fbpx
Game of Thrones - Il Trono di Spade

Game of Thrones: ecco i momenti che hanno segnato la sesta stagione

game of thrones_jon snow

Dopo un finale ricco di sorprese, ecco i momenti più importanti della sesta stagione di Game of Thrones, in ordine cronologico:

Il segreto di Melisandre (6.01 ‘The Red Woman‘)

game of thrones Il primo episodio non risolve la storia di Jon Snow (Kit Harington); la grande rivelazione è un’altra: Melisandre (Carice van Houten), la Donna Rossa di Asshai, ha in realtà centinaia di anni e incanta tutti con un’apparenza giovanile; l’episodio ha gettato nuova luce sulla seguace più devota del Signore della Luce, confermando inoltre l’esistenza di qualcosa di reale dietro l sue doti magiche.

La resurrezione di Jon Snow (6.02 ‘Home‘)

Nell’episodio seguente, Melisandre da prova ulteriore dei suoi poteri riportando Jon Snow in vita; ma anziché ritornare con un nuovo scopo nella vita, questo fatto lo lascia più melanconico che mai, devastato dal fatto che le sue azioni hanno portato al tradimento dei suoi uomini e alla sua morte; non tutto il male vien per nuocere, però: tutto questo ha segnato la fine del suo servizio come guardiano della notte, grazie ad un dettaglio tecnico.

game of thronesL’incontro di due Stark (6.04 ‘Book of the Stranger)

La separazione della famiglia Stark è stata una delle basi di Game of Thrones fin dal secondo episodio della prima stagione; questa stagione ha visto il commovente ritrovarsi di Jon Snow e Sansa Stark (Sophie Turner), che non erano mai stati vicini nell’infanzia, ma, dopo tutto quello che hanno passato, si aggrappano l’un l’altra come un’ancora di salvezza in questo mondo crudele.

L’origine dei White Walkers (6.05 ‘The Door’)

Questo episodio risponde alla domanda ‘Da dove arrivano i White Walkers?’ Ebbene i Figli della Foresta hanno trasformato esseri umani in mostri di ghiaccio, nel tentativo di fermare la distruzione di Westeros da parte degli uomini; questa scoperta aggiunge nuovi strati di grigio sia ai Figli, che ai Walkers, provando che ben poche persone in Game of Thrones sono bianche o nere.

Hold the Door! (6.05 ‘The Door’)

Nel corso della stagione, Bran Stark hodor-game-of-thrones(Isaac Hempstead-Wright) ha esplorato la sua abilità di osservare eventi passati ed in certi casi, anche influenzarli; in uno dei momenti più concitati, Bran crea inavvertitamente una connessione tra Hodor nel passato (Sam Coleman) e Hodor nel presente (Kristian Nairn), dando così vita e uccidendo al tempo stesso il gigante; è stata la conclusione agghiacciante della storia di uno degli eroi più gentili della serie.

Il nome è Arya Stark; hai ucciso mio fratello e mia madre; preparati a morire (6.08 ‘No One’ e 6.10 ‘The Winds of Winter’) Dopo aver passato due stagioni alla Casa del Bianco e del Nero, Arya (Maisie Williams)ha rifiutato la persona di ‘no one’ e ha reclamato l’identità di Arya Stark di Winterfell; tutto questo dopo aver ucciso the Waif (Faye Marsay) e voltando le spalle a Jaqen H’ghar (Tom Wlaschiha). La prima cosa che fa, dopo essere tornata a Westeros? Servire a Walder Frey (David Bradley) una torta fatta con i suoi stessi figli, tagliandogli poi la gola; il Red Wedding è stato vendicato.

Il ritorno degli Stark (6.09 ‘Battle of the Bastards’ e 6.10 ‘The Winds of Winter)

Il nono episodio non ha visto solo la battaglia più epica della serie , ma il suo risultato ha portato ad un cambiamento politico di grande importanza nei giochi di potere di Westeros: la sconfitta e la morte di Ramsey Bolton (Iwan Rheon) sono state seguite dalla nomina di Jon Snow a Re del Nord; una promozione che non viene necessariamente presa bene da Sansa e Littlefinger (Aidan Gillen).

