fbpx
News

Emmy Awards 2021: trionfano The Crown e Ted Lasso

Emmy Awards 2021: i vincitori

Sono stati assegnati nella notte italiana gli Emmy Awards che premiano il meglio della produzione seriale per la stagione televisiva 2021. Condotta da Cedric the Entertainer su CBS, questa edizione ha fatto felici i bookmakers. Pochissime, infatti, le sorprese con la lista dei vincitori che si discosta ben poco da quella dei favoriti della vigilia. Segno che la qualità di chi ha vinto fosse ben chiara da subito. A confermarlo soprattutto il nome delle due serie che possono dirsi trionfatori di questa annata seriale: The Crown e Ted Lasso.

Emmy Awards 2021: i vincitori - Gillian Anderson, Olivia Colman e Josh O'Connor di The Crown
Emmy Awards 2021: i vincitori – Gillian Anderson, Olivia Colman e Josh O’Connor di The Crown

Serie Drama: il monopolio di The Crown

Alla fine a restare fuori sono le sole Emma Corrin ed Helena Bonham Carter che, nonostante i giudizi positivi per le loro interpretazioni di Lady Diana e della principessa Margaret, sono le uniche a non uscire vincitrice nelle categoria (migliore attrice protagonista e non protagonista) in cui erano candidate. Colpa unicamente dello scontro in famiglia dato che entrambi i premi vanno comunque a The Crown.

La quarta stagione dell’historical drama di Netflix vince, infatti, tutti i premi maggiori della categoria drama. Miglior serie, migliore attore e attrice protagonista a Olivia Colman e Josh O’Connor per i ruoli della regina Elisabetta e del principe Carlo, migliore attrice e attore non protagonista a Gillian Anderson e Tobias Menzies nei panni rispettivamente di Margaret Thatcher e del principe Filippo, migliore guest star Claire Foy. A completare il trionfo su tutta la linea per The Crown anche i premi per migliore regia e migliore sceneggiatura di un episodio drama andati a Jessica Hobbs e Peter Morgan. L’appetito pantagruelico della serie Netflix non lascia, quindi, neanche le briciole ad altri titoli pur meritevoli. Niente riconoscimenti per l’intensa Pose e la rivelazione Lovecraft Country, mentre solo i fan più sfegatati di Bridgerton non si saranno chiesti che ci facesse in lista.

LEGGI ANCHE: The Crown 4: 10 momenti della storia tra Carlo e Diana tralasciati sullo schermo

Emmy Awards 2021: i vincitori - il cast di Ted Lasso
Emmy Awards 2021: i vincitori – il cast di Ted Lasso

Serie Comedy: believe in Ted Lasso

La Television Academy accoglie l’invito che campeggia negli spogliatoi del Richmond: believe (credici). E ci crede così tanto da fare di Ted Lasso il mattatore indiscusso della categoria comedy. La serie prodotta da Apple Tv+ si aggiudica, infatti, la palma di miglior serie comedy e consegna a Jason Sudekis il premio di migliore attore protagonista in una comedy. A fargli compagnia Brett Goldstein con il suo Roy Kent (he’s here, he’s there, he’s every fu**ing where, anche agli Emmy) e Hannah Weddingham per la sua Rebecca che vincono nelle categorie miglior attore e attrice non protagonista. Da sottolineare come nelle stesse categorie fossero stati nominati anche Brendan Hunt, Nick Mohammed e Jeremy Swift tra gli uomini e Juno Temple tra le donne a rimarcare quanto il cast attoriale della serie sia in pieno spolvero. Ne è da meno la regia con le candidature di ben tre episodi, mentre due erano quelli candidati per la migliore sceneggiatura.

Ad impedire l’en plein alla serie è Jean Smarts a cui va il premio come migliore attrice protagonista in una serie comedy grazie a Hacks (su HBO) che si prende anche le statuette per la migliore regia e migliore sceneggiatura di un episodio comedy andate entrambe a Lucia Aniello. La serie era anche candidata come miglior comedy, che sia il prossimo nome su cui puntare?

LEGGI ANCHE: Ted Lasso 2: Trama, cast, trailer e curiosità sulla seconda stagione

Emmy Awards 2021: i vincitori - Kate Winslet per Mare of Easttown
Emmy Awards 2021: i vincitori – Kate Winslet per Mare of Easttown

Miniserie: tra omicidi e scacchi

Più variegato è il panorama dei vincitori nella categoria miniserie che sempre maggiore importanza sta acquistando in questi ultimi anni. Ad aggiudicarsi il primo posto è la patinata La Regina degli Scacchi che va ad arricchire la già sovrabbondante cesta dei premi di Netflix. Un riconoscimento che premia probabilmente una somma di qualità nei diversi comparti (regia, sceneggiatura, recitazione, costumi) piuttosto che un aspetto specifico. Non a caso nessun premio individuale (tranne la regia a Scott Franck) va alla serie Netflix nonostante il lodevole lavoro di Anya Taylor – Joy. A dominare nelle categorie attoriali è, invece, Mare of Easttown.

