fbpx
CSI: New York

Csi Ny, crimine nella Grande Mela

Chi, almeno una volta nella vita non ha desiderato fare una vacanza a New York? Una delle città più belle del mondo, la metropoli per eccellenza, magica e pervasa da un’atmosfera che solo chi la popola può comprendere. Passeggiare tra le vie della Grande Mela può rivelarsi un’esperienza a dir poco coinvolgente: può capitare di passare vicino a grattacieli che sembrano infiniti, di correre sul ponte di Brooklyn, di fare un pic – nic a Central Park…e, perchè no, trovare un cadavere dietro l’angolo.
Qualora questo spiacevole inconveniente vi offuschi la bellezza del soggiorno, basta semplicemente chiamare la squadra anticrimine della città e potete stare certi che i criminali verranno assicurati alla giustizia.

New York, a volte psichedelica, a volte cupa, ma sempre splendida, è la protagonista del secondo spin – off della serie madre di “CSI”, e ha preso il via dal 2004.
Dopo Las Vegas e Miami, questa volta è la cosmopolita New York City a fare da sfondo alle vicende della serie, che si arricchiscono qui di un panorama più vasto, più inquietante e decisamente più interessante.
Serial killer abili e spietati danno spesso filo da torcere alla squadra e a Mac, in particolare, spesso bersaglio di manie omicide o di antichi rancori mai sopiti. E nella confusa, caotica e dispersiva città non è da escludere che siano proprio passanti ignari a rimetterci la pelle, vittime spesso di sparatorie, bombe o incidenti assurdi e apparentemente casuali.

L’infarinatura basilare è, anche qui, il crimine visto con gli occhi della polizia scientifica, con le classiche procedure di raccolta di prove, identificazione di cadaveri, studio e analisi delle tracce in laboratorio e cattura dei colpevoli.
La mente degli ideatori però, Anthony E. Zuiker, Ann Donahue, Carol Mendelsohn, ha abilmente diversificato queste tre serie, pur mantenendo intatta la base.
CSI New York infatti, ha come protagonisti principali due agenti di polizia, e quindi non due membri della scientifica. A capo di tutto, come nelle altre serie, c’è un uomo. Un uomo complesso, non del tutto risolto e decisamente affascinante: il detective Mac Taylor ( interpretato da Gary Sinise, di ritorno dal Vietnam in cui fu protagonista con Forrest Gump ). Ha una storia dolorosa alle spalle, in quanto ha perso la moglie nell’attentato alle Torri Gemelle dell’11 Settembre. E’ un uomo dalla grande integrità, fedeltà alla propria nazione e ai propri ideali.
La sua compagna d’azione è Stella Bonasera ( Melina Kankaredes ), altrettanto determinata e devota al lavoro. Danny Messer ( Carmine Giovinazzo ) è probabilmente l’elemento più ribelle del gruppo, a causa del suo passato difficile: suo fratello era infatti membro di una associazione criminale.
Lindsay Monroe  ( Anna Belknap ) entra nel gruppo nella seconda stagione, in sostituzione di Aiden Burn. Originaria del Montana, avrà una storia con Danny.
Il Detective Don Flack ( Eddie Cahill ) fa parte della Squadra Omicidi, e collabora spesso con Mac nella risoluzione dei casi.
Come per le altre serie, come sigla è stata scelta una canzone degli Who, “Baba O’Riley”.

Comments
To Top