lettori della saga di Martin e in parte anche degli spettatori della serie tv. Se però questo nome non vi suona familiare allora forse avrete sentito parlare di Azor Ahai. Nonostante tra i fan ci sia ancora chi crede che siano due figure ben distinte possiamo affermare che il Principe che fu promesso è la reincarnazione di Azor Ahai.

LA PROFEZIA

game of thrones principe

Secondo la leggenda la Lunga Notte finì perché una figura mitologica conosciuta come Azor Ahai, in possesso di una spada fiammeggiante nota come “Light Bringer”, riuscì a arginare l’esercito degli Estranei ai confine del nord riuscendo a separare i morti dai vivi. Centinaia di anni dopo alcuni, tra cui le sacerdotesse della luce, credono che la reincarnazione di questa figura leggendaria apparirà nei Sette Regni. Sarà lui o lei a porre fine all’inverno che oramai è arrivato.

La versione odierna dell’eroe Azor Ahai è il principe che fu “promesso” e risulterebbe essere l’unica speranza nei confronti degli estranei, secondo la profezia.

La leggenda narra che il principe sarebbe nato da sale e fumo e al momento della sua venuta al mondo nel cielo sarebbe dovuta comparire una stella sanguinante. Secondo una delle visioni di Daenerys la canzone del principe è una “Song of ice and fire”(letteralmente canzone di ghiaccio e fuoco). Essendo questo anche il titolo della saga, si potrebbe voler accennare al fatto che la reincarnazione di Azor Ahai sia il protagonista “vero” della serie.

Inoltre il principe che fu promesso deve avere sangue Targaryen in quanto era stato predetto al Re Folle e a sua moglie che dalla loro unione sarebbe discesa la stirpe che avrebbe dato ai Sette Regni tale principe salvatore. Infine Melisandre ripete più volte che per incarnare questo ruolo è necessario avere sangue reale.

game of thrones dana jon snow targaryen

I due (principali) candidati

Le teorie su chi sia davvero il Principe che fu Promesso sono tantissime.

C’è chi crede che sia Ser Jorah, chi Drogon, chi Tyrion – e chi addirittura il Night King! Ma i candidati principali a essere incoronati principe che fu promesso sono essenzialmente due: Daenerys Targarye e Jon “Aegon Targaryen” Snow-Stark.

Il Principe che fu promesso: Jon Snow

Per quanto riguarda la morte di Jon e la sua successiva rinascita, nei libri viene detto che la ferita infertagli dai suoi confratelli emette fumo e uno dei guardiani della notte sta piangendo lacrime salate. Abbiamo quindi i due elementi chiave della “rinascita” di Azor Ahai: fumo e sale. In tutto questo è presente Ser Patrick, la cui casata ha come stemma delle stelle che stanno sanguinando.

game of thrones 3x09

Game of Thrones 6×09 – Credits: HBO

A questo aggiungiamo che Jon Snow rinasce come Re del Nord, nominato dai nobili come tale. Inoltre, essendo figlio di una Stark e un Targaryen è lui stesso una “Canzone di ghiaccio e fuoco”, oltre ad essere discendente diretto del Re Folle.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones – Tutto quello che c’è da sapere sulla stagione 8

I segni della profezia sembrano esserci. Se proprio vogliamo essere precisi, la spada di Jon Snow (nonostante non sia infuocata) è stata capace di uccidere Estraneo. Infine Lyanna Stark, quando affida il piccolo Jon appena nato a Ned, usa le parole “Promise me”. Ed eccolo: il Principe che fu Promesso.

La Principessa che fu promessa: Daenerys Targaryen

Credits: HBO

Nata a Dragonstone – il cui castello è costruito su un vulcano e circondato dal mare – la madre dei draghi ha sicuramente visto la luce tra sale e fumo. Come Jon è “rinata” dopo essersi buttata nella pira di Khal Drogo. La sua rinascita è stata segnata dalle lacrime dei Dotraki e il fumo del fuoco ormai spento della pira. Anche per lei, quindi, fumo e sale.

Dopo la fine della prima stagione vediamo una cometa rossa nel cielo, che Osha afferma essere segno della nascita di draghi. Tuttavia potrebbe tranquillamente incarnare la stella sanguinante della profezia. Secondo alcuni, inoltre, avere ser Jorah come servitore darebbe a Daenerys quella “spada leggendaria” di cui era in possesso Azor Ahai.

Il sacrificio che è richiesto

game of thrones recensione 7x07

Ulteriore parte importante che non è contenuta nella profezia del principe che fu promesso è la parte del sacrificio. Si tratta di una parte della leggenda di Azor Ahai. L’eroe leggendario dovette sacrificare la sua amata per forgiare la sua spada, la Light bringer, con cui sconfiggere gli Estranei.

LEGGI ANCHE: Northern Fool Fallacy – Jon tradirà Daenerys?

Sembra che quindi sia necessario un sacrificio per arrivare alla vittoria. In questo sia Jon che Daenerys hanno entrambi punti a loro favore: rispettivamente Ygritte e Drogo. Oppure sarà richiesto un ulteriore sacrificio e saranno loro a doversi uccidere l’un l’altro per arrivare alla vittoria finale?

Per concludere il Principe che fu Promesso potrebbe anche non essere una persona sola. Potrebbe anche trattarsi l’unione di più personaggi, perché secondo quanto Reghar dice a Daenerys in una visione “Il drago deve sempre avere tre teste”. Qui si andrebbe ad esplorare la teoria secondo cui Tyrion è un Targaryen.Tutti e tre terzogeniti, tutti e tre di sangue reale.

Non ci resta che aspettare cosa la serie deciderà di fare con la profezia del principe che fu promesso, e come sceglierà di risolverla.

Good Luck!

Comments
To Top