fbpx
Fargo

Fargo: la terza stagione nel 2017 con un nuovo cast e una nuova storia

fargo

fargoMettiamoci l’anima in pace, la terza stagione di Fargo non arriverà prima del 2017.  “La realtà è che non lo vedrete nel 2016″, ha raccontato Noah Hawley a Variety “É uno show invernale nel bene e nel male. Non c’è tempo di girare un’altra stagione prima che l’inverno sia finito.”

Hawley ha voluto però sottolineare che il più della terza stagione sarà scritto prima di iniziare le riprese. “É  molto importante per me e per gli altri produttori separare il processo di scrittura dalla produzione. Ci prendiamo il nostro tempo, scriviamo almeno otto delle dieci ore in programma e così finiamo per sapere esattamente quello che stiamo facendo e come va esattamente l’intera storia. Ora stiamo scrivendo. Ho scritto già la prima ora, siamo circa a metà stagione. Continueremo nei prossimi mesi a scrivere con l’idea di andare poi in produzione nel mese di novembre, come abbiamo fatto per la prima stagione, e di essere quindi di nuovo in onda nella primavera del 2017.
Un lasso di tempo molto lungo, se si pensa a come le altre produzioni televisive americane si muovono. “Una delle grandi gioie di lavorare con FX è l’idea che stiamo facendo questo film di 10 ore e che per loro deve essere una sorta di evento di qualità” ha continuato Hawley. “Siamo in grado di prenderci il nostro tempo per fare le cose per bene e poi mandarle in onda, che si tratti di 12 mesi o 15 o 18. Penso che tutto questo lo renda davvero un evento. Penso che se vai in onda ogni anno nello stesso momento, stai solo facendo uno show televisivo. ”

Come già anticipato, la terza stagione ci riporterà ai giorni nostri, per l’esattezza nel 2010, a quattro anni dopo i fatti raccontati nella prima. Il creatore di Fargo ha affermato che non rivedremo nessuno degli attori dei primi episodi in ruoli principali, ma ciò non significa che non potranno esserci delle storie che si intrecciano con quelle dei personaggi già conosciuti.

Un pò come è accaduto con la storia di Hanzee, il quale si scopre essere quel Moses Tripoli che ordina ai suoi scagnozzi Mr. Wrench e Mr. Numbers di indagare sulla morte di Sam Hess e di portargli la testa dell’eventuale colpevole. Hawley ha raccontato che gli autori hanno deciso di aggiungere questo twist a metà della lavorazione.  “L’idea è di connettere ogni storia alle altre e anche ovviamente al film. Penso che l’idea dell’evoluzione di Hanzee in Mr Tripoli era quella di farlo uscire vincitore da questa storia e, in qualche modo, raccontare le sue origini proprio come abbiamo fatto con il personaggio di Molly.”

fargo 209aTornando alla terza stagione, Hawley ha affermato che sarà più “contemporanea”.
“Nella prima stagione eravamo nel 2006, ma non ci siamo occupati di vedere come si vive in quella regione in un modo più contemporaneo. Mi piace l’idea che stiamo vivendo ora in una cultura selfie-oriented, in cui le persone fotografano quello che mangiano per farlo vedere agli altri. Siamo in una dinamica sociale antitetico al pragmatismo luterano di quella regione. Così tante delle nostre storie criminali riguardano la difficoltà delle persone di esprimere e comunicare.”
Hawley ha infine sottolineato che nella seconda stagione non ci sono indizi su quello che vedremo nel 2017. Se fino ad ora gli autori si sono chiesti cosa fare con Fargo, la domanda ora è diventata, da un punto di vista strutturale e stilistico, cosa è rimasto da raccontare, cosa si può fare di simile ma differente senza essere ripetitivi. “Siamo alla ricerca di connessioni ed elementi che stiano bene all’interno del più ampio lavoro che stiamo costruendo, sperando di non sembrare leziosi, pretenziosi o troppo furbi.”

Comments
To Top