Downton Abbey

Downton Abbey: Recensione dell’episodio 4.06 – Episode Six

C’era il ritmo, c’era lo spirito, c’era l’emozione: era ora che dall’ostrica appassita saltasse fuori una perla rara come non se ne vedevano da downtoniani millenni.

Con questa settima puntata sir Julian ci ha ricordato che passare dal comico al drammaticoDOWNTON ABBEY EPISODE 6 bates anna non gli è stato mai tanto congeniale; ed è una cosa a cui non non eravamo più abituati dai beati fasti della prima stagione. In un’ora davvero spedita, ricca di trame e battute sferzanti, non c’è stato neanche il tempo per uno sbadiglio, hurrah!
Uno dei meriti va a una regia meno ingessata del solito, forse addirittura originale, pur rimasta entro il limite dell’elegante maniera. I tentativi dei Bates di tornare alla normalità ci regalano i momenti migliori, come il delicato ritratto a lume di candela dei due amanti circondati dalle tenebre. Anche l’introduzione del nuovo puntello romantico di Lady Mary, tale ragionier Blake, tutto un fuoco di botta e risposta, che ricorda il corteggiamento del caro estinto Matthew, ha fatto la sua parte. E che dire della inimitabile lotta all’ultimo giardiniere tra le vegliarde della serie, Lady Violet e Lady Isobel? ‘No, I am not your Ladysh…nevermind!’
DOWNTON ABBEY EPISODE 6 violet

Ogni storyline ha contribuito a creare un perfetto equilibrio tra ironia, serietà e realismo. Ognuna, per semplice che sia, trova il suo spazio e avanza di un passo il percorso del suo personaggio nella stagione. Così anche le tragicomiche avventure di Mosley, i gossip meschini di Thomas, la mano lunga di James o la partenza in sordina di Alfred con tanto di cuore spezzato centrano il giusto bersaglio corale. Ai tre vedovi – Mary, Branson, Isobel – basta una scena nella nursery per riattivare in positivo il loro futuro e sgravarlo del lutto che ora, dopo aver celebrato l’amore passato (‘Aren’t we lucky?’), si possono – narrativamente parlando – lasciare alle spalle.

Ma Jazz a parte, il vero imbrocco della puntata è stato il ritorno del fattore S: S per SNOB, of course. DOWNTON ABBEY EPISODE 6 mary
Uno dei punti deboli di Downton emerge quando upstairs e downstair si mescolano troppo, rendendo indecise le identità dei servi e dei padroni. La distinzione tra piani alti e piani bassi invece DEVE essere percepita, per restituire un affresco storico verosimigliante, anche se poi romanzato e infiocchettato nei graziosissimi modi fellowesiani.
Se il dramma di Lady Mary era stata la reputazione rovinata con la storia dell’ amante turco morto nel suo letto, per Anna è uno stupro che non può denunciare. La gravidanza di Edith diventerà uno scandalo sociale, ma per la maliziosa cameriera Ethel è stato soprattutto un problema economico che l’ha portata sulla strada a prostituirsi.
DOWNTON ABBEY EPISODE 6 napier blakeTra classi sociali diverse, soprattutto tra nobili e popolani, esiste una incomprensione naturale dei valori altrui e dei diversi metri di giudizio sulla vita, lo spiega bene il nuovo arrivato Blake: ‘she wants everything serves on a plate, she doesn’t work for it, she doesn’t fight for it. Her type doesn’t deserve to survive’.

Ancora a letto, sorseggiando un thè nella luce delicata del mattino, la lady si preoccupa che sia “tutto risolto” tra la sua cameriera e il maritino, ignara di quanto possa essere brutale la vita dei poveri diavoli a servizio. E Anna la guarda con un misto di tenerezza e condiscendenza.
L’affaire del tagliacarte e di young Pegg è invece la celebrazione di qualsiasi tipo di pregiudizio: di Isobel verso la contessa, della contessa verso la signora middle class, del maggiordomo verso l’aiuto giardiniere, del dottore contro la signora middlecass ficcanasoDOWNTON ABBEY 4X06 rose

Il labbro snob della puntata però lo vince a mani basse Lady Rose, così moderna e sbarazzina da avere una tresca con un cantante jazz di colore, ma ancora ben radicata nella sua superiorità di classe, evidente quando scende da Mrs Hughes per farle organizzare (suo malgrado) l’arrivo della band, ‘Hide Them? You just have to keep them with you. His Lodrship won’t come down here, will he?’

No, Rose, non scenderebbe mai.

Comments
To Top