fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Fringe: Recensione dell’episodio 5.09 – Black Blotter

Quasi ogni stagione di Fringe ha un episodio “sopra le righe” in cui gli sceneggiatori sperimentano diverse linguaggi. Per citarne alcuni ricordiamo l’episodio noir della seconda stagione (“Brown Betty”) o quello cartoon della terza stagione (“Lysergic Acid Diethylamide”).

fringe509_4Poteva la quinta stagione essere da meno? Assolutamente no! Ed ecco infatti “Black Blotter”, un episodio che ci permette di vedere gli effetti dell’uso di sostanze stupefacenti quali gli acidi. Ovviamente il protagonista è Walter che decide di provare questo fantomatico Black Blotter proprio quando la ricetrasmittente lasciata da Donald decide di attivarsi.

Per tutto l’episodio vediamo apparire una fatina verde (in una scena appare anche la fatina “cattiva” rossa) e la prima fringe509_1assistente di Walter, morta durante l’incendio al laboratorio. Durante questi pensieri psichedelici, la trama ci mostra il ritrovamento di Michael, il bambino Observer, nascosto da Donald presso due rivoluzionari fidati.

Durante tutto l’episodio Walter lotta con se stesso per non tornare ad essere il Walter di un tempo. A rendergli difficile il tutto vi è Carla Warren, la sua vecchia assistente, che rappresenta in realtà proprio il vecchio Walter e il suo modo di pensare e che tenta in tutti i modi di far capire al nostro Walter che “you’ve been him longer than you’ve been you”. È proprio questa la frase finale dell’episodio che ci lascia con un amaro in bocca.

Una sola parte dell’intero episodio, a mio avviso, è stata meravigliosa e da sola vale l’intera visione. Sto parlando della scena finale di Walter sdraiato per terra mentre tutti i momenti più importanti della sua vita vengono proiettati sul muro e sulla mobilia presente nel laboratorio. Come a ricordare a Walter chi era, chi è diventato e chi diventerà.

fringe509_3Molti hanno inoltre apprezzato la scena cartoon omaggio a Terry Gilliam. Personalmente l’ho odiata. Così come ho odiato la fatina verde. Decisamente più interessante invece l’aspetto di lotta tra le due personalità di Walter: quella egocentrica che si crede un Dio e quella buona e paterna che, purtroppo, sta soccombendo.

Giunta alla fine dell’episodio mi sono chiesta se la ricerca dei vari pezzi per distruggere gli Observer sia effettivamente finita fringe509_2o se anche i prossimi episodi si concentreranno su questo aspetto. Peter avrà qualche effetto collaterale dovuto alla sua scelta di utilizzare su se stesso l’impianto degli Observer? In questo episodio è stata completamente accantonata questa trama e Peter è tornato di colpo ad essere il solito e a preoccuparsi in modo amorevole per il padre fuori controllo. Forse un po’ troppo velocemente? Conosceremo mai Donald?

Micra

Fondatore - Trentina, social and serial addicted. Nominata santa padrona del canederlo e adepta alla sacra arte del parampampoli. Lavora come Project Manager per un'agenzia di comunicazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio