Galavant

Galavant: Recensione degli episodi 2.09 – Battle of the Three Armies e 2.10 – The One True King (To Reunite Them All)

Galavant

GalavantO abbiamo assistito inconsapevolmente alla fine di un’era o stiamo per entrare nella lunga fase di letargo, in attesa della notizia del secondo rinnovo di questa splendida serie che è Galavant. Anche se da un lato è abbastanza inconcepibile come una serie così brillante non abbia il successo che si merita, dall’altra parte noi pochi spettatori fedeli (numeri alla mano) possiamo almeno considerarci fortunati che lo show, se rinnovato, resterà in un certo senso di “nicchia”. Quanti prodotti brillanti all’inizio, non solo nel mondo televisivo, appena raggiunto un bel picco di notorietà hanno anche perso in originalità? Certo, l’economia televisiva è dura, ma se il miracolo è stato fatto una volta potrebbe ripetersi ancora. E sarebbe un regalo graditissimo per tutti coloro che sono stati catturati da questa magnifica serie.

Galavant ci lascia così, con il lieto fine che non ci era stato concesso lo scorso anno: l’eroe appagato insieme alla sua amata Isabella in una casa a riva di mare. Tutto sembra essere tornato al suo posto, anche se ogni personaggio non è più lo stesso di prima. Richard, forse vero protagonista di questa stagione, è adesso virtuoso, Gareth e Sid hanno trovato quella che sembra essere la loro reale identità, Madalena è definitivamente sulla strada per diventare cattivissima e Tad Cooper finalmente è un drago. Avevo creduto in lui fin dall’inizio, sia chiaro.

GalavantPrima di questo season/series finale il lieto fine non era così scontato, dato che il telefilm sfugge a questi banali chichè: tutti i personaggi con le loro armate (o la loro casetta, nel caso dello chef e consorte) si sono ritrovati sul campo di battaglia. Ma la guerra in Galavant più che dividere, unisce. E così si sono ritrovati Galavant e una Isabella mai così forte (soprattutto durante la cat fight parte due), ma soprattutto Richard e Gareth che hanno messo da parte ogni questione personale e hanno fatto parlare il cuore. Il loro flashback (di Richard in realtà, ma il piccolo Gareth svolge un ruolo fondamentale) ci fa capire che se c’era ancora una cosa da dissacrare delle altre serie tv e siamo stati accontentati proprio nella puntata finale, oltre ad essere importante per Richard stesso, ovviamente. Stava quasi per lasciarci le squame Tad Cooper, il cui ferimento ha scatenato completamente Richard, rivelandone l’eroe interiore e portandolo a sconfiggere definitivamente Woormwood, che come villain è stato decisamente più intrigante e spassoso di tanti altri in televisione.

GalavantCi mancheranno le canzoni nei momenti più impensati (la Recap Song è un gioiello), così orecchiabili e così geniali, ci mancheranno le continue citazioni parodia talmente profonde da dissacrare dei miti, quasi facendoceli vedere con occhi diversi dopo. Per non parlare delle gag che personalmente mi fanno ridere anche quando possono sembrare banali, come ad esempio la multa a Richard per eccesso di velocità sul suo cavallo. Il ritorno dei monaci canterini poi non poteva avvenire se non nei momenti finali, trascinandoci verso un arrivederci che ha il sapore, purtroppo, di un addio.

Per restare sempre aggiornati su Galavant con news, curiosità e canzoni, vi consigliamo di passare per Galavant & The Musketeers Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

2.09 – Battle of the Three Armies/ 2.10 - The One True King (To Reunite Them All) - Il nostro giudizio
  • Abbiamo esaurito gli aggettivi positivi
5
Sending
User Review
5 (5 votes)
Comments
To Top