fbpx
Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: perché Jon Snow è così speciale?

game of thrones_jon snow

È ormai diventato l’eroe della serie, quello che difende gli ultimi buoni rimasti, quello che combatte i cattivi. Lasciando da parte gli standard fantasy, Jon Snow è diventato ormai un personaggio centrale nella serie televisiva basata sui libri di George Martin. Ma come è successo?

Abbiamo recentemente scoperto (noi e Bran, nessun altro) che Jon Snow non è il figlio bastardo di Ned Stark: è per metà un Targaryen, una famiglia in pratica bandita dal Westeros. Se dovesse un giorno incrociare la strada con Daenerys, l’ultima Targaryen sopravvissuta al mondo, non sappiamo come potrebbe essere e cosa potrebbe significare questa riunione di famiglia. L’incrocio tra Targaryen e Stark ha mandato in visibilio tutti i fan, come se soltanto questa cosa in particolare possa bastare per renderlo il personaggio centrale, l’eroe. Ma è tutto qui, non c’è altro.Jon Snow

Certo, l’unione di queste due famiglie è un evento senza precedenti. Facendo un paio di ricerche, si può notare che negli alberi genealogici delle famiglie Stark e Targaryen non c’è nessun collegamento: non si sono mai unite in tutta la storia di Game of Thrones.

Prendiamo in mano un po’ i libri di storia del professor George Martin, e facciamo un ripasso. Gli Stark si sono piegati alla conquista dei draghi, come tutte le altre casate, almeno trecento anni prima rispetto agli eventi descritti nella serie. C’è stato anche un momento in cui uno Stark (Cregan Stark, precisamente) si è seduto sul Trono di Spade, un evento di un paio di giorni circa ricordato come “L’ora del Lupo”, verso la fine della guerra civile chiamata “La danza dei Draghi”. Si trattava solo di una reggenza, in pratica, perché subito Aegon III Targaryen occupò nuovamente il trono nominando Cregan Primo Cavaliere. Poi subentrarono le solite questioni di politica che, mondo fantasy o mondo reale che sia, conosciamo bene: il re promette agli Stark di far sposare una principessa con una nipote di Cregan, così da avere supporto militare in cambio, ma poi non se ne fa proprio nulla: anzi chiede le dimissioni del suo Primo Cavaliere, che deve ritornarsene zitto zitto nel freddo nord.

game of thrones_5.02_daenerysQuesto, insomma, è l’episodio dove queste due famiglie sono arrivate ad un passo dall’unione. Gli Stark restarono così una famiglia del nord che si univa con clan del nord, o giù di lì, e niente più.

Ma il fuoco e il ghiaccio mai si erano, prima di Jon Snow, incontrati. Le premesse, poi, sono magnifiche: Jon è il figlio di un amore talmente forte (quello di Lyanna e Rhaegar) che la prima ha disobbedito a tutto ciò cui poteva disobbedire per stare insieme all’amore della sua vita, e il secondo ha preso a calci e sputato più volte sul suo stesso onore pur di stare con lei. Ciò che le ragioni politiche non hanno unito, ha unito il destino.

Da questo punto di vista, Jon Snow è un personaggio senza precedenti nel mondo di Game of Thrones. Un qualcosa di mai esistito prima. E tutto questo senza neanche contare il fatto che è uno dei pochi ad essere tornato dalla morte! Daenerys è una Targaryen pura, ovviamente, ma come lo erano tutti i suoi antenati. Nulla a che vedere col fuoco e il ghiaccio in una sola persona.

Comments
To Top