fbpx
Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: George R.R. Martin risponde alle polemiche sulle nozze di Sansa

Il sesto episodio di Game of Thrones si è concluso con uno dei momenti più bui di tutta la serie e non c’è da stupirsi se la casella di posta di George R.R. Martin è stata letteralmente invasa da un mare di email!
Nel libro A Dance with Dragons, un altro personaggio minore è protagonista di questa scena, ma gli sceneggiatori della serie hanno voluto cambiare le carte in tavola e permettere in questo modo a Sansa di fare ritorno a Winterfell.
Le reazioni del pubblico alla scena dello stupro sono state molte violente e alcuni hanno persino deciso di abbandonare la serie.

sansa ramsey game of thrones 5x06“Vorrei ribadire quanto ho già detto altre volte” ha dichiarato Martin ai suoi lettori “Quanti bambini ha avuto Rossella O’Hara? Tre nel romanzo. Uno nel film. Nessuno nella vita reale: era un personaggio immaginario, non è mai esistito. Lo show è lo show, i libri sono i libri; due diverse narrazioni della stessa storia… Ci sono state differenze tra i romanzi e la serie televisiva dal primo episodio della prima stagione. E inoltre ho già parlato dell’effetto farfalla: piccoli cambiamenti portano a grandi cambiamenti che portano a enormi cambiamenti. ”

Martin poi ha continuato a difendere i produttori David Benioff e Dan Weiss e la fedeltà complessiva di Bryan Cogman ai suoi romanzi.

“Poche serie TV sono state così fedeli al materiale originale, in linea di massima (se avete dei dubbi parlate con i fan di Harry Dresden o con i lettori dei romanzi di Sookie Stackhouse o i fan del fumetto originale The Walking Dead). Ma più lo spettacolo va avanti, più diventano grandi le farfalle. E ora abbiamo raggiunto il punto in cui il battito di ali sta provocando tempeste, come quella che attualmente inghiottendo la mia email.
La letteratura e la televisione hanno diversi punti di forza e debolezze, diverse esigenze. David e Dan e Bryan e HBO stanno cercando di fare la miglior serie televisiva che possono… ma tutti noi vogliamo alla fine arriveremo nello stesso posto.”

 

Comments
To Top