fbpx
Cinema

Fast and Furious: La saga che iniziò con l’amicizia (su schermo) tra Vin Diesel e Paul Walker

fast and furious

“It’s been a long day without you my friend

And I’ll tell you all about it when I’ll see you again…”

Ci sono film che guardiamo e abbiamo dimenticato una settimana dopo averli visti nelle sale. Film che lasciano un ricordo sbiadito, piacevole ma non per questo convincente. Ci sono, poi, film che ti entrano nel cuore. Film che hanno un potenziale che trascende la trama interessante o l’attore belloccio nel ruolo del protaognista. Sia chiaro, Fast and Furious, nel lontano 2001, aveva entrambi. C’erano le macchine veloci, c’era il pericolo e l’adrenalina. C’era una storia d’amore, perchè no. Ma soprattutto c’era amicizia. Un’amicizia che è cresciuta, si è evoluta e ci ha portato fin qui, diciassette anni dopo. L’amicizia tra Dominic Toretto e Brian O’Conner. 

LEGGI ANCHE: All Eyes On: Paul Walker

Fast and Furious: L’inizio di una storia che è già leggenda

fast and furious

Tutto ebbe inizio negli anni 2000, quando il regista Rob Cohen assistè ad una gara di auto clandestine a Los Angeles. Ne aveva già letto sulla rivista Vibe e vedere con i suoi occhi di cosa si trattava non fece che accrescere la sua passione per l’argomento. Il film, che avrebbe dovuto chiamarsi inizialmente Redline, ottenne il suo titolo grazie alla concessione della Universal per una pellicola omonima del 1955. Nasceva così The Fast and the Furious

Paradossalmente non tutti gli attori del film erano dei grandi appassionati di auto. Certo, c’era Paul Walker, che non solo si intendeva di auto ma le amava quasi (se non più) della sua carriera di attore. Jordana Brewster e Michelle Rodriguez non avevano neppure la patente prima di essere scritturate come Mia e Letty! Lo stesso Paul Walker non è stato la prima scelta per il ruolo di Brian. Gli attori Mark Wahlberg, Christian Bale ed il cantante Eminem avevano tutti fatto l’audizione per la parte. Possiamo solo dire – senza avere nulla contro di loro – di essere più che felici che non l’abbiano ottenuta. Insomma, non esiste altro Brian O’Conner che non sia Paul Walker. E non esiste Fast and Furious senza Paul Walker.

LEGGI ANCHE: Fast and Furious 7: la Recensione

Per il ruolo di Mia vennero considerate Natalie Portman, Sarah Michelle Gellar e Jessica Biel. Malgrado sia stata Jordana Brewster ad ottenere la parte, lo stesso regista ha confermato che la parte era stata scritta per un’attrice ben precisa: Eliza Dushku. Dal momento che l’attrice aveva rifiutato la parte, fu Jordana Brewster ad essere scelta, eventualmente. 

Una storia autentica con una “famiglia” per cast

fast adn furious 7

Le vicende di Fast and Furious, o meglio The Fast and the Furious, iniziano con un inganno. Brian O’Conner (Paul Walker) è un agente dell’FBI che cerca di scovare un gruppo di malviventi il cui leader si sospetta sia Dominic Toretto (Vin Diesel). Per riuscire a scoprire il suo piano, O’Conner si avvicina a lui e alla sua banda, inclusa la sorella Mia (Jordana Brewster), per la quale inizia presto a provare una forte attrazione. La regola numero uno che Brian dimentica, nel corso del film, è quella di non lasciarsi mai coinvolgere troppo. Non solo si lascia coinvolgere ma, alla fine, aiuta anche Toretto a scappare dall’FBI. Nasce così, dopo una sfida sul filo del secondo, l’amicizia secolare di Toretto e O’Conner.

Più di 1.500 auto sono state usate in totale per le scene delle sfide nel deserto. In particolare la Mitsubishi Eclipse GSX verde acido che Brian guida all’inizio del film è la stessa che appare all’inizio del film Sex Drive. L’auto, ovviamente, è stata opportunamente modificata prima di apparire nel film.

Non sono tuttavia le belle auto, le belle donne o gli effetti speciali sempre più grandiosi a rendere indimenticabile un franchise come questo. E’ il cast, il modo in cui quel cast si relaziona, sullo schermo e fuori dallo schermo. 

LEGGI ANCHE: Fast and Furious 8: Primo trailer italiano del film con Vin Diesel

La morte di un attore ma anche di un amico: l’addio a Paul Walker

paul walker

E’ stato quel sentimento di amicizia a rendere così dolorosa la morte di Paul Walker. L’attore che interpretava Brian O’Conner, apparso in tutti i film del franchise meno che in Tokyo Drift, è venuto a mancare il 30 novembre del 2013 all’età di 40 anni. E’ morto in un’auto che sfrecciava veloce da un evento di beneficenza, un amico era al volante e Paul Walker era nel posto del passeggero. “Se la velocità dovesse uccidermi, non piangete per me: perchè sarò morto con il sorriso” aveva detto una volta l’attore di Fast and Furious. Era morto uno dei due pilastri del franchise, la metà di Vin Diesel. 

L’attore di XXX ha rivelato che non avrebbe smesso di recitare nei film proprio per onorare la memoria di Paul Walker. L’attore, infatti, aveva già parlato dell’ottavo film mentre era sul set del settimo e questo spinse Vin Diesel a continuare. I fratelli di Walker, Paul e Caleb, aiutarono nel corso delle riprese per le inquadrature più lontane e una ricostruzione digitale venne invece fatta per il primo piano dell’attore nella scena finale. 

Il futuro del franchise più veloce del mondo

 La conferma sul nono e decimo capitolo della saga è già arrivata. I film, infatti, usciranno rispettivamente il 19 aprile 2019 ed il 2 aprile 2021. Una saga lunga ben 20 anni, ci pensate? Iniziata quando entrambi Paul Walker e Vin Diesel erano due attori giovani, per molti aspetti alle prime armi. Adesso Paul Walker non c’è più e Vin Diesel – e tutta la famiglia di Fast and Furious – sono pronti a portare avanti la volontà di un attore di regalare al pubblico altri film del genere. 

The Fate of the Furious è al cinema dal 13 aprile 2017. Speriamo che continui ad emozionarci sempre come quella prima volta. Un quarto di miglio alla volta. 

Comments
To Top