fbpx
0Altre serie tv

Cosa aspettarsi dalle nuove serie targate Russell T. Davies: Cucumber, Banana e Tofu

Qualcuno potrebbe dire “che strani titoli per delle serie televisive!“, ma in fondo, è di Russell T. Davis che stiamo parlando e per chi non lo sapesse si tratta del creatore di Quees as Folk. Cucumber, Banana e Tofu non sono altro che i termini che uno studio scientifico ha abbinato ai diversi gradi di erezione, così come lui stesso ha spiegato: “Le erezioni sono divise in quattro categorie, da duro a molle. Uno tofu, due banana sbucciata, tre banana e quattro cetriolo. In quel momento esatto ho capito di avere la mia serie”.

Cucumber segue la relazione tra Henry Best (Vincent Franklin), 46enne e Lance, dopo un terribile appuntamento. La serie sarà composta da otto episodi e vedrà Best lasciarsi la relazione alle spalle per affrontare diverse esperienze intense: un rapporto a tre, una casa piena di uomini più giovani.

Banana invece ha l’intenzione di celebrare ‘l’amore senza etichette’ e anche qualche rifiuto. Rappresenta una visione della cultura gay, e dell’omosessualità molto moderna, nella quale le relazioni da una notte e via hanno un ruolo importante. Sono otto storie e ce n’è per tutti: c’è chi vuole rivedere la sua conquista per essere bruscamente respinto, c’è l’amore non ricambiato, c’è l’ex ossessionato e così via. Le due serie saranno collegate, con diversi personaggi che appariranno in entrambe.

Tofu è un documentario online sul sesso e sulla sessualità che troverete su Youtube ed analizzerà le problematiche affrontate nelle due serie.

Cucumber e Banana vanno in onda su Channel 4 che non si tira indietro quando si tratta di rappresentare argomenti scottanti: “Non saremmo Channel 4 se non pianificassimo di oltraggiare un po’ il Daily Mail“- ha detto il presidente Jay Hunt. Piers Wenger, diretto della sezione drammatica ha definito così Cucumber: “Incredibilmente calorosa, divertente e ben scritta”, ma gli spettatori saranno messi in difficoltà dai contenuti espliciti”.

Russell T. Davies ha detto in un’intervista per Digital Spy: “Si sono molti più personaggi gay in televisione e da quelli che ci sono non scoprirai dei dettagli sulla loro vita sessuale. Ci sono cose interessanti che non sono mai state dette. Alcune aspetti di Henry, che sono molto comuni e semplici, non sono mai stati raccontati di un uomo gay. Se vi è piaciuto Queer as Folk, queste serie vi faranno sorridere“.

 

Comments
To Top