Downton Abbey

Downton Abbey: Recensione dell’episodio 6.02- Episode Two

Non so voi, ma per me é iniziato il conto alla rovescia. Ogni episodio di Downton Abbey che andrá in onda é un passo verso la fine e per quanto la mia indole curiosa mi porti ad attendere con ansia ogni episodio, allo stesso tempo non voglio che arrivi il momento dell’episodio successivo perché non voglio che finisca.

La serie, e non lo nego, ha subito un calo negli ultimi anni rispetto allo straordinario livello degli inizi, ma  dopo cinque anni di vita a Downton, insieme alla famiglia Crawley e la loro servitú, non possiamo non guardare alla fine con un minimo di nostalgia, anche perché, nonostante tutto, la serie britannica resta comunque di altissimo livello, oltre ad essere un fenomeno culturale assoluto.

Questo secondo episodio fa un leggero passo indietro rispetto alla premiere, tornando su storie che pensavamo di aver accantonato e che invece potrebbero, speriamo, aver trovato una fine proprio in questa occasione e mi riferisco specialmente ad Edith, Marygold e i Drewe. Se pensavate che le rogne per la piú piccola delle Crawley fossero finite (fatta eccezione per il problematico editore e la difficoltà nel mantenere con la sorella il segreto su sua figlia), vi sbagliavate. Quando cresci un bambino, anche se non è tuo biologicamente, lo senti tuo comunque e questo è il caso della signora Drewe, che nel vedere Marygold non può fare a meno di fare la madre, perché per un periodo è ciò che è stata per la bambina.

Come lo stesso marito ha detto, nell’accordo, lui e Lady Edith non avevano preso in considerazione i sentimenti e sono proprio i sentimenti suoi e di sua moglie ad essere profondamente feriti. Ma è davvero giusto da parte di Robert chiedere ai Drewe di abbandonare la tenuta, dopo quello che hanno fatto per loro? Allo stesso tempo, però, allontanarsi dai luoghi dove hanno vissuto con la bambina potrebbe aiutare la famiglia a ricominciare e ad allentare il legame che hanno instaurato con quest’ultima. A volte delle scelte moralmente contestabili potrebbero essere razionali e adeguate alla situazione e probabilmente l’allontanamento dei Drewe potrebbe essere un bene più per loro che per la stessa Edith.

downton-abbey-6x02-carson-hughes-e1443391532276Il focus di questa sesta stagione, però, è stato sicuramente sinora il matrimonio imminente tra Carson e Mrs. Hughes. Dopo i problemi legati al sesso emersi nel primo episodio, questa volta è il momento della location delle nozze e, soprattutto, dell’incapacità di Carson, e non solo, nel dire di no alla testarda Lady Mary. Quest’ultima sembra essere in vena di buone azioni, vuole di continuo aiutare gli altri, senza mai chiedersi però se l’aiuto sia realmente gradito o meno e questo non la rende meno egoista di chi non aiuta affatto. In questo caso specifico sono i desideri  di Mrs. Hughes ad essere completamente ignorati, senza nemmeno essere stati ascoltati. La donna non vuole altro che uscire da Downton; nel giorno del suo matrimonio vorrebbe “non essere una serva”. Nonostante sia il posto dove lavorano entrambi, Downton non definisce interamente le persone che sono i due sposi. Il desiderio di Mrs. Hughes è comprensibile e condivisibile, ma Lady Mary è già partita come un treno e Carson è incapace di contraddirla, giustificandosi, non è chiaro con quanta sincerità, sottolineando l’importanza di Downton nella sua vita. Sarebbe così assurdo però uscire dai pani del maggiordomo di famiglia per un giorno soltanto?

Tralasciando, per il momento, la guerra tra Isobel e Lady Violet, mi soffermerei sul povero Thomas che continua a ricevere porte in faccia un po’ da tutti: Andy continua a rifiutare un qualsiasi rapporto con lui, Carson lo tratta malissimo senza un reale motivo e quando decide di cambiare lavoro viene messo sotto torchio ad un colloquio per il fatto di essere affascinante e single, nonostante sia in età da matrimonio. Thomas è da sempre uno dei personaggi più interessanti della serie, sempre pronto ad introdurre drammi, ma abbastanza complesso da non essere solo un cameriere meschino. La cattiveria mostrata in precedenza non ha fatto altro che lasciargli terra bruciata intorno; non è di certo oggetto delle simpatie dei suoi colleghi e l’unica persona realmente interessata a lui è Mrs Baxter. Capisco che nella vita raccogli ciò che semini, capisco che una relazione potrebbe essere decisamente anacronistica, ma davvero il povero Thomas Barrow merita di essere così infelice?

In generale però, trovo che l’episodio sia stato soddisfacente: i Bates potrebbero aver trovato finalmente la soluzione al loro ‘ultimo’ problema, Edith potrebbe aver finalmente risolto la questione Marygold/faglia Drewe, ma dov’é Matthew Goode? Quando arriverà un  pretendente per Edith (nel prossimo episodio forse?!)? Ed un uomo per Thomas? Questa è l’ultima stagione e mi rendo conto che non viviamo in un modo dove ‘felici e contenti‘ sia la normalità, ma questa, in fondo, è finzione e il ‘felici e contenti’ non mi dispiacerebbe. Ma c’è ancora tempo no?! Mancano ancora sei episodi, no?!

Per restare sempre aggiornati su Downton Abbey, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Downton Abbey Italia e per Downton Abbey Italian FanPage e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

6.02- Episode Two
  • Buono
Sending
User Review
2.5 (2 votes)
Comments
To Top