fbpx
Fringe

Fringe – 4.09 Enemy of My Enemy

Il Walternate di questo AltUniverse è una persona diversa da quella che abbiamo conosciuto: è seriamente intenzionato ad aiutare Peter e non ha niente a che fare con i nuovi mutaforma. Infatti va da AltBroyles (che ha già avvertito Jones dell’arrivo della Fringe Division e ha scoperto dove AltLee e BOlivia hanno rinchiuso Lee) e gli racconta tutto ciò che sa riguardo ai mutaforma. Intanto i due agenti sono arrivati nel luogo da cui era partita la chiamata per l’agente Murphy e con loro grande sorpresa trovano Jones che, anziché scappare, era lì ad aspettarli. All’inizio non capiscono il perché di questa sua scelta, ma poi tutto diventa chiaro: vuole che loro lo conducano da Walternate. Ed è in questo momento che Peter diventa molto importante in questa puntata: poco dopo una discussione con Lee (quest’ultimo vuole stare lì per scoprire di più sull’indagine sui mutaforma mentre il primo vuole tornare nell’altro universo visto che ha già ottenuto ciò che voleva), Peter vede Jones e cambia idea: lui ha già conosciuto quell’uomo e vuole stare lì per scoprire quali sono i suoi scopi in questo universo. Prima Jones parla con Broyles e l’unica cosa che dice è che vuole che gli portino un hard-disk che si trova nell’ufficio del dottor Brandon in 12 minuti, altrimenti molte persone moriranno. Del resto non riescono a scoprire niente, neanche il suo nome visto che non è nei database. A questo punto arriva Peter che dice chi è quell’uomo e di cosa si occupa, chiede il permesso di parlargli e Walternate acconsente. Jones rimane assolutamente turbato nel vedere quante cose Peter sa su di lui, ma proprio in quel momento muoiono tutte le persone che si trovano in un reparto di un ospedale e la responsabile è una mutaforma che lavora per Jones. A questo punto quest’ultimo dice che se non lo rilasceranno ci sarà un nuovo attacco tra 14 minuti. La decisione spetta a Walternate che decide di non poter rischiare la morte di altre persone, quindi gli danno l’hard-disk e lo lasciano andare, non prima di avergli dato da bere del thè con un tracciante interno con lo scopo di scoprire qualcosa in più su di lui. Così, una volta fuori, lo seguono, ma perdono le sue tracce in mezzo alla folla: gli agenti della Fringe Division si chiedono come abbia fatto senza sapere che è stato AltBroyles ad aiutarlo. A questo punto studiano i dati copiati dall’hard-disk e scoprono che Jones stava usando satelliti e radar per raccogliere dati geologici. Peter capisce che l’uomo sta cercando un minerale chiamato anfilicite, che è inerte allo stato normale, ma se si sa come trattarlo può essere usato come fonte di energia. Sa tutto ciò perché già Bell utilizzò questo elemento e pensa che Jones userà lo stesso processo forse per creare un’arma. Quindi la Fringe Division si reca nel luogo con più anfilicite presente nelle mappe dell’hard-disk. Ma, una volta lì, gli agenti non riscontrano niente di strano e, in mancanza di una strada presente invece nella cartina, Peter capisce che il luogo è giusto, ma l’universo è sbagliato.

Nel frattempo Walternate parla con sua moglie e gli espone i suoi sensi di colpa riguardo al fatto che Jones è riuscito a scappare e le sue preoccupazioni sul fatto che lui non può aiutare Peter: ha studiato il progetto della macchina, ma l’unico che lo può veramente aiutare è Walter, che però si rifiuta di farlo. Allora Elizabeth passa nell’altro universo per parlare con Walter: lui gli fa capire che ha paura e che soffre di enormi sensi di colpa per aver danneggiato il tessuto tra gli universi, ma lei dice che lui andò a prendere Peter solo perché lo amava molto e che per ciò che ha fatto lei lo ha perdonato molti anni fa. Peter merita di tornare dalla persone che lo amano e lui deve aiutarlo. Così si convince e più tardi va dal ragazzo per offrirgli il suo aiuto.
Intanto Olivia prima dà un campione di sangue ad Astrid in modo che lo analizzi e scopra qualcosa, poi va da Broyles per dirgli che Lee e Peter sono nell’altra dimensione. Ma lui sa già tutto e anche di più visto che AltBroyles lo sta tenendo aggiornato e racconta tutto ad Olivia. Poco dopo vengono raggiunti da Peter e Lee e tutti insieme vanno nel luogo in cui si trova il minerale: Jones e la sua squadra sono già al lavoro. A questo punto inizia una sparatoria e Jones sale su un camion per scappare in un altro universo. Olivia lo vuole inseguire, ma Peter la ferma appena in tempo: il portale usato da Jones la stava per tagliare in due mentre si richiudeva. A questo punto gli agenti di tutti e due gli universi più Walternate e Peter fanno una riunione in cui decidono di mettere da parte le diffidenze reciproche per combattere contro un nemico comune. Certamente Jones ha molto vantaggio, ma loro hanno un arma in più: Peter che ha già sconfitto l’uomo nell’universo da cui proviene.

L’episodio si conclude con Jones che scrive su uno dei famosi macchinari con cui è possibile comunicare attraverso gli universi. Il suo messaggio è che la fase uno è stata completata e chiede quando iniziare la fase due. Con nostra grande sorpresa a rispondere all’altro capo c’è Nina che scrive che si stanno occupando di lei (cioè di Olivia) e sarà pronta a breve.

Domande ed appunti finali:

– Quale saranno gli scopi di Jones e Nina? E lei che piani ha per Olivia?
– Il sangue che Olivia dà ad Astrid è probabilmente quello dell’osservatore: che si inizi a scoprire qualcosa in più su di loro?
– David Robert Jones è un ottimo nemico per questa stagione. In più, grazie a lui, i due universi, finalmente, collaboreranno.
– BOlivia e il suo ragazzo non stanno più insieme.
– Il glyph code per questo episodio è DEATH.

To Top