fbpx
Fringe

Fringe: Recensione episodio 3.04 – Do Shapeshifters Dream of Electric Sheep?

Fringe recensione 3.04

Sigla verde acqua questa settimana per Fringe: ciò significa che la vicenda è ambientata nel nostro universo. In questo episodio troviamo il binomio Walter-Massive Dynamic e AltOlivia sempre intenta nei suoi loschi piani e attenta a non farsi scoprire. Ma troviamo anche i mutaforma, parte centrale della trama visto che il titolo della puntata è Do Shapeshifters Dream of Electric Sheep?, omaggio al romanzo di Philip K. Dick Do Androids Dream of Electric Sheep? e al seguente film, Blade Runner.

Tornano i mutaforma

Ma andiamo con ordine. Il senatore Dennis Van Horne rimane gravemente ferito dopo un incidente stradale. Viene portato in ospedale e mentre i medici, in sala operatoria, cercano di evitare il peggio, sopraggiunge Newton che cerca di portare via il corpo. Quando si rende conto di non riuscire nel suo scopo, fugge, ma prima spara in un occhio al senatore. Lo squarcio nel cranio rivela la sua natura di mutaforma e nessuno, né sua moglie né i suoi amici, si erano mai resi conto del cambiamento.

Il senatore era un agente di Newton il quale cerca di far sparire il corpo proprio per paura che la sua natura possa essere rivelata. Studiando il mutaforma, Walter scopre che nell’occhio è ubicata una sorgente di energia (quindi Newton ha mirato proprio quel punto per inabilitare l’essere) e, usando i laboratori della MD, vuole tentare di risvegliarlo per riuscire a scoprire tutte le informazioni presenti nella sua memoria (il timore dell’FBI è che il senatore fosse a conoscenza di molte informazioni riservate e che tantissimi mutaforma si siano infiltrati tra le più alte cariche del governo).

Fringe recensione 3.04

Fringe recensione 3.04

Lo scienziato riesce a capire che per fare ciò bisogna utilizzare stimoli visivi per mappare i suoi percorsi neurali. AltOlivia è molto preoccupata per questo, così chiama Newton per dirgli di risolvere la faccenda. Per togliere di mezzo il senatore, Newton riabilita un agente mutaforma inutilizzato da 5 anni. Da qui si capiscono due cose importanti: per prima cosa, anche i mutaforma provano emozioni.

Quest’agente, infatti, si è formato una famiglia e cerca in tutti i modi di evitare la missione per stare con i suoi cari, ma ciò non gli è concesso. In più si evince che ci sono tantissimi mutaforma nel nostro universo che vengono attivati nel momento del bisogno.

Attraverso i suoi studi, Walter capisce che bisogna usare la moglie del senatore per riuscire a scoprire ciò che lui sa, così la manda a chiamare. AltOlivia, invano, cerca di opporsi alla cosa. Quando la donna inizia a parlare al mutaforma, esso reagisce, ma dando informazioni relative alla loro vita privata e non importanti per l’indagine dell’FBI.

LEGGI ANCHE: Fringe: 21 cose che non sapevate sulla serie di JJ Abrams

Mentre i nostri fanno una pausa, Walter capisce che il cervello del mutaforma si trova nel suo sedere (per questo precedentemente non sono riusciti ad avere abbastanza informazioni: i cavi erano collegati al cranio), così torna in laboratorio. Proprio in questo istante arriva l’agente mutaforma riattivato che compie la sua missione togliendo un dischetto di memoria della spina dorsale del senatore.

Poi colpisce Walter facendolo svenire e fugge, senza effettuare il cambio di corpo come gli era stato ordinato da Newton. Il suo comportamento è dovuto al fatto che spera di poter tornare dalla sua famiglia, ma Newton non è per niente d’accordo e lo uccide. Mentre viene compiuto l’omicidio, sopraggiungono sul posto Peter e AltOlivia che catturano Newton. Ma, prima che arrivino i rinforzi per portarlo in carcere, AltOlivia prende il dischetto.

AltOlivia è in difficoltà

L’episodio termina con Newton che si suicida grazie ad una “pillola” passatagli da AltOlivia, non prima, però, di aver instillato in lei il dubbio di non riuscire a portare a termine la sua missione. Per tutto l’episodio lei ha rischiato di essere scoperta a causa dei suoi movimenti e comportamenti. Inoltre risulta sempre molto fredda e spietata.
A ciò bisogna aggiungere che AltOlivia ha avuto il timore che Peter potesse scoprire che lei non è la vera Olivia, sia perchè Newton mette in lei il dubbio, sia perchè Peter le fa un discorso in cui confessa di aver notato dei cambiamenti in lei dopo l’esperienza nell’altro universo.

Ma, purtroppo, non viene toccato dall’idea che lei non sia Olivia. La ragazza, così, per convincere sempre più Peter che lei è la vera Olivia, decide di invitarlo a casa sua e i due fanno l’amore. Ma insomma Peter! Ci caschi proprio! Basta guardarla per capire che non è lei: oltre ai suoi capelli (più biondi del solito), è la luce nei suoi occhi ad essere diversa: lo sguardo non mente!

LEGGI ANCHE: Fringe: I 10 episodi migiori della serie tv

Walter e il suo nuovo giocattolo

Oltre a tutto ciò, in questa puntata vediamo che Walter entra piano piano in possesso della Massive Dynamic (deliziandoci dei suoi soliti simpatici discorsi sotto gli occhi di attoniti scienziati) con preoccupazione di Peter, che si domanda cosa possa fare il padre con tutto quel potere. Scopriamo anche che Nina Sharp non è, almeno apparentemente, arrabbiata o invidiosa del fatto che Bell abbia lasciato la compagnia a Walter, anzi, crede che quest’ultimo sia l’ uomo adatto per il ruolo poichè molto intelligente. Sarà sincera?

Insomma, Fringe sta sfornando episodi molto belli in cui la storia è sempre avvincende, gli aspetti approfonditi sempre molto interessanti ed in cui viene svolto un ottimo lavoro sui personaggi.

Comments
To Top