fbpx
Recensioni Serie Tv

Covert Affairs – 1.05 In the Light

Tornano puntuali le avventure della nostra Annie Walker e degli altri agenti della Domestic Protection Division della CIA. E, anche se un po’ ritardo, arriva anche la recensione dell’episodio! Episodio che, a dirla tutta, mi è piaciuto particolarmente. Non mi meraviglia che gli ascolti vadano sempre a gonfie vele: USA Network ha senza ombra di dubbio trovato un nuovo successo da aggiungere alla propria scuderia. Che Sydney Bristow continui a proteggere Covert Affairs! (Preghiamo)

In the Light continua ad affrontare uno dei temi che il serial ha messo in luce sin dall’inizio: le zone d’ombra e luce che caratterizzano questo mestiere. Le manipolizioni, i sotterfugi necessari per la salvezza del paese da un lato, e la propria coscienza dall’altro. Ne vale veramente la pena? Si chiede ancora la nostra Annie. Ma si sa, ogni tanto, in nome di un “greater good”, bisogna scendere a dei compromessi, e anche Annie è costretta a doversi sporcare le mani quando deve convincere un ex agente della CIA – che si è ritirato e da allora non ha alcuna intenzione di collaborare con l’Intelligence Americana – a mettere a disposizionei suoi importati contatti per fermare Hasaan Waleed, un trafficante d’armi che si prepara clandestinamente ad arrivare negli Stati Uniti.

Nel frattempo, Annie fa la conoscenza di Larry Wilcox, ‘leggenda’ all’interno della CIA, e non solo per gli aspetti positivi con cui ha guidato, tempo prima, l’Intelligence. In particolare Annie si ritroverà, sorpresa, a rendersi conto che il suo stesso figlio, Jai (col quale, tra l’altro, inizia a flirtare! ebbrava Annie!), non ha una opinione positiva del suddetto. Annie e Jai vengono mandati in missione insieme quando la prima riesce a convincere finalmente Mcauley a riprendere i contatti con i suoi informatori. Fermare Waleed è quanto mai importante, anche per quest’ultimo, in quanto tempo addietro Hasaan ha ucciso la sua fidanzata, agente in missione in Sudan. Le cose si complicano però quando Mcauley sembra essere intenzionato a farsi giustizia da solo, piuttosto che seguire i piani della CIA.

Last but not least Il nostro caro Ben Mercer fa un’apparizione, ed è tanto così da ritrovarsi faccia a faccia con Annie. Ma chiaramente la cosa non succede, altrimenti che divertimento ci sarebbe!?

Quello che in particolare mi piace di questo serial è che alla fine dei conti i casi della settimana sono un pretesto per raccontare i personaggi. Insomma, Covert Affairs procede, e dopo qualche episodio in cui si è velatamente accennato a Mercer appunto, che rappresenta un po’ il personaggio-mistero chiave del serial, sembra che le cose procedano anche in questo senso: chi è Mercer? Perchè la CIA è così interessata a lui? Potrebbe essere un ex agente, o chissà. Ma lo scopriremo solo vivendo!

Cristiano

Fondatore

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio