fbpx
Christmas Time

Christmas with Telefilm Central: i 10 libri da leggere o regalare a Natale

Il periodo natalizio è forse quello più atteso dell’anno: luci ovunque, clima di festa nonostante il freddo, senso generale di fratellanza, e infine regali. Sono proprio loro, oltre agli impegni lavorativi che nessuno vorrebbe affrontare in questo lasso di tempo, la fonte di terribile disagio natalizio: ogni anno non si sa mai cosa regalare agli amici più affezionati o ai propri partner. Sicuramente, però, nella schiera di fidati compagni c’è quell’amico che va matto per i libri, quello che non scende perché “mi mancano due capitoli” oppure, se gli viene proposto un giro in centro per fare shopping, se ne esce con “Se non passiamo per la libreria non vengo.” Ecco allora ideata per voi una lista di libri che potrete regalare proprio a questo tipo di persona. Se non avete nessuno amico del genere, ho una brutta notizia: siete voi quella persona. A questo punto date un’occhiata per vedere se manca qualche titolo alla vostra collezione.

Come potrete vedere dai titoli o leggendo le brevi descrizioni non tutte queste opere hanno realmente a che fare col Natale: questo perché cerchiamo di consigliare dei libri che siano brevi, godibili, non troppo pesanti, ma soprattutto scritti bene e di qualità.

Sessanta Racconti- Dino Buzzatibuzzati

Se qualcuno dovesse trovare questo libro sotto l’albero, allora consiglio di partire dal racconto numero 18, Racconto di Natale. Vi troverete immersi in uno certo spirito natalizio che è già tutt’intorno a voi. Vera e propria summa poetica del maestro di scrittura che è Dino Buzzati, in questi racconti, ognuno dei quali può essere letto anche in meno di dieci minuti, quasi ogni tematica esistente viene affrontata nel modo più semplice possibile e le situazioni che sembrano più scontate o banali vengono trasformate in qualcosa di unico e profondo.

Il giovane Holden- J.D. Salinger

In libreria si può notare come questo libro non abbia né una copertina né riporti notiholdenzie sull’autore o sulla trama. La scelta è di Salinger stesso, che così volendo ribadiva il concetto che il contenuto viene prima di tutto. Il punto è che molti potrebbero scoraggiarsi a comprare un’opera al buio, mentre Il giovane Holden dovrebbe trovare spazio in ogni libreria. I tre giorni “da matti” vissuti dal sedicenne in un fine settimana precedente al Natale 1947, e i suoi pensieri, la sua rabbia quasi immotivata creano un personaggio e una storia che, al di là dell’ambientazione americana post seconda guerra mondiale, resterà moderna e attuale per almeno altri cinquant’anni.

Se una notte d’inverno un viaggiatore- Italo Calvino

Non poteva mancare un libro di uno degli scrittori italiani più prolifici di sempre: Italo Calvino. La sua prosa scorrevole e chiara arriva a tutti, grandi e piccini. Questo libro in particolare, è consigliato perchè il protagonista è proprio chiunque lo compri, ovvero il Lettore. E se magari è uno di quei lettori che quando spende in una libreria noncalvino torna mai a casa con una sola opera, allora questo testo fa proprio per lui. Comprare questo titolo ve ne farà avere altri dieci: Se una notte d’inverno un viaggiatore non è né un solo libro né un libro nel senso comune del termine. Il lettore (e quindi voi) si trova infatti a leggere dieci inizi di romanzi che non hanno termine. E la sua reazione (che poi è anche la vostra) è quella di mettersi in viaggio per scoprire come diamine finiscono. Insomma, è un simpaticissimo romanzo sul piacere di leggere romanzi.

Sogno di Natale e altri racconti- Luigi Pirandello

Sono npirandelloove i racconti presenti in questa raccolta del grande maestro Pirandello. In questi, l’attenzione rivolta al Natale come festività riguarda soprattutto il rapporto con la divinità esplorata sotto diversi punti di vista: da quello del borghese pseudo intellettuale fino alla fede spensierata del popolo. La grandezza dello scrittore premio Nobel sta soprattutto nel saper variare i registri stilistici in base alla classe sociale. Consigliato a tutti quei lettori che di Pirandello hanno già letto le sue opere più famose.

La Trilogia Adamsberg- Fred Vargas

Tra i libri consigliati non poteva non esserci un giallo. Niente Sherlock, niente Poirot oppure Montalbano: ecco il meno famoso ma non meno brillante Jean-adamsbergBaptiste Adamsberg della scrittrice francese Fred Vargas. In realtà ha scritto tantissimo, ma c’è un volume edito da Einaudi che raccoglie i primi tre titoli e si può partire da questo se dovesse prendervi particolarmente. Sono due i punti forti che spingono a consigliare proprio questo commissario e non altri: il primo, il modus operandi di Adamsberg che è completamente originale e diverso da qualsiasi altro detective. Non ha la fredda razionalità di Sherlock Holmes e neppure la parlantina ammaliante di un Patrick Jane, è uno “spalatore di nuvole” che risolve i casi seguendo pensieri irrazionali illuminati dai classici lampi di genio. Il secondo punto è la scrittura: diretta, ironica e originale come quella di pochi altri.

Natale in casa Cupiello- Eduardo de Filippo

Natale ncupielloon è sinonimo di felicità, non per tutti. I Cupiello oggi non avrebbero i mezzi di affrontare le spese del cenone, figurarsi se potessero permettersi di partire per una settimana bianca. Hanno però un senso forte della famiglia e un grande rispetto per le tradizioni natalizie che vengono messe a dura prova quando alla Vigilia scoppia un putiferio che rischia di minare i legami quanto mai fragili tra i familiari. Un viaggio natalizio che corre sulla linea tra sogno e realtà, capace di regalare anche dei sorrisi. Ovviamente nasce come opera teatrale: se però nessuna compagnia nelle vostre vicinanze dovesse metterla in scena, la versione cartacea non dovrebbe mancare in nessuna libreria.

Rayuela, Il Gioco del Mondo- Julio Cortàzarcortazar

Un libro perfetto da regalare a tutti quei lettori accaniti che hanno già una libreria bella abbondante: questo sicuramente non è presente e potrebbe essere la classica ciliegina sulla torta. Uno degli scrittori più influenti della letteratura sud-americana, Cortàzar in questo romanzo non vuole solo raccontare la vita parigina di uno pseudo intellettuale argentino, vuole anche parlare a tu per tu con il lettore. Quest’ultimo è infatti libero di scegliere il modo di procedere tra i capitoli, come suggerito dallo stesso autore all’inizio del testo. Ogni lettore potrebbe così trovarsi di fronte ad una storia unica e personalizzata.

Tre volte all’alba- Alessandro Baricco

bariccoSe siete tra quelli che non stimano molto Alessandro Baricco, passate pure avanti. Invece, i suoi fan potrebbero meravigliarsi che tra tutti i suoi libri si consigli proprio questo. In realtà, come già per alcuni titoli suggeriti in precedenza, è l’originalità dell’idea alla base di quest’opera che potrebbe incuriosire coloro che non conoscono lo scrittore torinese. Tre storie brevi diverse e distinte, ognuna con due personaggi in scena, un uomo e una donna. In ognuno dei tre racconti sembra di trovarci davanti allo stesso uomo o alla stessa donna, ma presi da un epoca diversa della loro vita. Tre mondi diversi, dove i due non si conoscono ma che il lettore crede di aver già incontrato.

L’amore ai tempi del colera- G.G. Marquezlamore-ai-tempi-del-colera-copertina

Se siete stufi delle classiche storie d’amore scontate e banali, potreste allora provare ad immergervi in questa storia quasi fuori dal tempo e dalla realtà. La storia di un amore testardo, duro a morire (e per qualcuno impossibile) in una ambientazione sudamericana avvolta da una narrazione fiabesca, come accade in quasi tutte le opere di Marquez. In questa, però, l’insperato lieto fine costituisce una vera sorpresa.

Canto di Natale- Charles Dickens

No, non poteva mancare questo libro. Non solo è una delle storie natalizie più commoventi ma è anche una di quelle che ti lascia davvero qualcosa dentro, dopo aver letto l’ultima pagina. Probabilmente se noi oggi abbiamo una certa concezione del periodo natalizio è a causa di questo libro. Nel 1843 Dickens sviluppa una idea del Natale che non è affatto diversa dalla nostra: un momento di grande bellezza, di unione e fratellanza dove tutti gli uomini, senza differenze di classi, sentono di non essere altro che “compagni nel viaggio verso la tomba”. Lo spirito del Natale fatto di conciliazione, generosità e armonia tra gli uomini pervade le pagine dello scrittore.888716962

Comments
To Top