fbpx
Colony

Colony: Recensione dell’episodio 1.10 – Gateway

Colony 1x10

Recensire il season–finale di una serie debuttante obbliga chi scrive a tirare le somme e giudicare non solo e non tanto l’episodio in sé stesso quanto piuttosto quello che l’intera stagione è stata. Ed inevitabilmente un giudizio di questo tipo non può che richiedere un metaforico viaggio all’indietro nel tempo per ricordare da dove si è partiti e decidere se le promesse che avevano convinto lo spettatore del pilot a seguire la serie sono state mantenute. Si può dire che Colony sia riuscita a non tradire il patto siglato con chi ha concesso la sua fiducia seguendo questi primi dieci episodi? Decisamente si, potremmo rispondere con piena convinzione. Finale a parte, dovremmo poi paradossalmente aggiungere.

Colony 1x10Colony is an American science fiction drama television series, si legge come incipit della pagina Wikipedia dedicata alla serie. Science fiction e drama, quindi. Ci sono questi due ingredienti in questo season–finale? Si ed entrambi nelle dosi squilibrate che hanno caratterizzato l’intera stagione. Perché l’elemento sci–fi è stato spesso solo il punto di partenza per mostrare una trama fatta principalmente di doppi giochi e intrighi politici, di azione e dialoghi. E, soprattutto, di un conflitto insanabile tra un marito e una moglie che hanno modi radicalmente opposti di intendere cosa significa fare cosa è meglio per i propri cari. Ha ragione Will quando pensa che è meglio muoversi tra le pieghe di un patto con il diavolo pur di garantire la sicurezza presente della sua famiglia e ritrovare il figlio scomparso il giorno dell’arrivo? O bisogna schierarsi dalla parte di Katie che è disposta anche a tradire la fiducia del marito pur di costruire un futuro migliore e libero da dittature per quegli stessi figli?

Proprio le contrastanti convinzioni dei due coniugi hanno indirizzato gli eventi in questa stagione e questo stesso contrasto risalta ancora di più nel season–finale giungendo alle sue estreme conseguenze. Il rapimento del RAP a cui partecipa Katie mette in moto la apocalittica vendetta dei (presunti?) alieni che iniziano a distruggere la città un edificio alla volta con quei droni che finora erano apparsi come poco più che sofisticati giocattoli dopotutto non così potenti da distruggere un grattacielo con pochi colpi. Riconsegnare il RAP per fermare l’armageddon presente o sacrificare vite innocenti per guadagnare la possibilità di una vittoria futura?

Colony 1x10Per Will la risposta è inevitabilmente coerente: ritrovare il RAP per salvare la sua stessa famiglia. È per questo che manda i figli nella Zona Verde con Maddie ed è per questo che ancora una volta deve fare affidamento sulle sue abilità investigative e sull’umanità indimenticata dei suoi colleghi (stavolta è Jennifer a riscattare una certa freddezza mostrata in passato) per salvare una moglie che non fa nulla per non farsi scoprire in maniera persino banale (era tanto difficile pensare che in una stazione della metro ci fossero telecamere per cui sarebbe stato logico mascherarsi per non farsi riconoscere?).

Altrettanto coerente è, tuttavia, anche la scelta di Katie che preferisce dare fiducia a Morgan e soci e, soprattutto, al suo nume tutelare Broussard sperando di recuperare dal cadavere biomeccanico (sicuri che lo sia?) della vittima rapita la chiave segreta per la vittoria definitiva. Scelte obbligate per come sono stati costruiti i due protagonisti, ma che non può che portare infine ad una separazione inevitabile. Perché Will ritorna lì dove tutto è iniziato, a quel varco per Santa Monica che può ora attraversare alla ricerca del figlio grazie al pass concessogli da Snyder e guadagnatosi con la sua preziosa collaborazione con il governatore licenziato. A Katie, invece, resta solo una casa vuota e una cellula terroristica dispersa chissà dove. Will ha vinto, quindi, e Katie perso? Così sembrerebbe dire lo sconforto solitario di lei e lo sguardo carico di speranza di lui. Ma c’è quell’inquadratura in bianco e nero dall’alto che potrebbe anche suggerire che, di nuovo, niente è così semplice. Perché chiunque fosse che stava spiando cosa avveniva in casa Bowman sapeva già che Katie lavorava per la Resistenza e Will solo per i suoi cari nascondendo informazioni preziose e progettando irrealistiche fughe. Ma li ha lasciati fare. Perché?

Colony 1x10Domanda che resta senza risposta per lanciare la seconda stagione. E che si aggiunge a quella fondamentale: ci sono gli alieni? Le quattro dita, la tuta protettiva ad alta resistenza e tecnologia, la vendicativa ferocia, la fabbrica sulla Luna sono indizi che farebbero pendere la bilancia decisamente per il si. Ma quella tuta resta sigillata e quel corpo, a parte il dettaglio del numero di dita, è tremendamente simile a quello di un essere umano o di un avanzato robot. Così come la passione per l’arte (tale da rendere potente chi si occupa di recuperare capolavori dispersi) e soprattutto l’umanissima lotta per il potere politico (con un Nolan Burgess che ascendendo alla vetta della piramide sociale offre infine una giustificazione alla storyline di Maddie) sono indizi altrettanto forti che rendono realistica la possibilità che sia tutta una elaborata finzione. Che a rinchiudere i sopravvissuti in colonie non comunicanti non siano stati ipotetici extraterrestri, ma un’organizzazione più tremendamente umana o, perché no, una spietata intelligenza artificiale (ma resterebbe da capire l’utilità della colonia penale lunare). In fondo, proprio non conoscere le risposte alle tante domande che si accumulano è una delle più atroci conseguenze di quella life under occupation che la tagline della serie prometteva di esplorare.

Will e Katie infine separati. Snyder licenziato e prigioniero di quegli stessi berretti rossi a cui si era affidato per realizzare il suo programma di una colonia meno oppressiva di quanto gli fosse stato richiesto dalla glaciale Helena. Maddie indirettamente ascesa ad un potere garantitogli dalla nuova carica di Nolan. I bambini felicemente ma incoscientemente affidati di nuovo a quella Lindsey che promette di indottrinarli realizzando quello che è il progetto di ogni dittatura che non vuole gente capace di pensare con la propria testa. Semi piantati per la prossima stagione con Broussard ancora libero e il gruppo di Morgan che ha recuperato una tecnologia degli invasori, ma anche con il rapido flash sui ragazzini pericolosamente liberi e Bram arrestato con il suo professore. Ne sono successe di cose behind the wall (altra tagline promozionale). E, di certo, varrà la pena vedere quante altre ne accadranno ancora ora che possiamo andare anche fuori da quel muro. Alla fine non si può che dire una cosa a Colony: promosso.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

1.10 - Gateway
  • Promosso anche se ...
Sending
User Review
3.5 (2 votes)
Comments
To Top