fbpx
Cinema

Don’t crack under pressure, pura adrenalina per il film documentario di Thiery Donard e l’equipe di La Nuit de la Glisse – La recensione

Don’t Crack Under Pressure

Molti di noi non hanno il coraggio di saltare un muretto di pietra, o addirittura si sentono tremare le gambe quando guardano giù dal balcone sebbene si trovino solamente al secondo piano. Io faccio parte di questa categoria, eppure rimango semplicemente affascinata dagli atleti di sport estremo. Più sono allenati, più sono spericolati e più rimango a bocca aperta, incollata davanti allo schermo per seguire le loro avventure.

E devo esser sincera: nell’ultimo periodo i social media e YouTube hanno dato una forte spinta a questa mia passione facendomi scoprire nuovi atleti, facendomi appassionare alle loro nuove e spericolate avventure, spesso ancora troppo poco raccontate dalla TV tradizionale e dai nostri siti sportivi, focalizzati quasi sempre solo sul calcio.

Grazie al secondo lockdown ho avuto modo di soffermarmi maggiormente sul catalogo dal servizio di streaming Netflix ed è così che ho scoperto Don’t crack under pressure, facente parte della saga Nuit de La Glisse composta da cinque volumi:

  • 2014: Addicted to Life
  • 2015: Don’t Crack Under Pressure
  • 2016: Don’t Crack Under Pressure – Season Two
  • 2017: Don’t Crack Under Pressure – Season Three
  • 2018: Magnetic

Scenari naturalistici spettacolari, immagini ad altissima definizione e adrenalina pura grazie ad atleti di altissimo calibro, provenienti da tutto il mondo e assolutamente appassionati del loro sport.

Tra genio e pazzia

Don’t Crack Under Pressure - Un'immagine promozionale
Don’t Crack Under Pressure – Un’immagine promozionale

Sciatori, snowborder, piloti di tuta alare (si chiamano cosi?), surfisti, apneisti. E ancora atleti di kitesurf, freediving, stand up paddle… Neve, acqua, vento, cielo. Qualsiasi paesaggio naturalistico e tempo atmosferico può assistere alle prodezze di questi atleti, il cui coraggio alcune volte è talmente elevato che un comune telespettatore come me non riesce a comprenderlo fino in fondo.

E le riprese con la GoPro effettuate spesso da questi stessi atleti ci portano a immedesimarsi maggiormente in loro. Nella loro voglia di rompere qualsiasi record, affrontare qualsiasi paura, soffocare qualsiasi dubbio per godersi il momento. L’adrenalina dell’attimo, l’eccitazione nella possibilità di portare a buon fine un’impresa impossibile pianificata con meticolosità per settimane o mesi.

Leggi Anche: 5 film sulle arti marziali da recuperare

Don’t Crack Under Pressure - Il film documentario di Thierry Donard
Don’t Crack Under Pressure – Il film documentario di Thierry Donard

Riprese eroiche e realistiche per un film documentario che affronta la ricerca del momento perfetto per intraprendere nuove avventure, e come si possa trasformare la paura verso un futuro ignoto in puro coraggio.

Il film racconta l’assoluta dipendenza dall’adrenalina, la continua ricerca mentale dell’ottimismo per affrontare qualsiasi sfida nonché l’adorazione per la magnificenza della natura incontaminata.

La passione per le sfide impossibili

La saga di Nuit de La Glisse è dunque dedicata alla passione più pura, al toccante coraggio degli atleti. E per questo è in grado di trasmetterti anche la voglia di lasciare tutto per partire ed affrontare il mondo, le sfide della natura prendendo il coraggio tra le mani.

Comments
To Top