Desperate Housewives

Desperate Housewives – 8.17 Women and Death

Tutta Wisteria Lane viene scossa dal colpo di pistola che uccide Mike Delfino, le ragazze accorrono sul posto e trovano l’ uomo morente tra le braccia di Susan. Questo diciassettesimo episodio di Desperate Housewives è apparentemente solo “celebrativo” in quanto incentrato sul funerale di Mike, in realtà in esso succedono due importantissimi fatti: innanzitutto la polizia scava nel cantiere e ritrova il cadavere di Ramon Sanchez, inoltre, cosa non secondaria, tutte e quattro le protagoniste prendono la morte di Delfino come un’ occasione per riflettere sul senso della loro vita.

Gabrielle: nonostante anche all’ inizio di questa puntata  si sia opposta strenuamente alla volontà di Carlos di cambiare lavoro e dedicarsi ad attività meno redditizie ma che aiutino gli altri, Gaby cambia idea una volta arrivata al funerale ed aver visto alcune foto di Mike e Susan lì esposte. Comincia a ricordarsi di come Carlos abbia sempre straveduto per lei, l’ abbia difesa dagli attacchi della sua stessa madre che la riteneva una sgualdrina in cerca di soldi e capisce quanto Carlos abbia lavorato e fatto sacrifici per lei. Era stato lo stesso Mike ad aiutare Gabrielle a comprendere quanto lei fosse importante per suo marito. Infatti mentre era nel centro di recupero lui non voleva vederla mentre decideva di incontrarsi con Mike, non perchè non amasse incontrarla, ma perchè non sopportava l’ idea di essere “inutile” per la sua vita in quel momento. Ora sta a lei renderlo felice, decide così di supportare i suoi progetti anche se ciò vorrà dire avere meno soldi: lui ha il diritto di fare ciò che lo rende felice.

Lynette: le stesse, amorevoli, foto che hanno scatenato la riflessione a Gaby, portano anche Lynette a guardarsi indietro. Comincia così a pensare a Tom, alla gentilezza e all’ amore che lo hanno da sempre contraddistinto. Dal prima appuntamento fino all’ acquisto, in segreto, della casa dei suoi sogni, Tom ha sempre cercato di renderla felice. Anche in questo caso era stato Mike a cercare di far prendere coscienza a Lynette dell’ errore che lei e Tom stavano facendo separandosi: le aveva infatti predetto che con la lontananza le cose sarebbero peggiorate e così  è stato. La donna apre gli occhi, forse ha davvero capito quanto lei e suo marito siano fatti per stare insieme e alla signora Mclusky che si dispiaceva con lei per il fatto che Tom si fosse presentato con la nuova fidanzata, Lynette risponde che non durerà molto, infatti, dice “I decided something“.

Bree: pur essendo fermata dalla polizia mentre stava per recarsi al funerale ed essendo stata costretta a recarsi in centrale per alcune domande, Bree non viene, al momento, accusata di nulla nè tantomeno arrestata ed è così libera di andare alla cerimonia.  Tuttavia mentre si trova in centrale aspettando di essere interrogata, realizza di essere “indifesa davanti ad un uomo potente”. Questo la porta a ricordare un episodio che ha caratterizzato la sua infanzia: precisamente il momento in cui la madre, infelice per i continui tradimenti del padre, le ha insegnato a nascondere le sue emozioni in modo da avere potere sugli altri, in particolare sugli uomini, perchè non sapranno mai cosa stia realmente provando. Nasce da questa educazione il “finto sorriso” che da sempre contradistingue Bree ma che è caratteristico della signora Van De Kamp soprattutto nelle prime serie, durante il matrimonio con Rex. In un altro dei numerosi flashback della puntata, la vediamo infatti mettere in atto questa tecnica proprio con il primo marito e questo potremmo dire segni l’ “inizio della fine” del loro matrimonio. A quanto pare però questa riflessione di Bree non la conduce ad alcun cambiamento com’ è invece accaduto a Gaby o Lynette.

Susan: è ovviamente la più colpita dalla tragedia che la porta a ricordare il suo matromonio con Mike: un uomo tanto innamorato e protettivo quanto silenzioso. Con un altro flashback vediamo Susan che, alla fine della cerimonia, chiede al marito di comporle una poesia e lui ammette dolcemente di non ricordarne altre che una semplice semplice, che aveva imparato alla scuola elementare “I love you once, i love you twice, i love you more than beans and rice“. Susan inoltre si porta alla sua mente ad una delle ultime volte in cui lei, suo marito e il piccolo MJ erano usciti tutti insieme, andando ad un fast food fuori città. In quest’ occasione il bambino aveva cominciato a fare domande difficili, sulla morte e sul paradiso, così Mike gli aveva risposto dicendo che il paradiso è fare le cose che ci piacciono con persone che più amiano al mondo. Il cambiamento, per Susan, consiste nel dire addio al marito e lo fa proprio alla fine della cerimonia con quelle semplici parole d’ amore che lui le aveva rivolto anni prima.

Sulle note di “Amazing Grace” (cantata da Renee) la bara di Mike esce dalla chiesa e viene portata al cimitero per essere sepolta. L’ ultima scena della puntata, la più straziante, vede Susan a casa, circondata dalle amiche che cercano di darle conforto. Qui la commozione è quasi inevitabile, Susan si rende conto di come Mike mancherà nelle piccole cose, di come la sua assenza sarà determinate e segnerà irrimediabilmente la vita sua e di MJ. Le amiche cercano di starle accanto, si propongono di svolgere quelle commissioni che erano affidate a Mike, ma sanno benissimo che il vuoto che Susan sente dentro è una voragine che nessuno può colmare.

To Top