fbpx
0Altre serie tv

Doubt: Laverne Cox parla della rappresentazione dei transgender in TV

‘Sto letteralmente vivendo il mio sogno‘, ammette Laverne Cox in una recente intervista a Variety; dopo molti anni passati a cercare di sfondare nel mondo dello spettacolo, il 2016 le ha portato fortuna a livello professionale: la si è vista, infatti, in The Rocky Horror Picture Show, andato in onda su Fox, ha girato la nuova stagione di Orange Is The New Black, e ha ottenuto un ruolo nel cast principale di Doubt, nuova serie della CBS, il cui primo episodio è andato in onda il 15 febbraio.

In questa nuova serie tv (ormai cancellata) interpreta Cameron Wirth, avvocato proveniente da una delle università della Ivy League; ecco cosa possiamo aspettarci dal suo personaggio.

*L’intervista è stata fatta e tradotta, prima che la serie venisse cancellata dal palinsesto di CBS.

Perché hai voluto questo ruolo?   

 Ho sempre voluto fare l’avvocato e, quando ho letto il copione, ho visto che era firmato da Joan Rater e Tony Phelan; ero una grande fan del loro lavoro a Grey’s Anatomy; hanno fatto un lavoro fantastico con personaggi che sono diventati iconici; hanno contribuito all’apice della serie con dr. Stranamore, dr. Bollore, la canzone dei Snow Patrol, ‘scegli me’…tutti i momenti  che hanno creato erano incredibili, quindi poter lavorare con showrunner di quel calibro è stato un incentivo, ma volevo davvero interpretare un avvocato e fare qualcosa di diverso; anche l’opportunità di essere in un programma televisivo è stata eccitante; Netflix ha cambiato il mondo, ma è un cambiamento avere un pubblico generale; è stata un’esperienza diversa.

Stai facendo storia, essendo la prima attrice trans a far parte di un cast principale in un programma televisivo; cosa significa per te?                                                                               Penso sia un’opportunità per il pubblico della CBS di osservare questa donna, che è molto brava in quello che fa, che ha una grande capacità di ispirare empatia nei suoi clienti, nei giudici e nei giurati, e che è trans; una delle cose, nella prima stagione, per cui sono emozionata, è la storia d’amore che hanno scritto per Cameron; è da molto tempo, che volevo vedere in TV una storia così: una donna trans in una relazione romantica con un uomo etero; quella è la mia vita e le vite di molte donne trans a me vicine; questa storia non è mai stata raccontata a fondo in TV; ci si è avvicinati in Dirty Sexy Money, ma non abbiamo mai visto come Carmelita (Candis Cayne) e Patrick (William Baldwin) si siano conosciuti; c’è tanto che non abbiamo visto della realtà della vita amorosa delle persone trans, e vedremo molto di tutto questo con Cameron.

E’ qualcosa che hai discusso con gli showrunner?

Sì, prima che iniziassimo la stagione, Joan e Tony hanno invitato il cast ad un incontro con gli sceneggiatori per una discussione; ero entusiasta, perché il processo che c’è dietro a una serie mi ha sempre affascinato; hanno spiegato quello che avevano in mente e ho avuto qualche suggerimento.

Quali sono stati?

 Li hanno accolti quasi tutti; molti erano interessati alla situazione specifica di cosa significhi per me, come donna trans, essere in una relazione con un uomo etero, la loro incapacità di rivendicare questa relazione in pubblico e quelli che pensavo fossero i motivi; ovviamente non sono una di quegli uomini, quindi ho cercato di entrare nella loro mentalità, usando la psicologia; abbiamo parlato dei concetti di virilità, di patriarcato; ho pensato anche, che Cameron non dovrebbe essere isolata: spesso, quando vediamo persone trans in TV, sono isolate; Cameron viene da una comunità, fa parte di una comunità; volevo vederla con amiche trans; hanno pensato che fosse una buona idea; c’è un altro twist nella sua vita sentimentale, che ho suggerito e che hanno incorporato nella storia, ma non voglio rivelare troppo; è bello avere gente creativa, capace di ascoltare e di essere aperta ai suggerimenti; l’ho vissuto; in un certo senso sono un’esperta della mia esperienza.

Laverne Cox

E’ stato un anno importante per la rappresentazione trans in TV. 

La cosa bella è che è iniziato con lo streaming: con Orange Is The New Black, poi c’è stato Transparent, poi Blunt Talk,e poi la bellissima Amiyah Scott in Star; in Doubt ci sarà anche la magnifica Alexandra Grey, che è anche in Code Black e When We Rise; c’è così tanto talento; l’anno scorso, Jeffrey Tambor ha detto agli Emmy di dare una possibilità al talento trans; troppo spesso alla domanda: ‘Perché hai scelto una persona non trans per questa parte?’, i registi rispondono: ‘Perché non c’è talento’; Alexandra Grey è un talento naturale; mi sono detta: ‘Devo fare di meglio, se voglio stare al suo passo!‘; voglio che produttori, showrunner e chi è incaricato del casting vedano quanto talento trans ci sia; vogliamo solo essere in quella stanza; per molti, molti anni volevo entrare nella stanza dei provini e far vedere quello che sapevo fare; alla prima occasione, ho avuto la parte; è quello che vogliamo: una possibilità.

Cosa ci puoi dire della prossima stagione di Orange Is The New Black?

 Niente! gli accordi di non divulgazione che dobbiamo firmare sono così intensi, perché tutti vogliono sapere cosa succederà; ho visto circolare degli spoiler, e non leggo nemmeno quelli, perché di solito sono sbagliati.Grazie al cielo! Dopo quello che è successo nel finale, volevo sapere cosa sarebbe capitato, quindi non ho perso tempo, quando ho ricevuto il copione del primo episodio; è fantastico far parte di una serie, che continua a sorprenderti, per cui sei in ansia come tutti gli altri; significa molto per molte persone e far parte di qualcosa che le ha aiutate in momenti difficili è davvero una benedizione.

In Doubt, al fianco di Laverne Cox, ci sono anche Katherine Heigl, Merrin Dungey, Elliott Gould, Steven Pasquale, Dulé Hill, Dreama Walker e Kobi Libii.

Comments
To Top