Da recuperare

Empire: I cinque buoni motivi per recuperare la serie

Stanchi delle serie troppo impegnative? Volete un prodotto da poter vedere tranquillamente ma che vi emozioni? Empire è quello che state cercando e se la recensione della prima stagione ancora non vi ha convinto, ecco i cinque motivi per recuperarlo:

Una canzone per te

La prima vera ragione per cui vedere questa serie è il comparto sonoro. Empire parla di musica e non poteva non avere una colonna sonora diempire_s01_3 rilievo, ma mai come in questi caso il mix tra narrazione e canzone è azzeccato. Le tracce, tutte originali, sono sempre giustificate e non appaiono mai fuori luogo, a volte sostituiscono dei dialoghi e altre servono solo a sottolineare una scena, ma in ogni caso non risultano mai fastidiose. E la capacità degli autori di proporre arrangiamenti e versioni diverse delle stesse canzoni fa la differenza. Certo stiamo parlando di RnB e rap ma come ogni canzone se fatta bene è fruibile anche da chi solitamente non ama il genere (come me). La vera morale della serie alla fine è proprio questa, la musica è trasversale, abbatte barriere e spiana la strada dei sentimenti inespressi e un po’ come Empire piace a tutti indistintamente.

Surprise, Surprise: Eppur funziona!

Dovete sapere che Fox in questa serie non ci credeva, come dimostra la scarsa pubblicità fatta prima del lancio e la messa in onda in un periodo non favorevole, eppure nonostante questo ha sollevato uno tzunami di ascolti che ha costretto Fox a ricredersi e a rinnovare la serie per una seconda stagione. Il motivo di questo successo è che la serie cresce episodio dopo episodio correndo ad una velocità smodata senza mai fermarsi. Colpi di scena intervallati da scene di lotta, litigi, intrighi, canzoni, occhiate che vi lasceranno ogni volta incollati allo schermo per tutti i quarantadue minuti di episodio.

Father and Son

empire_s01_4La famiglia è un tema molto caro alla televisione, i “family drama” sono da sempre uno dei capisaldi da cui gli sceneggiatori fanno partire la storia. Anche in questo caso la narrazione sfrutta dei chlichè familiari, ma in un modo mai banale. Tutti e tre i fratelli hanno una personalità molto ben delineata e un rapporto con il padre diverso e questo porta il pubblico a tifare per uno di loro, o affezionarsi di più ad un altro. Devo dire che se inizialmente tutti siamo portati a provare una simpatia incondizionata per Jamal, personalmente ho adorato Andrè. Perché il suo personaggio si sviluppa e muta in maniera molto originale, e alla fine risulta essere quello meno prevedibile.

 

Terrence Howard

Cosa dire di un attore così? Ben poco. Costruisce un personaggio, cattivo, imprevedibile che sfida Frank Underwood alla gara dell’uomo più potente della tv. Lucious Lyon è un personaggio bellissimo, pieno di sfaccettature e capace di affascinare e di farsi odiare contemporaneamente. Potente ma in parte fragile, incapace di amare qualcuno se non se stesso, infallibile ma con un passato sempre pronto a bussare alla porta della memoria. Howard è stato intelligente nel vedere il potenziale che la scrittura del protagonista aveva, e nello scegliere il piccolo schermo che assicura maggiore affetto del pubblico e riscontro immediato.

Cookie is the queen

La televisione aveva bisogno di un personaggio femminile così. Cookie è il primo e forse potrebbe anche essere l’unico motivo per cuicookie lyon1 consiglio di recuperare Empire. Non solo perché internet è pieno di gif e meme estratti dalle sue performance, ma perché la signora Lyon è magnifica. Dai vestiti, ai dialoghi, alle mille facce del suo carattere Cookie è una donna, una madre, un genio musicale, una talent scout, una vipera, e un cuore spezzato. Non potrete non amarla e non potrete non desiderare di avere una mamma come lei. Forse il miglior personaggio feminile che la tv ha da un po’ di tempo, perché capace di mischiare il drama e la comedy magnificamente. Cookie per tutti.

Recuperate Empire, fatelo e non riuscirete a pentirvene.

Good Luck!

Comments
To Top