Kate Winslet, Evan Peters e Julianne Nicholson vincono i premi per migliore attrice protagonista, migliore attore e migliore attrice non protagonista. L’en plein non riesce a Mare of Eastown per colpa o merito di Ewan McGregor che è migliore attore protagonista per Halston, miniserie Netflix dedicata all’omonimo stilista. Migliore sceneggiatura, infine, a Michaela Cole per l’intensissima I may destroy you, serie che era stata la grande assente della stagione 2020 perché andata in onda fuori tempo massimo.

LEGGI ANCHE: La Regina degli Scacchi: La bellezza narrativa che non ti aspetti. La recensione

Emmy Awards 2021: gli sconfitti – Elisabeth Olsen per WandaVision

I grandi sconfitti: Marvel e Disney+

Impossibile non notare come a restare a bocca asciutta siano proprio gli ultimi arrivati nell’affollato agone delle serie tv. Nessun premio va, infatti, alle serie del Marvel Cinematic Universe che deve accontentarsi delle nomination per WandaVision in diverse categorie del settore miniserie (tra cui quelle di recitazione con Elisabeth Olsen, Paul Bettany e Kathryn Hahn).

Nessuna, però, tramutatasi in statuetta. Stesso risultato per The Mandalorian che ha elettrizzato i fan di Star Wars, ma non i giurati degli Emmy. Molto da fare ancora, quindi, per la Casa delle Idee e quella del Topo prima di bissare i successi del grande schermo.

In una edizione che non regala sorprese, si può comunque lamentare una scarsa considerazione per serie che hanno affrontato temi sociali. A parte la già citata I may destroy you, restano infatti a mani vuote prodotti impegnati come Pose (che era alla sua ultima stagione) e Lovecraft Country e The Underground Railroad che avevano affrontato il tema del razzismo calandoli in contesti insoliti. Un po’ più di attenzione e coraggio da parte della Television Academy sarebbe stata apprezzata se non necessaria.

Emmy Awards 2021: i vincitori - Michaela Cole
Emmy Awards 2021: i vincitori – Michaela Cole

La lista completa di vincitori e nomination

Di seguito, infine, la lista completa delle nomination con in grassetto il nome del vincitore per le categorie principali.

Migliore Serie Drammatica:

  • The Crown
  • The Boys
  • Bridgerton
  • The Handmaid’s Tale
  • Lovecraft Country
  • The Mandalorian
  • Pose
  • This is Us

Miglior Serie Comedy

  • Ted Lasso
  • Black – ish
  • Cobra Kai
  • Emily in Paris
  • The Flight Attendant
  • Hacks
  • The Kominsky Method
  • Pen 15

Miglior Miniserie

  • La Regina degli Scacchi
  • Mare of Easttown
  • I may destroy you
  • The Underground Railroad
  • WandaVision

Migliore attore protagonista in una serie drammatica

  • Josh O’Connor
  • Sterling K. Brown
  • Jonathan Majors
  • Regé – Jean Page
  • Billy Porter
  • Matthew Rhys

Migliore attore protagonista in una serie comedy

  • Jason Sudekis
  • Anthony Anderson
  • Michael Douglas
  • William H. Macy
  • Kenan Thompson

Migliore attore protagonista in una miniserie

  • Ewan McGregor
  • Paul Bettany
  • Hugh Grant
  • Lin Manuel Miranda
  • Leslie Odom Jr

Migliore attrice protagonista in una serie drammatica

  • Olivia Colman
  • Uzo Aduba
  • Emma Corrin
  • Elisabeth Moss
  • MJ Rodriguez
  • Jurnee Smollett

Migliore attrice protagonista in una serie comedy

  • Jean Smart
  • Aldy Bryant
  • Kaley Cuoco
  • Allison Janey
  • Tracee Ellis Ross

Migliore attrice protagonista in una miniserie

  • Kate Winslet
  • Michaela Cole
  • Cynthia Erivo
  • Elisabeth Olsen
  • Anya Taylor – Joy

Migliore attore non protagonista in una serie drammatica

  • Tobias Menzies
  • Giancarlo Esposito
  • O.T. Flagbenle
  • John Lithgow
  • Max Minghella
  • Chris Sullivan
  • Bradley Whitford
  • Michael Kenneth Williams

Migliore attore non protagonista in una serie comedy

  • Brett Goldstein
  • Carl Clemons – Hopkins
  • Brendan Hunt
  • Nick Mohammed
  • Paul Reiser
  • Jeremy Swift
  • Kenan Thompson
  • Bowen Yang

Migliore attore non protagonista in una miniserie

  • Evan Peters
  • Thomas Brodie – Sangster
  • Daveed Diggs
  • Paapa Essiedu
  • Jonathan Groff
  • Anthony Ramos

Migliore attrice non protagonista in una serie drammatica

  • Gillian Anderson
  • Helena Bonham Carter
  • Madeline Brewer
  • Ann Dowd
  • Aunjanue Ellis
  • Emerald Fennell
  • Yvonne Strahovsky
  • Samira Wiley

Migliore attrice non protagonista in una serie comedy

  • Hannah Waddingham
  • Aldy Bryant
  • Hannah Einbinder
  • Kate McKinnon
  • Rosie Perez
  • Cecily Strong
  • Juno Temple

Migliore attrice non protagonista in una miniserie

  • Julianne Nicholson
  • Renée Elise Goldsberry
  • Kathryn Hahn
  • Moses Ingram
  • Jean Smart
  • Philippa Soo
Comments
To Top