Games of thronesL’identità della madre di Jon (6.10 ‘The Winds of Winter’)

Ricordate che Ned (Sean Bean) ha detto a Jon che gli avrebbero parlato di sua madre, quando si sarebbero rincontrati? Beh, Jon ancora non lo sa, ma sua madre è in realtà Lyanna Stark, facendo così di Ned suo zio; il nuovo mistero, ora, è l’identità del padre, anche se la teoria più gettonata fa il nome di Rhaegar Targaryen. Speriamo solo di non dover aspettare altre 6 stagioni per una risposta. (NDR. HBO ha già dato la conferma!)

King’s Landing va a fuoco (6.10 ‘The Winds of Winter’)

Dopo aver passato la stagione a combattere l’High Sparrow (Jonathan Pryce), Cersei (Lena Headey) Game of Thronesha volute concludere la questione facendolo letteralmente saltare in aria e dando così fuoco a parte di King’s Landing. Oltre a lui, si è così liberata anche dei Tyrell, ma non ha tenuto in conto la reazione del figlio Tommen (Dean Charles Chapman), che si è tolto la vita dal dolore. Ora Cersei si ritrova ad essere la prima regina di Westeros, un titolo che non è destinata a tenere a lungo, visto la lunga lista di nemici che si è fatta nel corso del tempo.

Daenerys parte per Westeros (6.10 ‘The Winds of Winter’)

Non c’è immagine più soddisfacente di Daenerys Stormborn (Emilia Clarke) che finalmente salpa per Westeros; finalmente! E vi è diretta con un esercito di tutto rispetto: i guerrieri Dothraki, gli Unsullied, la flotta dei Greyjoy e l’alleanza nascente con Highgarden e Dorne.

Sebbene siano state date risposte  ad alcune domande che i fan si facevano da molto tempo, come per esempio l’identità della madre di Jon, la sesta stagione lascia in sospeso alcune cose:

Che fine ha fatto l’Iron Bank?

Mace Tyrell (Roger Ashton-Griffiths) si è diretto alla sede centrale dell’Iron Bank alla fine della quinta stagione e quest’anno non si è fatta menzione degli accordi presi; è stata richiesta la restituzione di un decimo del debito reale; la corona poteva permettersi solo la metà, e con l’aiuto dei Tyrell (che possiamo presumere non riceverà più). Come può Cersei essere in grado di regnare? Come fa Westeros a non essere in una profonda crisi economica? Se si sta formando un super team contro i Lannister, dovrebbe essere sponsorizzato dal banchiere Tycho Nestoris (Mark Gatiss), per far vedere cosa succede, quando i Lannister non pagano i propri debiti.

 Cosa sta succedendo a Dorne?

Abbiamo una situazione caratterizzata da un drammatico conflitto, ma, per qualche ragione,è stato ignorato il fatto che un gruppo di donne, che non avevano diritti sul trono dei Martell, ha commesso una serie di delitti, uccidendo la sorella del re, il proprio principe e suo figlio senza ripercussioni. Perché Tommen, il Consiglio e la gente di Dorne non hanno fatto nulla? E se le persone che dovrebbero interessarsi di ciò non lo fanno, perché dovremmo farlo noi?

game-of-thrones-6x03-oathbreakerIl marchio che il Night’s King ha lasciato su Bran romperà
gli incantesimi protettivi del Muro?

In fondo è già successo quando I White Walker sono riusciti a rompere le barriere magiche della grotta del Three-Eyed Raven; come ha ricordato Benjen Stark (Joseph Mawle), anche il Muro è protetto magicamente; cosa che spiega come mai i White Walker non si siano mai avvicinati prima; Succederà la stessa cosa, quando Bran arriverà al Muro? Perché nessuno ha avvertito Bran di questa possibilità?

Vedremo  mai delle ripercussioni dovute alla resurrezione di Jon Snow?

Il nuovo Re del Nord non sembra cambiato più di tanto, da quando è ritornato in vita; non come Beric Dondarrion aveva avvertito; a Castle Black le persone iniziavano a chiedersi se non fosse un dio; non vogliamo che venga idolatrato, ma perché sono tutti tranquilli con la sua resurrezione?
Come può non essere la prima cosa che Sansa dice a Littlefinger? O Brienne (Gwendoline Christie) a Jaime Lannister(Nikolaj Coster-Waldau)? O Melisandre ai capi del suo ordine? Dopotutto e’ una cosa straordinaria.

Comments
To Top