fbpx
Recensioni Serie Tv

Flash Forward – 1.03 “137 sekunden”

E’ difficile per me recensire questo terzo episodio di Flash Forward perchè, sinceramente, non saprei se dare un buon voto a “137 sekunden” oppure al contrario bocciarlo inesorabilmente. La storia, i viaggi intercontinentali, le ricerche mi appassionano perchè adoro il genere drama legato a misteri (molte volte sci-fi) inspiegabili, ma i dialoghi di questo episodio e il cliffhanger mi sembrano forzatamente decisi a tavolino e per questo difficili da apparire veri. Senza dimenticare poi le “illuminazioni” del protagonista che sono così veloci e comiche da sembrare davvero troppo fasulle. Detto questo, non smetterò di seguire la serie perchè il mistero dietro al black out potrebbe risultare alla fine interessante…

Tornando alla trama dell’episodio, in “137 sekunden” incontriamo questa volta un ex nazista, Mr Schultz (Guido Foehrweisser), che ottiene di parlare con l’agente Benford (Joseph Fiennes) perchè ha importanti informazioni da riferire all’FBI in merito al caso. In cambio del racconto sulle sue visioni, l’uomo chiede e ottiene il perdono, la libertà e il ritorno in America. In un primo momento, quelle poche parole di Mr Schultz sembrano gettare nello sconforto Mark che si sente preso in giro da un vecchio. A fine episodio però l’uomo scopre che la visione dell’ex nazista, incentrata su alcuni corvi morti visti nel cortile della prigione al momento del risveglio dal flash forward, è collegabile a un passato evento in Somalia datato 1991 che ha visto proprio questi uccelli morire misteriosamente. Forse i nostri protagonisti non hanno vissuto il primo black out? Forse è già capitato un BO in passato connesso a una strana moria di corvi?
 
La parte forse più interessante e angosciante dell’episodio è comunque quella relativa all’agente Noh (John Cho) alle prese con le ricerche sulla misteriosa donna che gli ha telefonato per annunciargli il suo futuro assassinio. Questa volta, la sorpresa che circonda questo personaggio è la scoperta che la fidanzata Zoey (Gabrielle Union) dichiara di averlo visto nel suo flash forward mentre si sposavano in riva al mare. Ma allora Demetri non viene veramente ucciso oppure il flash della fidanzata non si riferisce all’aprile 2010?

Aaron, lo sponsor di Mark, ha nel frattempo riesumato i resti della figlia per verificarne il dna e capire, una volta per tutte, se quel cadavere appartiene effettivamente alla sua amata figlia. I risultati sembrano confermarne l’identità ma Aaron aveva inspiegabilmente visto, nel suo flash, la ragazza ancora viva. Se come Zoey anche Aaron ha visto un futuro che non si realizzerà, questo vuol dire che le visioni non raccontano sempre ciò che succederà tra sei mesi? Vuol dire forse che il futuro può essere cambiato?

Mara D.

Founder e Admin di Telefilm-Central.org. Amante delle serie tv, del cinema e dell'universo Internet :-)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio