fbpx
Doctor Who

Doctor Who e la realtà distopica. Recensione dell’episodio 10.08

Doctor Who
BBC

Ambientazione dai colori scuri, guardie in ogni dove, clima da governo del terrore. Ed è subito realtà distopica! E’ questo, infatti, l’impatto che abbiamo con questo ottavo episodio della decima stagione di Doctor Who che, a conclusione della trilogia, ci mostra una possibile versione della storia dell’umanità di cui i Monaci sono sempre stati partecipanti ed hanno presenziato ai più importanti eventi della vita della Terra. Un ruolo che ricorda molto gli Osservatori del mai dimenticato Fringe.

Una trilogia che ha avuto come tema conduttore i Monaci, ma non le storie raccontate: prese singolarmente le puntate potrebbero benissimo essere intese come a se stanti se teniamo in considerazione il contesto ed il tipo di avventura vissuta dal Dottore; è la presenza dei Monaci da sconfiggere e sono i cliffangher a termine episodio che ci danno l’idea d’insieme, di una trama che prosegue. Quindi è stata pensata come una trilogia non classica ma originale, visto che la trama non continua sui tre episodi, ma si trova il modo di cambiare contesto e storie.

LEGGI ANCHE: Doctor Who: Il gioco si fa interessante. Recensione episodi 10.06 e 10.07

La finta rigenerazione

Tante erano le voci che parlavano della rigenerazione di Doctor Who a conclusione di questo episodio, complice un frame di un trailer che lo vedeva in tipico scintillio e tipica posa da cambio di aspetto. E’ stata un’idea molto furba quella di mostrare proprio quel fotogramma visto quanto si è parlato della cosa. Ma ora abbiamo la risposta. No. Il Dottore non si è rigenerato in questa puntata. Il tutto era una messa in scena per mettere alla prova la lealtà di Bill verso il Dottore. Carina la battuta in cui il Dottore stesso chiede a Nardole se ha esagerato con la finta rigenerazione e quest’ultimo risponde di no. Era un dialogo che forse Moffat ha avuto con se stesso, ma visto che si è parlato molto del frame in questione, lui ha sicuramente raggiunto il suo obiettivo.

Doctor Who

Per quanto tutto possa essere possibile, avevo proprio pensato che la soluzione più logica a quel fotogramma fosse appunto la messa in scena di uno stratagemma di qualche tipo, perchè mi sembrava davvero presto per una rigenerazione, senza chiudere il capitolo Capaldi in modo ottimale e senza che sia lui a risolvere la questione Missy. E poi perchè sarebbe dovuta avvenire una rigenerazione poco dopo metà stagione? Siamo all’ottava puntata e c’è ancora tempo prezioso da sfruttare al meglio.

Bill: la vera protagonista

Cominciamo a vedere questo mondo dal punto di vista di Bill. E’ una realtà distopica a tutto tondo questa di Doctor Who, nonostante abbia toni più leggeri rispetto ad altri prodotti (come ad esempio The Handmaid’s Tale). Ci sono i Monaci che devono essere venerati da tutti, regole rigide, persone che vengono portate via da guardie armate perchè contro il regime dei Monaci. Bill è preoccupata, spaventata, capisce che la mente delle persone è stata manipolata e che qualcosa non torna. Si rifugia nel confortante ricordo di sua mamma. Vorrebbe agire e capire se la situazione è reale, ma non sa come fare perchè non riesce ad entrare in contatto con il Dottore, la cui voce riecheggia a propaganda dei Monaci. La domanda che noi ci facciamo insieme a lei è: il Dottore è costretto a farlo?

Ma solo l’arrivo inaspettato di Nardole la conduce sulla giusta strada verso il Dottore e verso la verità. Una volta raggiunto, entriamo sia noi spettatori che Bill in un turbinio di incredulità, incertezza e dubbio sulle reali intenzioni del Dottore e di Nardole. Da che parte stanno? Possiamo davvero credere che il Dottore sia stato manipolato dai Monaci? In che momento finge ed in quale dice la verità? La reazione di Bill allo sconforto che prova nel sentire il Dottore dalla parte dei Monaci (l’unico che può salvare il mondo), è la stessa che proviamo noi ed è molto umana. Bill pensa non ci sia speranza in questo mondo ed arriva a sparare al Dottore. Bella l’interpretazione di Pearl Mackie in questo frangente.

Ma la sua fiducia nel Dottore come unico salvatore questa volta non trova risposta. Non perchè lui sia dalla parte dei Monaci, ma perchè non è il Signore del Tempo che può salvare la situazione: è Bill, colei che ha dato il via a questa realtà distopica, l’unica che può scriverne la fine. Nonostante pensi di andare incontro alla morte, con coraggio si fa avanti e, dopo un primo momento in cui sembra soccombere, riesce a farcela grazie al ricordo di amore puro ed incorrotto di sua mamma.

LEGGI ANCHE: Doctor Who: Big Finish produrrà nuove avventure audio del Dottore e Rose

Missy, il mostro dentro al caveau

Anche Bill pensava che dentro al caveau tanto temuto del Dottore e da Nardole ci fosse un mostro. E invece no. C’è Missy che in questo episodio comincia a farsi avanti prepotentemente ed aiuta il Dottore a capire come sconfiggere i Monaci. Si trova chiusa lì dentro perchè ha commesso troppe brutte azioni e si deve pentire di tutto ciò che ha fatto. Nell’ultimo dialogo con Doctor Who sembra che sia realmente triste per tutti gli atti commessi e tutte le persone uccise. Sarà sincera? O sarà solo una recita per far credere di essere cambiata ed uscire dal caveau? C’è ancora molto da approfondire e da sapere su questa storia, quella su cui presumibilmente si concentreranno i prossimi episodi.

Doctor Who

Un’idea che può cambiare la stagione

Dopo i primi episodi introduttivi e i successivi un po’ troppo improntati sulla trama verticale, con questa trilogia Doctor Who sembra aver preso la direzione giusta. Però questa direzione deve essere seguita in modo deciso quindi spero che non si torni a dare spazio ai casi della settimana. Tanti sono stati gli spunti interessanti di queste puntate e ci sono ancora varie cose da approfondire e da scoprire (la storia di Missy su tutte) e quindi ci si aspetta di vedere eventi pregnanti nei prossimi episodi. Ne mancano solo quattro alla fine di Capaldi e di Moffat e speriamo che l’opportunità di chiudere in bellezza non venga sprecata.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

10.08 - The Lie of the Land
  • Distopico
Sending
User Review
4.5 (2 votes)
Comments
To Top