fbpx
0Altre serie tv

Extant: Recensione dell’episodio 1.01 – Re entry

Solo due sere fa, sulla rete statunitense della CBS, è stato trasmesso il primo episodio della serie più attesa dell’estate. Extant è un telefilm di fantascienza co-prodotto da niente di meno che Steven Spielberg e con protagonista l’affascinante Halle Berry nei panni di Molly Woods, Pilot -- Re-entryun’astronauta appena tornata da una missione di tredici mesi nello spazio. La serie composta da 13 episodi (il numero è ricorrente nello show!) e si avvia con un episodio di esordio dai tratti peculiari, caratterizzato da un ritmo incalzante ed intenso. La rapidità della trama cattura lo spettatore, generando curiosità ed interesse. A mano a mano che i minuti scorrono, però, comincia a sorgere qualche perplessità: la storia comincia a complicarsi, generando confusione ed incertezza, soprattutto per quanto concerne l’idea principale in testa al suo ideatore Mickey Fisher. Ad un certo punto è inevitabile porsi un interrogativo: “esattamente cos’è che ci vogliono narrare gli autori?”. Dopo questi primi quaranta minuti, ci è dato modo di inquadrare la protagonista principale ma niente più. La storia resta coperta da un alone di mistero, un buco nero, come quello creato da Molly sulla navicella spaziale. Capisco che questo è il problema ricorrente di tutte le puntate pilota di una nuova serie, ma non dimentichiamoci che sono proprio questi episodi iniziali a dover convincere lo spettatore a continuare a seguire lo show. Forse, tutto sommato, avrei preferito una maggiore accuratezza nella trama.Extant 101 e

Nonostante ciò, sono sicura di dare una seconda possibilità alla serie. Per cominciare Halle Berry è un’ottima interprete che riesce a convincere a pieno con le sue performances. Mi riferisco non tanto ai dialoghi con gli altri personaggi, e neppure alla sua rappresentazione di Molly nella vita terrena, quanto piuttosto alla grandiosa interpretazione svolta all’interno della navicella spaziale: il modo in cui si muove agitata di fronte al video che cancella; il suo sguardo nel momento in cui incontra Marcus, la disinvoltura con la quale aleggia senza gravità. La Berry riesce a rendere il tutto molto credibile, il che di certo aiuta, in una serie dove tutto appare quanto mai strano. Molly, in fondo, è una donna appena tornata dalla spazio, che oltre a doversi ambientare sulla terra, oltre a dover riallacciare i rapporti con il marito e lo pseudo figlio, deve fare i conti con una realtà surreale. La donna scopre di essere incinta, nonostante i precedenti tredici mesi di Extant 101 gisolamento. Da qui comincia a svilupparsi una trama poco chiara, in cui ci vengono presentati un giapponese milionario appena resuscitato (?), una psichiatra poco professionale ed un ex agente morto, in realtà vivo, vegeto ed onnisciente!

A coronare il tutto, vi è lo strano incontro di Molly con Marcus.

Nel frattempo la vita della protagonista viene accompagnata da un quadro familiare del tutto peculiare. John, il marito di Molly, interpretato da Goran Visnjic (vi dice niente Luka Kovač nella serie E.R.?), è il creatore del loro figlio artificiale. Un bambino ambiguo ed indecifrabile, dallo sguardo freddo e dai modi bruschi. Guardando Ethan vi sarà impossibile non pensare a Haley Joel Osment nei panni di David in Intelligenza artificiale (anche se quest’ultimo aveva una dolcezza ed umanità del tutto sconosciute al giovane Ethan!).

Tra foto movimentate in perfetto stile Harry Potter, tra bambini artificiali tanto cari a Spielberg, tra terra e spazio, finzione e realtà, la serie ci regala un esordio ambiguo e poco incisivo.

Prima di un giudizio categorico sarei curiosa di vedere il prossimo episodio.

Per ora ho avuto come la sensazione di assistere ad un contenitore privo di ripieno. C’è l’involucro, c’è la forma, c’è l’idea, ma scuotendo il pacchetto non si sente alcun rumore. Non c’è alcuna percezione della reale sostanza del prodotto.

Voglio vedere a cosa si mira!

Per restare sempre aggiornati su Extant, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Extant Italia

Comments
To Top