fbpx
Da recuperare

Collateral: 5 motivi per recuperare la serie TV inglese

Collateral

Sulla scia dei recuperi forsennati del weekend, nelle scorse settimane è stata la volta di Collateral, miniserie inglese trasmessa da BBC Two e attualmente disponibile sul servizio di streaming online Netflix.
Come ben sapete adoriamo i binge-watch e la struttura di questa miniserie, composta solamente da quattro episodi, è perfetta per una maratona con gli amici.

Collateral - Cover

Collateral – Cover

La trama di Collateral

Ideata da David Hare e diretta da S. J. Clarkson, Collateral racconta quel che accade in quattro giorni ai protagonisti interpretati da Carey Mulligan, John Simm e Billie Piper. La serie TV è ambientata a Londra, una città sicuramente dal grande fascino che può però nascondere anche inaspettate insidie.

A tenere le fila della trama è l’ispettore Kip Glaspie, interpretato da Carey Mulligan chiamata a indagare sul misterioso assassinio compiuto a Sud di Londra che ha coinvolto un Pizza Man, un ragazzo che consegna la pizza a domicilio. Da un atto all’apparenza di violenza casuale, l’omicidio diviene ben presto un tassello molto importante di un mondo londinese misterioso e alquanto oscuro.

Le indagini di Kip Glaspie si intrecceranno con la vita del politico David Mars, interpretato da John Simm, e quella del vicario Jane Oliver, interpretata da Nicola Walker, che cercherò in tutti i modi di nascondere la sua vita sessuale e la relazione con l’unico testimone della sparatoria: Linh Xuan Huy (interpretata da Kae Alexander)

5 motivi per recuperare Collateral

Il periodo estivo è perfetto per organizzare mega recuperi incentrati su show che ci siamo persi durante l’anno o negli anni passati, per mancato tempo libero o semplicemente per poca voglia.
Collateral fa indubbiamente parte di questo gruppo di serie TV; alcuni di noi se lo sono infatti persa al suo debutto.

Ecco dunque che nei giorni scorsi siamo riusciti a recuperato e abbiamo deciso di elencarvi cinque buoni motivi per dargli una chance.

Collateral - Una scena

Collateral – Una scena della serie TV

Come si evolve la storia

La struttura di Collateral è perfetta per un bing-watch. Divisa in quattro episodi, la serie TV copre esattamente quattro giorni di vita dei protagonisti a seguito della misteriosa morte di Abdullah. Quattro giorni caratterizzati da enormi coincidenze, strani misteri e numerosi compromessi che portano la protagonista, l’ispettore Kip Glaspie, a dover far fronte all’ingombrante invadenza della politica inglese e a quella assai snervante dei media. Per non parlare della difficile situazione delle donne in campo militare e delle stesse in campo religioso.

Una serie TV di soli quattro episodi che comunque fa immedesimare il telespettatore nei personaggi protagonisti, facendogli vivere, minuto per minuto, il susseguire delle loro giornate e l’andamento, sempre più inaspettato e misterioso, delle indagini della polizia.

Leggi Anche: 5 motivi per recuperare la serie tv The Fall – Caccia al serial killer.

Il marchio di Sir David Hare

Collateral è assolutamente da guardare non solo perché è una co-produzione tra BBC2 e Netflix, due aziende del mondo dell’entertainment che sono una certezza nell’ambito dei prodotti per il piccolo schermo. Soprattutto perché è la prima serie TV originale di Sir David Hare, il drammaturgo, sceneggiatore e regista britannico famoso a livello internazionale per i suoi lavori in campo teatrale e cinematografico.

Inserito dal Telegraph nel 2008 come una delle “100 persone più potenti nella cultura britannica”, David Hare si è aggiudicato svariati riconoscimenti in tutto il mondo per la sua lunga e prolifera carriera. Tra i vari premi che si è aggiudicato negli anni ricordiamo il BAFTA Award nel 1979 per Licking Hitler, l’Orso d’oro al Festival di Berlino nel 1985 per Wetherby – Il mistero di Wetherby, e il Seattle Film Critics Awards nel 2002, il Writers Guild of America, il USC Scripter Award, l’Italian Online Movie Awards (IOMA), l’AARP Movies for Grownups Awards nel 2003 e il London Theatre Critics’ Award nel 2004 per The Hours.

Collateral è la prima serie TV di questo guru del mondo dell’entertainment e non è solo è un thriller piacevole da guardare, ha in sé argomenti importanti sui quali è importante riflettere oggigiorno, come l’immigrazione, le guerre oltreoceano e la crisi dei rifugiati politici.

Collateral - Serie TV inglese

Collateral – Serie TV prodotta da Netflix e BBC Two

E’ un prodotto auto conclusivo

A differenza di altre miniserie o serie TV, Collateral è composto da soli quattro episodi che hanno una degna e certa conclusione. Se siete stanchi di vedere show che terminano con cliffhanger e il classico “to be continued“, Collateral fa per voi perché offre tutte le risposte necessarie per far terminare la trama e soprattutto far chiudere il caso all’ispettore Kip Glaspi. Nulla (o quasi) rimane irrisolto.

Leggi Anche: 10 curiosità su Peaky Blinders, la serie TV dei gangster di Birmingham.

La regia e la soundtrack

Di Sir David Hare abbiamo già parlato. La bravura di questo regista e sceneggiatore inglese è nota ai più. Quel che ci è piaciuto in Collateral non è solo la scelta stilistica per le riprese e la sceneggiatura utilizzata per narrare questi quattro intensissimi giorni di investigazioni, ma anche l’attenzione data alla scelta della soundtrack da utilizzare come sfondo degli avvenimenti narrati.

Molti telespettatori non fanno generalmente caso alla musica, ma quest’ultima è spesso fondamentale per raccontare degnamente la transizione tra una scena e l’altra, e soprattutto per comunicare le emozioni narrate nella serie TV.

La soundtrack di Collateral è dunque un aspetto sul quale vi suggeriamo di soffermarvi se decidete di recuperare questo show televisivo.

Perfetto per gli amanti del british drama

Infine non potevamo non indicare il genere british drama come una delle ragioni per recuperare Collateral. Se siete rimasti stregati da altri prodotti drammatici inglesi come Homeland, Broadchurch o Bodyguard, ecco che questa serie TV fa al caso vostro.

Attenzione però a non paragonarlo con questi show; in soli quattro episodi Collateral non può infatti raggiungere il livello di dettaglio e profondità nella trama che hanno dato il successo a Homeland, Broadchurch o Bodyguard.

Leggi Anche: tutto quel che sappiamo sulla seconda stagione di Bodyguard.

Comments
To Top