fbpx
Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: In lavorazione uno spinoff sui Targaryen

game of thrones spinoff targaryen

Pronti a tornare a Westeros? Dopo la sfilza di annunci e smentite che sono seguiti alla fine di Game of Thrones continuano a circolare voci sui possibili spinoff della serie tv.

Uno spinoff di Game of Thrones basato su Fire and Blood

Stavolta pare che lo spinoff non sia semplicemente una storia parallela o un prequel di tempi lontanissimi (come quello attualmente in lavorazione con protagonista Naomi Watts) bensì una storia ambientata 300 anni prima degli eventi della serie tv. Il soggetto? La nascita e crescita della dinastia dei Targaryen. A confermarlo è Deadline, insieme ad altri particolari interessanti.

Se in Game of Thrones – Il Trono di Spade i Targaryen incontrati erano stati pochi, lo spinoff li vedrebbe protagonisti, partendo da Aegon il Conquistatore fino a Daenerys e Viserys. Trecento anni ricchi di storia e di avventure, che i fan della saga di George R.R. Martin hanno potuto apprezzare nel libro Fire & Blood (edito in Italia da Mondadori per la collana Omnibus con il titolo Fuoco e Sangue).

battaglia winterfell sopravvissuti got
Credits: HBO

LEGGI ANCHE: Game of Thrones: Sei (+1) battaglie indimenticabili della serie tv

Secondo le poche notizie fino ad ora in nostro possesso – la HBO si è rifiutata di commentare i rumor sul possibile prequel sui Targaryen – la serie tv sarebbe in stato di sviluppo sotto la guida dello stesso Martin, in collaborazione con Ryan Condal (creatore e co-produttore esecutivo di Colony).

Indizi di George R.R. Martin a proposito del prequel sui Targaryen

I primissimi indizi sullo spinoff di Game of Thrones – Il Trono di Spade sono state diffuse proprio dallo stesso autore. Quest’ultimo, infatti, ha fatto sapere sul proprio blog a maggio 2019 che dei cinque prequel in cantiere alla HBO uno era in fase di sviluppo e due erano molto, molto vicini alla fase pre-pilot.

Si è addirittura spinto tanto in la da annunciare che, sebbene non potesse dire nulla sul tema dei prequel e spinoff in programma, il suo consiglio era quello di riprendere in mano Fuoco e Sangue e dargli una rilettura. Insomma, più chiaro di così!

Trama dello spinoff sui Targaryen tratto da Fuoco e Sangue

game of thrones spinoff targaryen
Credits: HBO

Naturalmente, senza alcuna conferma ufficiale dal buon Martin o dalla stessa HBO è davvero difficile poter fare delle ipotesi circa la trama del potenziale prequel e spinoff. C’è da dire che potrebbe benissimo trattarsi di una serie antologica, con singoli personaggi protagonisti di una stagione. Oppure un qualcosa di più “discorsivo” alla Poldark, con una successione e continuità di eventi che passi di generazione in generazione. Del resto pochi Targaryen hanno vissuto fino alla vecchiaia, il problema età non si pone.

Nel caso in cui la serie tv seguisse pari passo l’antologia sui Targaryen inizierebbe con la conquista di Aegon, colui che non soltanto ha forgiato il Tron di Spade ma che ha conquistato e sottomesso quasi l’intero continente di Westeros. La sua conquista era stata dettata da un altro evento che la serie tv potrebbe eventualmente trattare (o accennare): la caduta di Valyria. Infatti, una curiosità che sfugge a molti, è che i Targaryen non erano tra le più importanti dinastie di Valyria. Si salvarono per una casualità fortunata. E poi dominarono Westeros.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones – Chi era il Re Folle? Parliamo di Aerys II Targaryen

Quando potremo vederla?

Se sperate di vedere la serie tv sui Targaryen prima del 2022… siete degli illusi! Parliamo di uno stato embrionale, fino ad ora, che non ha ricevuto conferme ufficiali né da Martin né dalla stessa HBO. È abbastanza probabile che la HBO voglia essere sicura del successo delle serie tv spinoff che sta mettendo in cantiere.

Bob Greenblatt, presidente della WarnerMedia Entertainment, ha detto chiaramente che i prequel e potenziali spinoff sono un’arma a doppio taglio.

“Stiamo parlando di come continuare l’universo di Game of Thrones in maniera intelligente, ma dobbiamo pensarci bene. Il rischio è di uccidere la gallina dalle uova d’oro creando show che non sono semplicemente qualitativamente all’altezza. Dobbiamo anche capire quando il “tanti” diventa “troppi” [di spinoff].”

Vi terremo aggiornati, comunque, non temete!

Comments
To Top