fbpx
Recensioni Serie Tv

Desperate Housewives – 8.04 School of Hard Knocks

Puntata rasserenata dall’ ironia di una Eva Longoria in forma smagliante, che interpreta il suo personaggio a capo di una rivolta di mamme frustrate. Lynette sta cercando di affrontare la sua separazione nell’ unico modo che  fare, razionalmente e di petto, tenendo sotto controllo ogni aspetto burocratico della questione: quello che le sfugge, e che Renee le fa prontamente notare,  è che sta trascurando il suo aspetto fisico mentre Tom è in forma smagliante. Nascono così dubbi, che risi velano fondatissimi, se Tom abbia o no una relazione. Bree, dopo aver rotto con Chuck, vive nel terrore di riceve altre lettere anonime: la paura di minacce però sembra essere senza fondamento in quanto non sono più giunti segnali da tre settimane. Chi però arriva a sconvolgere la sua vita sono Danielle e suo figlio Benjamin in città per trascorrere del tempo con “Nonna Bree”. Lasciata dal marito, Danielle vuole stare dalla madre per un tempo indefinito ma la convivenza tra le due è quantomeno difficile perché Bree, come è sua natura, non riesce a smettere di essere ipercritica.Susan dopo aver rivelato la verità a Mike ha paura che la loro relazione sia compromessa, ma lui la rassicura dicendole che niente potrà mai cambiare l’ amore che lui prova per lei. Decisa non pensare più all’ accaduto si iscrive ad un corso di pittura diretto da uno strambo e un po’ frustrato artista, Andre Zeller. Uomo ombroso e quanto meno scortese si rifiuta di ammetterla al corso finchè non abbia espresso artisticamente la rabbia che c’ è in lei, lasciando da parte le illustrazioni per bambini. Dopo una crisi di nervi che la fa delirare davanti allo pseudo maestro, Susan risce ad essere ammessa anche se con molte riserve. Bree intanto sta cercando di recuperare il suo rapporto con Danielle e le presta 500 dollari per darle una mano ad iniziare una nuova attività, ignara del fatto che consista nella vendita online di “sexy swing”. Viene a scoprire la verità solo grazie ad un’ imprevista visita di Renee che, arrivata a casa Van de Kamp pensando di trovare Danielle per lasciarle un assegno (anche lei è una cliente), facendo finta di essere ignara di tutto, si congratula con Bree, che sta candidamente provando il marchingegno,  credendo che sia tornata con Chuck. Dopo essersi riconciliate Bree permette alla figlia di continuare la sua attività. Tom e Lynette continuano a progettare senza problemi i loro turni per la custodia dei ragazzi ma il dubbio che lui abbia una relazione si fa sempre più insistente. Fornisce quindi a Penny un mega telefono con telecamera in modo da poter monitorare a distanza la situazione mentre è da sua padre… Quello che riesce ad intravedere è una bionda in bikini nella stanza, comincia quindi a presupporre che quella sia la nuova fiamma di Tom. Dopo un’ esilarante spedizione in palestra con Renee per scoprirne di più scopre che in realtà Tom non sta uscendo con la giovane insegnante di aerobica, ma con sua madre. Gabrielle, dopo essere stata tradita dalle altre mamme nella sua lotta contro la tirannia di Dana, la rappresentate dei genitori che ha instaurato un regime di terrore, punendo severamente chi trasgredisce le regole sulla divisione dei parcheggi, tentando un ultimo atto di ribellione, finisce per investire la donna. Dana per ricatto la costringe a prendere il suo posto sostenendo che lei stessa non era così acida prima di accettare quella carica, è quel lavoro che l’ ha distrutta.

Dopo un episodio tutto sommato leggero, ecco che il finale si tinge di quella malinconia che sta caratterizzando tutto questo inizio di stagione, incupito dall’ avere un cadavere vacante sotterrato a pochi chilometri dalle abitazioni dei protagonisti. Ma la tristezza che emerge dalla condizione di Lynette che vede allontanarsi Tom e dalla consapevolezza di Susan che capisce che nulla sarà mai come prima, si tramuta in presagio funesto quando, nelle ultimissime inquadrature, vediamo Chuck nel suo ufficio. Il poliziotto non è più solo malinconico ma desideroso di vendicarsi di Bree e quando sulla sua scrivania arriva un fascicolo di persone scomparse con impressa la foto della vittima, noi osservatori esterni non possiamo fare altro che temere che prima o poi, per mano di qualcuno, magari per mano sua, tutti nodi vengano tragicamente al pettine.

Irene Bertelloni

Studentessa di Lettere Moderne presso l' Università di Pisa, nel tempo libero suona la chitarra ma soprattutto scrive sul suo blog e guarda telefilm...Perciò niente le è parso più naturale che cominciare anche a recensire serie! Forse perché il primo amore (ER) non si scorda mai, ha un debole per i medical drama (Grey's anatomy), salvo poi spaziare negli altri generi: Glee, Scandal, Girls, Revenge, Orange is the new black.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio