fbpx
Homeland

Damon Lindelof parla di The Walking Dead e del finale della seconda stagione di Homeland

In occasione del recente Star Trek Day, Damon Lindelof ha parlato di due serie tv di cui si professa da sempre grande fan: The Walking Dead e Homeland.

Parlando di The Walking Dead, l’autore di Lost ha detto che è lui era un lettore del comics da cui è stata tratta la serie e che non ci sono distinzioni da fare tra fumetto e telefilm: per lui sono entrambi la stessa cosa. 

Conosco persone che dicono: c’è il fumetto e c’è la serie tv“, afferma Lindelof. “Per me invece sono la stessa cosa. Con la serie tv è stato fatto un grandissimo lavoro di qualità.

Per Lindelof il titolo della serie non si riferisce agli zombie quanto ai sopravvissuti e tutta la serie si muove su questa sottile ambiguità morale e non capisci più chi sono i veri sopravvissuti e chi sono invece i morti. Lindelof non si stupisce neanche degli ascolti record che la serie fa registrare alla AMC ogni settimana.

Lindelof si è fermato a parlare anche del finale della seconda stagione di Homeland. Vi consigliamo di non proseguire nella lettura qualora non si avesse visto ancora il finale.

Io credo, anzi sono sicuro che Brody sia innocente“, dice Lindelof. “Qualcuno ha spostato la sua macchina e l’ha fatta esplodere. Potrebbe essere stato qualcuno che lavorava per Abu Nazir, ma Brody no. Questa volta mi è sembrato davvero innocente.

Lindelof si augura di vedere una terza stagione con la CIA che da la caccia a Brody, con Carrie che farà di tutto per impedirlo.

Comments
To Top